Le parole dell'Arcivescovo Massara e le immagini dei bellissimi quadri fioriti.. lungo le vie di Castelraimondo...
Fiori “tagliati” a Castelraimondo: via alla 27esima edizione dell'Infiorata Corpus Domini. Questione di poche ore  per l'inizio della suggestiva realizzazione del tappeto fiorito lungo Corso Italia a Castelraimondo. La manifestazione, divenuta ormai una tradizione e una tappa fissa per migliaia di visitatori, anche quest'anno adotta la formula della “due giorni”, anticipando alla notte del  venerdì 21 giugno  la realizzazione dei quadri di fiori. Intanto ieri sera, i numerosi volontari si sono ritrovati nel porticato di Piazza Dante per il tradizionale “taglio dei fiori” : un momento di condivisione e di preparazione all'inizio della manifestazione.
Infiorata taglio 18

Saranno quest'anno 23 i disegni che altrettanti gruppi e associazioni di cittadini realizzeranno, in uno spettacolo unico a cui tanti vogliono assistere.
Basterà infatti raggiungere Castelraimondo in serata per ammirare gli esperti infioratori nel complesso procedimento della composizione dei quadri. Contemporaneamente, alle 21 in piazza Dante si svolgerà il Festival internazionale del folkore.

Infiorata 5
Sabato sera, tornerà il Castelrock Festival, in piazza Dante, dalle 18 in poi, mentre alle 21 in piazza della Repubblica in programma il concerto della banda musicale Gazoldo degli Ippoliti. Domenica, Santa Messa  e Solenne Processione del Corpus Domini, con la partecipazione del Corpo bandistico “Ugo Bottacchiari”, in Piazza della Repubblica, alle 18.30. A seguire lo spettacolo finale con Angelo Carestia e i Revival, con la successiva estrazione della lotteria dell’Infiorata alle 23.30.
Nei giorni scorsi una delegazione di infioratori di Castelraimondo è andata “in trasferta”: sabato 15 giugno infatti gli esperti infioratori hanno realizzato i due tappeti ai lati del palco in Piazza Cavour dove il Santo Padre, in visita a Camerino, ha celebrato la Santa Messa, mentre domenica 16 giugno hanno partecipato al Brodetto Show di Porto Recanati, con un bel quadro rimasto a lungo allestito in Piazza Brancondi.
Nella ricorrenza della festività del Corpus Dominile strade principali di Castelraimondo  tornano a trasformarsi in un tripudio di fiori colorati. La suggestiva “Infiorata” giunta alla sua 27esima edizione, ricca di un nutrito programma e in tutta la sua straordinaria bellezza,  è pronta a sorprendere dal 21 al 23 giugno prossimi.
Cresciuta nel tempo, la manifestazione è diventata il vero fiore all'occhiello della cittadina. Lo ha ricordato durante la conferenza stampa di presentazione il sindaco Renzo Marinelli, evidenziandone quali note distintive il forte spirito di socialità e di unione. Coinvolti in un corale progetto, sono i volontari di tutte le associazioni cittadine che, dai bozzetti alla realizzazione finale, si preparano per mesi all’ evento.
Ad incrementare il successo  dell’Infiorata è anche il fatto di essere inserita dal 2015 nel circuito del Grand Tour delle Marche che, come ricordato dal responsabile organizzativo Alberto Monachesi, raccoglie e seleziona il meglio delle eccellenze regionali sia in campo culturale che enogastronomico, circuito nel quale un evento qualificante come l’Infiorata non poteva  che inserirsi a pieno titolo.
IMG 20190613 123156

Sin dal suo ingresso - ha detto Monachesi- Castelraimondo si èpotuta immettere in una serie di circuiti di collaborazione in grado di accrescere le occasioni di valorizzazione e promozione della città, anche in altri contesti. Già da maggio è in atto la promozione dell’Infiorata in tutte le province marchigiane e domenica 16 giugno sarà in trasferta a Porto Recanati con la realizzazione di un quadro fiorito, all’interno della manifestazione dedicata al brodetto.
 Forte anche il riscontro sulla stampa nazionale che consente di attirare visitatori sul territorio durante tutto l’anno. Nella difficile realtà del dopo sisma- ha aggiunto- il clima gioioso, positivo e propositivo di questa manifestazione, ci ha permesso di lanciare un messaggio luminoso e delle proposte turistiche, valide nono soltanto nel denso week end dell’Infioratama che, rimanendo ben visibili fino alla fine di novembre sulla piattaforma del Grand Tour delle Marche e sulla App di Tipicità, valorizzeranno per tutto l’anno le strutture ricettive del territorio”.
A portare altra attenzione sull’Infiorata, sarà inoltre un singolare “Cocktail dei fiori”, segno che una sentita tradizione piena di entusiasmo e fermento, è in grado di lanciarsi nel futuro con stimolo innovativo e, farsi sempre più appetibile anche al difuori dei confini territoriali. Prevista per sabato 22 giugno, la proposta enogastronomica di alto livello, avrà come ospite speciale la chef Serena D’alesio, patrone del relais Marchese del Grillo, la quale sfoggerà la sua arte partendo dal tema dei fiori edibili suggerito dall’Accademia di Tipicità. Supportata dal project partner Mediolanum, la serata vedrà la partecipazione di una cinquantina tra clienti e imprenditori del gruppo bancario. 
Nutrito il programma delle manifestazioni collaterali del week end fiorito di Castelraimondo, illustrato dall’assessore comunale Elisabetta Torregiani.
Si parte giovedì 20 giugno con il tradizionale taglio dei fiori e il ritrovo di tutte le 23 associazioni in piazza Dante.. Contemporaneamente presso il pub Ludwig Strass l’associazione Aido incontrerà i giovani per sensibilizzare alla donazione di organi. Dalle ore 21.00 di venerdì 21 giugno, ci si addentra nella realizzazione dei quadri fioriti lungo Corso Italia che, in contemporanea, sarà teatro delle esibizioni dei gruppi partecipanti in città al Festival internazionale del folcklore. Dal mattino di sabato, sarà possibile ammirare le 23 opere che, rincorrendosi lungo il corso di Castelraimondo su una superfice di oltre 1000 metri quadrati, formeranno un unico tappeto floreale; piazza della Repubblica ospiterà dalle ore 18 la seconda edizione del Castelrock Festival allietato da tanti giovani gruppi musicali del territorio.
Alle 21.00, sempre in piazza della Repubblica, è in programma il concerto della Banda Gazoldo degli Ippoliti, gemellata con il corpo bandistico locale. Gran finale a partire dalla mattinata di domenica 23 giugno, quando Castelraimondo sarà invasa da fotografi e turisti in ammirazione; alle ore 18.30, nella chiesa della Sacra Famiglia, Santa Messa presieduta dall’arcivescovo Francesco Massara alla quale seguirà la solenne processione . Concluderanno l’intensa tre giorni , gli spettacoli musicale e comico di l’estrazione della Lotteria Italia e i fuochi d’artificio, in piazza della Repubblica
C.C.

Speranza e voglia di rinascere dopo gli eventi sismici sono stati i temi dell’Infiorata a Castelraimondo. La 25°edizione è stata caratterizzata dal passaggio dalla tradizione all’innovazione.

Un successo per l’Infiorata con un boom di visitatori nel segno della speranza e rinascita post-sisma.
90mila petali colorati hanno fatto da cornice alla grande voglia di ripartenza dell’intero territorio dell’Alto Maceratese con migliaia di turisti italiani e stranieri che hanno riempito strade e piazze nel weekend. Edizione dei record organizzata da Comune e Pro Loco insieme agli oltre quattrocento volontari e alle associazioni cittadine, che hanno trasformato il cuore del paese in un piccolo museo a cielo aperto. Una tradizione che è viva ancora oggi e si è rinnovata grazie al Gruppo Med con una vetrina online in continuo aggiornamento, dirette social sulla pagina Facebook seguite da migliaia di persone in tutto il mondo e l’innovativa App con tecnologia beacon, realizzata dal ramo Med Innovations di Stefano Parcaroli per vivere un’esperienza unica a 360°. 
 
25 opere per 25 anni di Infiorata sono state realizzate lungo Corso Italia. Mille colori hanno dipinto la via e abili mani hanno modellato morbide fantasie di petali. Mai uguale ai precedenti e sempre sorprendente, il rito dell’Infiorata di Castelraimondo si è rinnovato con immagini che si proiettano nel profondo dell’anima legate al tema della speranza. Dalla sera di sabato 17 fino alle prime luci dell’alba di domenica 18, i maestri fiorai hanno disegnato il lungo tappeto fiorito con petali, semi e chicchi di caffè per la solenne processione del Corpus Domini. ( sotto nella foto ,

 la presenza dell'arcivescovo Brugnaro.

processione infiorata panorama piccola

opere infiorata castelraimondo 2017IMG 6214

Innovazione e tecnologia 

La speranza è grande come il nostro cuore” è la frase simbolo dell’opera di Paola Cagnigni ispirata proprio agli eventi sismici che hanno duramente colpito il nostro territorio. Uno sguardo alle zone terremotate anche dal comune di Mogliano con un quadro rappresentante un occhio con accanto scritti i nomi dei paesi devastati dal sisma.

FullSizeRender 5


Molteplici gli eventi collaterali che hanno animato le vie del centro. Da sottolineare la presenza del Grand Tour delle Marche con degustazioni di prodotti tipici e eccellenze del territorio, oltre al viaggio nel Paniere di lunga vita per conoscere, approfondire e gustare i prodotti certificati Unicam.

FullSizeRender 9

FullSizeRender 15

opere infiorata castelraimondo 2017IMG 6087 

( nella foto in alto, Sandro Parcaroli della Med Store e il sindaco Renzo Marinelli )

opere infiorata castelraimondo 2017IMG 6271

opere infiorata castelraimondo 2017IMG 6083

Tutto esaurito per lo spettacolo gratuito del Macerata Opera Festival, fortemente voluto da Sandro Parcaroli presidente del comitato Infiorata, che per la prima volta nella storia arriva sul palco dell’Infiorata con una serata unica dal titolo “Florilegio di note, lo Sferisterio a Castelraimondo fra brani d’opera e poesia ispirata ai fiori”. 

coro sferisterio

parcaroli e autorità

spettatori al concerto

La rappresentazione, condotta dall’attrice Maria Pilar Perez Aspa, è stata ideata dal direttore artistico Francesco Micheli con la consulenza musicale di Gianfranco Stortoni.

2 cantanti

Sul palco altre tre donne: il soprano Samantha Sapienza, il mezzosoprano Mariangela Marini e la pianista Cesarina Compagnoni, insieme al coro diretto dal Maestro Luciano Feliciani per un vero omaggio all’Infiorata, grazie ad arie scelte per il loro legame con i fiori. Una serata suggestiva all’insegna della solidarietà con il palco allestito in piazza della Repubblica, sede del comune e della torre del Cassero, entrambi feriti dal sisma, a simboleggiare la grande voglia di un’intera comunità di ripartire proprio dai luoghi colpiti dal terremoto.

autorità in prima fila infiorata

 

I numeri dei biglietti vincenti della lotteria dell'Infiorata sono: 5163, 4728, 5161, 2222, 3450, 3460, 0587 e 2515. (L'ordine è dal primo all'ultimo premio)

Si rinnova anche quest’anno, nonostante il terremoto, la tradizione dell'Infiorata per il Corso Italia di Castelraimondo. Un traguardo importante con tante innovazioni.

Anche a Caldarola sono stati reaqlizzati 6 quadri, non nel centro storico ma lungo il viale. Anche la processione per la festa del Corpus Domini HA SUBITO molte modifiche soprattutto nel tragitto da percorrere. Caratteristica maggiore di questa infiorata è sempre stata soprattutto la cura nella realizzazione degli splendidi quadri a tema realizzati di fronte alla collegiata che riproducevano con dovizia di particolari temi sacri cari alle tradizioni caldarolesi, ovviamente tutti realizzati usando petali di fiori, foglie, semi e segatura colorata (usata per i colori particolari).

Su il sipario della 25° edizione dell’Infiorata di Castelraimondo, il Festival che trasforma il cuore del paese in un piccolo museo a cielo aperto. Una settimana di festa, iniziata domenica 11 giugno per concludersi sabato 17 e domenica 18 giugno, giornate clou dell’evento. Un appuntamento che è diventato negli anni una tradizione e che in occasione del 25° anniversario si lega all’innovazione grazie alla Med Innovations del Gruppo Med.
Dalla nuova immagine dell’Infiorata, al sito dedicato passando per l’App con la tecnologia beacon. L’ultima frontiera del marketing di prossimità arriva a Castelraimondo per offrire alle migliaia di turisti un’esperienza unica e coinvolgente. Immaginate di camminare tra le opere dell’Infiorata, dove sono stati sistemati i beacon, dispositivi di pochi centimetri che, attraverso il bluetooth comunicano con il vostro smartphone inviando notifiche all’App dedicata. In questo caso, guideranno il visitatore tra i quadri di fiori e racconteranno cosa sta vedendo davanti ai propri occhi: una descrizione dettagliata dell’opera stessa oltre alla storia dell’associazione che l’ha ideata. Il tutto sul proprio telefono con una modalità al passo coi tempi che piace all’utente e permette una navigazione dinamica durante il percorso con un’immersione a 360° sul territorio. Con l’App gratuita sarà inoltre possibile rimanere aggiornati con tutte le news in tempo reale, scaricare il programma dell’iniziativa, scoprire in anteprima i bozzetti delle opere che verranno realizzate. Spazio anche al turismo con una sezione dedicata a dove mangiare e dormire e ai servizi utili per il visitatore. L’App è disponibile su App Store e Play Store.

 

(La conferenza stampa di presentazione della nuova App)

Conferenza Infiorata Castelraimondo 3

Collaborazioni di rilievo per questa 25° edizione come quella con Unicam e il Grand Tour delle Marche che saranno protagonisti nel weekend a Castelraimondo con degustazioni e prodotti tipici. Gran finale con lo spettacolo gratuito del Macerata Opera Festival in programma domenica 18 giugno alle 21,30 ‘Florilegio di note, lo Sferisterio a Castelraimondo fra brani d’opera e poesia ispirata ai fiori’ a cura del direttore artistico del Mof Francesco Micheli”.

Nel dettaglio: venerdì 16 giugno tradizionale taglio dei fiori in piazza Dante dalle 20,30. Dal tramonto di sabato 17 gli artisti inizieranno l’allestimento lungo corso Italia delle composizioni floreali. Domenica 18 giornata clou dell’evento con l’esibizione per le vie cittadine dei Gruppi Folkloristici e dei tamburini a partire dalle 16,30. Alle 18,30 Santa Messa nella Chiesa della Sacra Famiglia e a seguire la Solenne Processione del “Corpus Domini” con la partecipazione del Corpo Bandistico “Ugo Bottacchiari”, attraverserà il tappeto fiorito fino a piazza della Repubblica.

Nozze d'argento per l'Infiorata di Castelraimondo, l'evento che trasforma il cuore del paese in un piccolo museo a cielo aperto, pieno di colori e oggi, dopo il devastante terremoto dello scorso ottobre, colmo di speranza. Un tappeto fiorito che farà da cornice alla grande voglia di rinascita con venticinque opere d'arte realizzate con i petali di novantamila fiori freschi. Una tradizione viva che per la sua 25à edizione presenta molte novità, come tiene a sottolineare il nuovo presidente dell'Associazione Infiorata Sandro Parcaroli. "Anzitutto vorrei ringraziare il sindaco Marinelli e i rappresentanti dell'associazione per avermi indicato quale presidente, incarico che ho accettato con molto entusiasmo. Subito ho iniziato a pensare a come poter dare un tocco innovativo a questa manifestazione che da 25 anni arricchisce Corso Italia nel giorno del Corpus Domini. La mission è stata quella di far conoscere questa manifestazione in tutta Italia, nella convinzione che le manifestazioni presenti nel nostro territorio sono un patrimonio della regione e dell'intero Paese. Solo in questo modo riusciremo a riportare flussi di turismo nelle nostre zone così duramente colpite". Ecco, dunque, l'idea di portare lo Sferisterio e gli spettacoli del Macerata Opera Festival sotto il Cassero. "Così – continua Parcaroli – la sera del 18 giugno, al termine della processione, ci sarà uno spettacolo, impostato dal direttore artistico Francesco Micheli, delle opere legate ai fiori, con la presenza di un coro di elevato livello". Elemento di novità, grazie al Gruppo Med Store, il legame con l'innovazione tecnologica. Dalla nuova immagine dell'lnfiorata, al sito dedicato passando per l'App con la tecnologia beacon. L'ultima frontiera del marketing di prossimità arriva a Castelraimondo per offrire ai visitatori un'esperienza unica e coinvolgente. "Finora – spiega il presidente - il quadro fiorito era descritto da un foglio con l'indicazione del tema e degli autori. Ora, invece, i beacon, scatoline di pochi centimetri che attraverso il bluetooth comunicano con gli smartphone inviando notifiche all'App dedicata, guideranno il visitatore tra i quadri di fiori e offriranno una descrizione dettagliata dell'opera stessa, oltre alla storia dell'associazione che l'ha ideata. Il tutto sul proprio telefono con una modalità al passo coi tempi che permette una navigazione dinamica durante il percorso con un'immersione a 360° sul territorio". "Un anniversario importante per la nostra Infiorata in un momento particolare per l'intero territorio che potrà anche segnare un momento di rinascita – le parole del sindaco Renzo Marinelli – Questo evento deve essere per tutti noi una spinta ad andare oltre, in un'ottica di collaborazione perchè soltanto restando uniti e operando tutti insieme riusciremo a superare le difficoltà. Noi ci batteremo in tal senso e questo sarà solo l'inizio".

Conferenza Infiorata Castelraimondo 10

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo