Un video per denunciare la spesa, per un totale di circa mille euro, sostenuta dall'amministrazione comunale per i cartelloni promozionali che rappresentavano il futuro Campus scolastico di Tolentino e gli appartamenti da costruire in luogo delle Sae. E' la denuncia proposta dal consigliere del Movimento 5 Stelle Martina Cicconetti che critica il sindaco Giuseppe Pezzanesi e la sua maggioranza per aver duplicato lo stanziamento. Non si è fatta attendere la risposta del primo cittadino tolentinate. "Consiglierei a questi ragazzi del Movimento 5 Stelle di calarsi maggiormente nella realtà che vivono, vale a dire quella dell'amministratore sia pure di minoranza - così il sindaco Pezzanesi - Un ruolo nel quale si dovrebbe sempre avere rispetto per le istituzioni anche quando non si è daccordo sui provvedimenti. Non capisco, infatti, tutta questa ironia per dileggiare l'operato dell'amministrazione. Al consigliere Cicconetti vorrei rispondere che la politica si fa con i fatti concreti e non mi sembra che abbiano fatto qualcosa di utile per la popolazione per la quale dicono di ergersi a baluardo. Anzichè pensare ai cartelloni, quindi, sarebbe opportuno che divenissero parte attiva, anche nei confronti del governo, per aiutare il sindaco e l'amministrazione della propria città a portare a casa quei risultati che servono a Tolentino e, perchè no, anche agli altri comuni danneggiati dal terremoto. E' ora di finirla con la politica degli spot".
Le campionesse olimpiche Cate e Bronte Campbell, sorelle australiane di 27 e 25 anni specializzate nelle gare veloci, si sono allenate nella piscina Comunale “G. Caporicci” di Tolentino dopo aver visitato l’head quarter di Arena, partner tecnico delle atlete. L’occasione ha permesso alle due campionesse di testare i nuovi prodotti altamente tecnici creati dall’azienda tolentinate, leader nella produzione di costumi e accessori nuoto high tech.
L’Arena si avvale da sempre del contributo dei suoi atleti che spesso partecipano attivamente anche alla manifestazione natatoria “24 ore Arena” organizzata ogni anno dalla società tolentinate, dall’Amministrazione Comunale e dall’ASSM Spa, ente gestore della piscina.

IMG 20191112 WA0018
in fila per l'autografo

Al termine dell’allenamento si sono intrattenute con il pubblico presente, soprattutto bambini e bambine, per una sessione di fotografie e autografi.
Le Campbell sono in Europa per prendere parte ad una serie di gare internazionali, tra cui l’imminente match di Londra della ISL (International Swimming League), in programma il 23 e il 24 novembre.

20191112 181018
le campionesse a bordo vasca

La dimostrazione d’affetto per la città che l’ha vista nascere e che, grazie al suo successo, è diventata la piccola Broadway d’Italia, viene dimostrato ancora oggi dalla Compagnia della Rancia.  La realtà teatrale fondata da Saverio Marconi ha, infatti, deciso di far partire il tour nazionale di Grease, lo spettacolo più noto della Compagnia, proprio dal teatro Vaccaj di Tolentino che lo ospiterà da venerdì fino a domenica.
"Questo non è un teatro - dice Marconi che accoglie i giornalisti sul palco proprio come in una grande famiglia - , è una casa, un momento. Abbiamo fatto tutti gli spettacoli qua fino all’incendio. 
È stato fermo dieci anni e in quegli anni noi abbiamo continuato a lavorare, ma questo palcoscenico ha un valore in più.
Peccato la capienza - commenta - con le tre repliche non copriamo nemmeno le spese vive dello spettacolo, ma non ci importa perché quando sei a casa metti il servizio buono e Grease è questo".
L'emozione del regista si percepisce a pelle, anche quando sottolinea, per la Compagnia, l'importanza della città dove è nata: "Sono felice di essere qui e di vedere i risultati che negli anni abbiamo portato con la scuola di recitazione, da cui sono usciti e continuano a farlo giovani di talento, e la Compagnia.
In questa casa di dobbiamo investire - dice, ribadendo l'importanza del teatro Vaccaj per la Compagnia -  non abbiamo un ritorno economico, ma nessuno abbandonerebbe la propria casa. Proprio per questo è bello vedere che noi siamo amati a Tolentino e questo lo sento”.

Una casa, Tolentino e il teatro, non solo per i veterani della compagnia, ma anche per i più giovani che, dalla gradinata della scena di Grease parlano dell'emozione nell'esibirsi sul palco del Vaccaj: "La sensazione che abbiamo avuto quando siamo arrivati a Tolentino - dice Eleonora Lombardo che da anni veste i panni di Rizzo - , quando il sound designer ha messo la musica ed è partito l’opening, è che il cuore si è riempito di magia. Grease ha il potere di far divertire noi e il pubblico. Qualsiasi pensiero svanisce e diventa una bolla magica, tutta rosa.  è per questo che i giovani diventano veterani, perché nessuno ha il coraggio di salutare Grease”.

WhatsApp Image 2019 11 13 at 13.44.56
Eleonora Lombardo

Le fa eco Giorgio Camandona, nei panni di Kenickie: “Io sento una grande responsabilità a tornare in Compagnia e a tornare a Tolentino. Ho un legame forte con questa città, mi sento a casa. Ci sono poche città in Italia dove io mi sento a casa e Tolentino è una di queste. La sensazione di famiglia, a Tolentino, la tocchi. Tornare in questo teatro dopo un percorso lavorativo è proprio bello”.

WhatsApp Image 2019 11 13 at 13.45.22
Giorgio Camandona

Tornando allo spettacolo bisogna però fare un salto indietro nel tempo: era aprile 2002 quando sul palco del teatro Vaccaj la Compagnia della Rancia festeggiava le 500 repliche di Grease. All’epoca sembrava già un traguardo importantissimo, ma in più di 20 anni sui palcoscenici di ogni Regione, Grease è diventato un fenomeno che si conferma ogni sera, con più di 1.800 repliche per oltre 1.870.000 spettatori a teatro.
Nella stagione che comincerà da Tolentino,  Grease, la cui regia è di Saverio Marconi associata con Mauro Simone, porta sul palcoscenico due nuovi protagonisti, giovani e talentuosi interpreti. Danny Zuko ha il volto di Simone Sassudelli, di ritorno dagli Stati Uniti dopo ben cinque spettacoli portati in scena a Los Angeles; al suo fianco, nel ruolo di Sandy, Francesca Ciavaglia che lo scorso anno aveva calcato il palco del Vaccaj con Big Fish.

WhatsApp Image 2019 11 13 at 13.46.15
Francesca Ciavaglia e Simone Sassudelli


“L’Italia è casa mia - commenta Sassudelli - . Grease è capitato per caso e la sensazione di tornare era quella di tornare a casa: lasciare gli Stati Uniti non è stato difficile perché sapevo di ritrovare una famiglia”. 
Stessa emozione per la giovane Francesca Ciavaglia: “Lo scorso anno abbiamo aperto la stagione del Vaccaj dopo gli anni di chiusura - dice - , quindi è stata una grande responsabilità e ora lo è ancora di più”. 
Ad annunciare un Grease “bello, fresco, di cui sono orgoglioso”, il vocal coach Gianluca Sticotti, ma anche Ilaria Suss che ha curato le coreografie.

WhatsApp Image 2019 11 13 at 13.45.46
Gianluca Sticotti

Sono passati 19 anni dalla celebrazione delle 500 repliche di Grease a Tolentino ed oggi, rivedere la celebre auto del musical più amato tornare su quel palco, ha riacceso l’emozione tra gli addetti ai lavori e gli spettatori, confermando che il teatro, il musical e la Compagnia della Rancia sono sicuramente tra le caratteristiche più amate della città. 

Lo conferma l’assessore Fausto Pezzanesi che, nel chiudere la conferenza di presentazione, dice: “Resta il sentimento di affetto verso tutto quello che avviene in questo teatro. Vedere continuità con Saverio Marconi che ci fa crescere di qualità, di livello, è davvero un orgoglio. Il teatro è storico ma chi fa la differenza è la bravura degli uomini e una persona come Marconi che ama questo posto e ha dato una crescita continua, è un valore che gli altri non hanno”. 

Giulia Sancricca
Ad accogliere la preoccupazione delle famiglie terremotate di Tolentino a cui erano stati assegnati i 12 appartamenti di via Filelfo che non verrebbero più acquistati dall’Erap è la presidente del Comitato 30 ottobre della città, Flavia Giombetti.

“La situazione a Tolentino – dice - , a tre anni dal sisma, è sempre quella. Su 23 appartamenti invenduti solo 4 sono stati consegnati. La preoccupazione è salita ed è ancora alta per gli appartamenti di via Filelfo.

Gli stessi che, a detta dell’amministrazione, erano stati consegnati a febbraio 2019, invece tramite Maurizio Urbinati dell’Erap abbiamo avuto la conferma che non saranno acquistati.
Un fatto che ha peggiorato la preoccupazione di coloro a cui erano stati assegnati quegli appartamenti anche perché l’amministrazione, ad oggi, non ha comunicato niente a nessuno. Ho ricevuto tante telefonate degli assegnatari che non sapevano nulla da tempo. E’ triste – conclude - vedere la mancanza di trasparenza e di comunicazione nei confronti di questa gente che attende da tre anni”.

GS

Flavia Giombetti
Flavia Giombetti


“La sicurezza delle scuole e dei ragazzi innanzitutto. Se poi qualcuno, dall’alto, ci imponesse soluzioni diverse dovrebbe firmarci anche le pratiche che tolgono la responsabilità in capo a noi sindaci”. Commenta così il primo cittadino di Tolentino Giuseppe Pezzanesi l’inserimento nel Decreto Sisma della norma che, se tramutata in legge, andrebbe ad incidere sulle scuole situate nei centri storici e lesionate dal sisma. La questione riguarda anche la scuola Don Bosco che nelle intenzioni dell’amministrazione tolentinate dovrebbe essere ricostruita ex novo e delocalizzata. In base al decreto, invece, la scuola, situata nel centro storico, andrebbe rimessa in sicurezza e frequentata nel suo sito originario.
Una norma che Pezzanesi contesta senza sé e senza ma, parlando di “disposizione inserita per volontà del commissario Farabollini che, colpendo Tolentino, finisce per intralciare l’opera di quanti costruirebbero nuovi edifici scolastici senza aggravio di costi. Il fatto che le scuole nei centri storici devono rimanere dove sono, ricostruite o adeguate simicamente, anche se il luogo non risponde a criteri di sicurezza, traffico, raggiungibilità, funzionalità ai numeri del territorio lo ritengo a dir poco assurdo”.
Non manca neppure una stoccata all’ex assessore Alessandro Massi, da tempo paladino del far rimanere la scuola Don Bosco nel centro cittadino. “Ognuno è libero di fare politica secondo le sue convinzioni – conclude Pezzanesi – ma chi oggi canta vittoria nel voler rattoppare una scuola vecchia invece che accettare la costruzione di un nuovo istituto non fa un favore ai cittadini ne ai ragazzi che dovranno frequentarla. Chi si pone in contraddizione su un tema come questo ritengo stia giocando solo una partita molto personale che poco inquadra la problematica nel suo insieme”.
Obiettivo raggiunto, quello della Linotype, che con la vendita delle magliette che rappresentavano le bellezze di Tolentino è riuscita a raccogliere 2080,00 euro, donati oggi al centro alzheimer della casa di riposo Porcelli di Tolentino.
“Da due anni - ha detto Gionata del Pupo della Linotype -  ci impegniamo nel sociale. Prima del sisma abbiamo devoluto il ricavato dei calendari a due realtà della città. Poi un anno siamo rimasti fermi a causa del sisma e quest’anno abbiamo pensato a questa maglia che ha riscosso molto successo. Questo anche grazie a diverse aziende che hanno deciso di acquistarle per sostenere questa causa”. 

Colmo di gratitudine il presidente del centro alzheimer, Giorgio Sbaraglia: “È un ringraziamento - dice -  ma non il primo con la Linotype perché ci sono stati sempre vicino. Per qualsiasi necessità possiamo sempre chiedere una mano a Gionata che non si tira mai indietro.
Il centro si basa solo con la retta dei nostri ospiti, la popolazione si invecchia. Noi abbiamo bisogno di questa casa di riposo, dobbiamo ingrandirla. Fondamentale anche il lavoro della nuova segretaria, Sara Lorenzetti, che porta avanti con grande impegno e passione tutti gli impegni”
A sostenere questa donazione anche la Pro Loco di Tolentino, come ha detto il presidente Edoardo Mattioli: “Sono anni che parlo della necessità dell’ampliamento della casa di riposo - dice - e spero che presto possa essere realtà. Siamo stati sempre vicini alla casa di riposo e al centro alzheimer cercando di contribuire con diverse donazioni. Ho fatto scegliere per la vendita delle magliette la sera della sfilata proprio per dare ancora più spazio a questa iniziativa”.
A ribadire la necessità di un ampliamento della casa di riposo il direttore dell’Asp, Simone Ricci: “Se facciamo una analisi sociale, i nostri servizi sono sempre più indispensabili in un territorio come questo”.

Un obiettivo raggiunto quindi in sinergia tra pubblico e privato: “Credo sia importante e fondamentale - dice l’assessore Francesco Pio Colosi -  avere una relazione quotidiana con la casa di riposo per cercare di risolvere i vari problemi del sociale. Grazie a Del Pupo perché è sempre impegnato in prima linea per essere al fianco delle strutture e delle realtà che si occupano del sociale a Tolentino. La vittoria passa sempre attraverso il lavoro di squadra e di gruppo”.

GS
Un centauro di 31 anni residente a Tolentino è stato denunciato alla Procura della Repubblica per non essersi fermato all’alt intimato dagli agenti della polizia locale. Durante un normale posto di controllo, il motociclista ha solo finto di fermarsi all'alt per poi ridare gas alla moto e fuggire nel traffico cittadino. Il fatto risale a oltre due mesi. Dalle successive indagini svolte il Comando della polizia locale tolentinate è riuscito ad individuare il centauro, il quale, da controlli più approfonditi, risultava non aver mai conseguito la patente di guida. Inoltre la moto era sprovvista di assicurazione e di ripetute revisioni. Una volta rintracciato, inoltre, l’uomo ha fornito agli agenti false generalità e, così, è stato denunciato.
"Il bilancio finale vede l’uomo sanzionato per oltre 5000 euro, denunciato alla Procura della Repubblica oltre al sequestro del veicolo che verrà a breve definitivamente confiscato - commenta il Comandante della Polizia Locale di Tolentino David Rocchetti - Chi è in regola non deve temere i nostri controlli che sono sempre finalizzati alla tutela della sicurezza pubblica e soprattutto non si pensi di farla franca con comportamenti scorretti o come in quest'ultimo caso non fermandosi all'alt, un'infrazione questa particolarmente grave e che viene irrogata direttamente dal Prefetto in quanto riveste, per l'ordinamento, una certa pericolosità sociale e che ha tutte le potenzialità per creare allarme. Su casi del genere non possiamo assolutamente transigere".

polizia locale 4

“Ancora una brillante operazione portata a termine dalla nostra Polizia Locale – ricorda il sindaco Giuseppe Pezzanesi – che testimonia l’alta professionalità di tutti gli agenti. Grazie al loro costante lavoro sul territorio riusciamo a garantire sicurezza e rispetto della legalità. Certamente anche i cittadini devo impegnarsi maggiormente per recuperare quel sensi civico e il rispetto delle regole che possano garantire a tutti una Città più vivibile”..
Sottolineo ancora una volta – afferma l’Assessore alla Polizia Locale e Sicurezza Giovanni Gabrielli - l’effettivo valore del sistema di videosorveglianza su cui la nostra Amministrazione ha sempre investito, con la volontà di avere un controllo e monitoraggio continui sui punti più sensibili del nostro territorio comunale”.

polizia locale 3
Emozionare, coinvolgere, sognare. Sono questi gli obiettivi che il Politeama di Tolentino, per la sua terza stagione, ha deciso di porsi per il suo pubblico, con un occhio attento ai giovani come pubblico di domani.  “Accomodatevi... tornano le emozioni” è infatti il claim della stagione che vuole proprio enfatizzare la comodità e l’accoglienza del Politeama. Caratteri fondamentali per la struttura rinnovata grazie al patron Franco Moschini.
Cinque rassegne tematiche formeranno così il cartellone di spettacoli al Politeama che prenderà il via il prossimo 5 ottobre: Aperitivo cabaret, Racconti d’attore, Master piano festival, Jazz e Blues.
Per il primo anno, poi, la stagione vede la collaborazione organizzativa di due associazioni che presenteranno in proprio le loro rassegne e sono l’associazione Tolentino Jazz e quella di Blues di San Severino. “La struttura - spiega il direttore Massimo Zenobi - riprende così la sua mission originale, quella di mettere a disposizione uno spazio ai gruppi che vogliono presentare la propria attività”.

Soddisfatto il presidente Franco Moschini che ha aperto la conferenza stampa di presentazione della stagione che si è svolta questa mattina: “Mi complimento con Massimo Zenobi perché le attività e i personaggi sono di una statura molto grande. Il Politeama è una realtà culturale che si muove a favore di tutti e per me è un orgoglio aver messo in sesto questa struttura”.
Ancora una stagione dai grandi nomi: “Da quelli dedicati ai giovani - dice Zenobi - come “Il terzo segreto di Satira” che spopola sui social, agli attori amati dal grande pubblico come Michele Placido, Luca Ward, Roberto Alpi, Daniela Scarlatti e Pino Ammendola”.

11WhatsApp Image 2019 09 12 at 12.34.18

Per il Master piano festival torna poi l’impegno dell’Accademia della Libellula e il Maestro Cinzia Pennesi, con musicisti di alto livello come Gino Brandi, Bruno Canino, Piero D’Egidio e Alessandra Ammara. Anticipato poi un concorso pianistico nazionale che sarà fatto a fine stagione e sarà dedicato a giovani pianisti. Così come tornerà nello stesso periodo, per il secondo anno consecutivo, la rassegna TalentiNati.

Torna anche per questa stagione la Friend card: “Ha avuto molto successo lo scorso anno con 400 fidelizzati - ha spiegato Zenobi - . Con una carta prepagata si potrà quindi accedere agli spettacoli a prezzo ridotto. Altra novità di quest’anno è che riserveremo alcuni spettacoli agli studenti delle scuole al mattino. In alcuni casi faremo il doppio spettacolo per far avvicinare il pubblico di domani che dobbiamo coltivare oggi. Rispetto allo scorso anno, poi, il biglietto per gli spettacoli di Jazz è diminuito”.

In chiusura, il sindaco Giuseppe Pezzanesi ha detto: “Il Politeama si sta avvicinando all’idea che lo ha fatto nascere e cioè che diventi una sorta di palcoscenico e di casa dove trascorrere bei momenti per un caffè o assistere a spettacoli di valore”.

GS


L’argomento sarà approfondito nella prossima edizione de L’Appennino Camerte.
Per l’undicesimo anno consecutivo torneranno a sfilare le stelle in piazza della Libertà a Tolentino, venerdì alle 21.15. Una iniziativa ormai consolidata a Tolentino, diretta da Marco Moscattelli e Chiara Nadenich,  come ha annunciato in conferenza stampa il vice sindaco Silvia Luconi: “Cresce quest’anno il numero delle aziende che sfilano, questo è sintomatico di interesse anche grazie al pubblico che ogni volta riempie piazza della Libertà. È chiaro che in questa fase il centro storico possa avere delle criticità ma non lo aiutiamo se continuiamo a dire questo. Lo aiutiamo vivendolo ed organizzando eventi e motivi per frequentarlo. Credo che questa estate ci sia stato un buon risultato per quanto riguarda gli eventi e c’è sempre stata una grandissima risposta”.

La serata sarà affiancata da un progetto benefico organizzato dalla Linotype che venderà delle t-shirt e il ricavato sarà devoluto a sostegno delle attività del centro alzheimer.
“Per un paio di anni abbiamo fatto il calendario ed è andato molto bene - commenta Jonatan Del Pupo - ora proponiamo questa maglia con i nove simboli della città di Tolentino e ci auguriamo che abbia un buon riscontro”.
Impegnata per l’evento anche la Pro Loco con il presidente Edoardo Mattioni che ha svelato alcune novità della serata: “Premieremo Sara Passarini che ha partecipato a Miss Italia. C’è una ricostruzione scenica più importante rispetto allo scorso anno. Per quanto riguarda la partecipazione della Linotype abbiamo colto subito l’occasione per poter mettere in vendita queste maglie e non poteva esserci obiettivo migliore a cui destinarle se non all’attività del centro alzheimer”.

1274fgh

Grato di questa iniziativa il presidente del Centro, Giorgio Sbaraglia: “Noi siamo rimasti sbalorditi da questa idea di beneficienza. Devo dire che negli ultimi tempi c’è molta attenzione a questo centro anche se oggi è ancora difficile parlare di questa malattia. Noi stiamo facendo del tutto per far trovare nel miglior modo possibile le persone che noi ospitiamo”.

Tra le novità della sfilata anche l’angolo selfie, presentato da Marco Moscatelli: “Si tratta di un autoscatto realizzato da un tablet e poi proiettato in un maxischermo durante la serata. Accanto a me, nella presentazione della serata, Veronica Maya e Claudia Andreatti che nel pomeriggio sarà ospite alle Terme Santa Lucia per provare l’offerta termale e promuoverla durante la serata”.



GS
Un fine settimana all’insegna della solidarietà quello che sta per cominciare a Tolentino grazie alla partita del cuore presentata questa mattina in conferenza stampa e che si terrà sabato alle 16,30 allo stadio della Vittoria. Le vecchie glorie cremisi, con Giovanni Pagliari, Gianfranco Ruffini, Stefano Gobbi, Gianluca Gattari e altri, allenati da Fabrizio Castori, si scontreranno con una rappresentativa del Nord-Est che ha raccolto dei fondi in favore di Tolentino come spiega l’assessore Fausto Pezzanesi: “Tutto è nato dal torneo Luigioni dove Tolentino partecipava grazie ad Alberto Marcelletti tanti anni fa a Merano e ora gli amici di questa città hanno ricordato Tolentino grazie a questo.  Hanno promosso una lotteria per raccogliere dei fondi destinati alla nostra città terremotata.
Si tratta di 10mila euro raccolti grazie alla lotteria e altri 5mila euro aggiunti dal Comune di Merano. 
Arriveranno in 50, alloggeranno nelle strutture di Tolentino, ci saranno momenti di fratellanza - prosegue - . Un evento molto significativo sotto l’aspetto umano e della generosità.
Le donazioni che saranno poi raccolte durante la partita saranno rivolte ad un progetto dei servizi sociali dal momento che il memorial è intitolato a Stefano Pieroni che era appunto impegnato nei servizi sociali”.

Emozionato di questa vicinanza anche Alberto Marcelletti: “Se a distanza di 21 anni si sono ricordati di noi, evidentemente abbiamo lasciato un buon ricordo, non solo come sportivi ma sopratutto come uomini. Questo ci fa davvero piacere e che poi sia legato ad un gesto così significativo come quello della donazione ci riempie il cuore”.

In campo oggi per la partita del cuore e all’epoca del torneo anche Giovanni Pagliari che aveva smesso da poco a giocare a calcio e venne coinvolto da Marcelletti nel torneo a Merano. “Non era un torneo, ma una guerra - commenta ironicamente - perché si giocava a qualsiasi ora. Tanto che io in vent’anni di carriera non mi sono mai strappato a livello muscolare e mi strappai durante il torneo. Ricordo bellissime serate, ci siamo divertiti molto. Quando mi hanno detto che gli amici di Merano sarebbero venuti a Tolentino mi ha fatto molto piacere”.



GS
Pagina 1 di 2

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo