Castelraimondo- Fervono i preparativi per la 27.ma Infiorata del Corpus Domini

Giovedì, 13 Giugno 2019 17:20 | Letto 1062 volte   Clicca per ascolare il testo Castelraimondo- Fervono i preparativi per la 27.ma Infiorata del Corpus Domini Nella ricorrenza della festività del Corpus Domini, le strade principali di Castelraimondo  tornano a trasformarsi in un tripudio di fiori colorati. La suggestiva “Infiorata” giunta alla sua 27esima edizione, ricca di un nutrito programma e in tutta la sua straordinaria bellezza,  è pronta a sorprendere dal 21 al 23 giugno prossimi. Cresciuta nel tempo, la manifestazione è diventata il vero fiore allocchiello della cittadina. Lo ha ricordato durante la conferenza stampa di presentazione il sindaco Renzo Marinelli, evidenziandone quali note distintive il forte spirito di socialità e di unione. Coinvolti in un corale progetto, sono i volontari di tutte le associazioni cittadine che, dai bozzetti alla realizzazione finale, si preparano per mesi all’ evento. Ad incrementare il successo  dell’Infiorata è anche il fatto di essere inserita dal 2015 nel circuito del Grand Tour delle Marche che, come ricordato dal responsabile organizzativo Alberto Monachesi, raccoglie e seleziona il meglio delle eccellenze regionali sia in campo culturale che enogastronomico, circuito nel quale un evento qualificante come l’Infiorata non poteva  che inserirsi a pieno titolo. “Sin dal suo ingresso - ha detto Monachesi- Castelraimondo si èpotuta immettere in una serie di circuiti di collaborazione in grado di accrescere le occasioni di valorizzazione e promozione della città, anche in altri contesti. Già da maggio è in atto la promozione dell’Infiorata in tutte le province marchigiane e domenica 16 giugno sarà in trasferta a Porto Recanati con la realizzazione di un quadro fiorito, all’interno della manifestazione dedicata al brodetto. Forte anche il riscontro sulla stampa nazionale che consente di attirare visitatori sul territorio durante tutto l’anno. Nella difficile realtà del dopo sisma- ha aggiunto- il clima gioioso, positivo e propositivo di questa manifestazione, ci ha permesso di lanciare un messaggio luminoso e delle proposte turistiche, valide nono soltanto nel denso week end dell’Infioratama che, rimanendo ben visibili fino alla fine di novembre sulla piattaforma del Grand Tour delle Marche e sulla App di Tipicità, valorizzeranno per tutto l’anno le strutture ricettive del territorio”. A portare altra attenzione sull’Infiorata, sarà inoltre un singolare “Cocktail dei fiori”, segno che una sentita tradizione piena di entusiasmo e fermento, è in grado di lanciarsi nel futuro con stimolo innovativo e, farsi sempre più appetibile anche al difuori dei confini territoriali. Prevista per sabato 22 giugno, la proposta enogastronomica di alto livello, avrà come ospite speciale la chef Serena D’alesio, patrone del relais Marchese del Grillo, la quale sfoggerà la sua arte partendo dal tema dei fiori edibili suggerito dall’Accademia di Tipicità. Supportata dal project partner Mediolanum, la serata vedrà la partecipazione di una cinquantina tra clienti e imprenditori del gruppo bancario.  Nutrito il programma delle manifestazioni collaterali del week end fiorito di Castelraimondo, illustrato dall’assessore comunale Elisabetta Torregiani. Si parte giovedì 20 giugno con il tradizionale taglio dei fiori e il ritrovo di tutte le 23 associazioni in piazza Dante.. Contemporaneamente presso il pub Ludwig Strass l’associazione Aido incontrerà i giovani per sensibilizzare alla donazione di organi. Dalle ore 21.00 di venerdì 21 giugno, ci si addentra nella realizzazione dei quadri fioriti lungo Corso Italia che, in contemporanea, sarà teatro delle esibizioni dei gruppi partecipanti in città al Festival internazionale del folcklore. Dal mattino di sabato, sarà possibile ammirare le 23 opere che, rincorrendosi lungo il corso di Castelraimondo su una superfice di oltre 1000 metri quadrati, formeranno un unico tappeto floreale; piazza della Repubblica ospiterà dalle ore 18 la seconda edizione del Castelrock Festival allietato da tanti giovani gruppi musicali del territorio. Alle 21.00, sempre in piazza della Repubblica, è in programma il concerto della Banda Gazoldo degli Ippoliti, gemellata con il corpo bandistico locale. Gran finale a partire dalla mattinata di domenica 23 giugno, quando Castelraimondo sarà invasa da fotografi e turisti in ammirazione; alle ore 18.30, nella chiesa della Sacra Famiglia, Santa Messa presieduta dall’arcivescovo Francesco Massara alla quale seguirà la solenne processione . Concluderanno l’intensa tre giorni , gli spettacoli musicale e comico di l’estrazione della Lotteria Italia e i fuochi d’artificio, in piazza della RepubblicaC.C.
Nella ricorrenza della festività del Corpus Dominile strade principali di Castelraimondo  tornano a trasformarsi in un tripudio di fiori colorati. La suggestiva “Infiorata” giunta alla sua 27esima edizione, ricca di un nutrito programma e in tutta la sua straordinaria bellezza,  è pronta a sorprendere dal 21 al 23 giugno prossimi.
Cresciuta nel tempo, la manifestazione è diventata il vero fiore all'occhiello della cittadina. Lo ha ricordato durante la conferenza stampa di presentazione il sindaco Renzo Marinelli, evidenziandone quali note distintive il forte spirito di socialità e di unione. Coinvolti in un corale progetto, sono i volontari di tutte le associazioni cittadine che, dai bozzetti alla realizzazione finale, si preparano per mesi all’ evento.
Ad incrementare il successo  dell’Infiorata è anche il fatto di essere inserita dal 2015 nel circuito del Grand Tour delle Marche che, come ricordato dal responsabile organizzativo Alberto Monachesi, raccoglie e seleziona il meglio delle eccellenze regionali sia in campo culturale che enogastronomico, circuito nel quale un evento qualificante come l’Infiorata non poteva  che inserirsi a pieno titolo.
IMG 20190613 123156

Sin dal suo ingresso - ha detto Monachesi- Castelraimondo si èpotuta immettere in una serie di circuiti di collaborazione in grado di accrescere le occasioni di valorizzazione e promozione della città, anche in altri contesti. Già da maggio è in atto la promozione dell’Infiorata in tutte le province marchigiane e domenica 16 giugno sarà in trasferta a Porto Recanati con la realizzazione di un quadro fiorito, all’interno della manifestazione dedicata al brodetto.
 Forte anche il riscontro sulla stampa nazionale che consente di attirare visitatori sul territorio durante tutto l’anno. Nella difficile realtà del dopo sisma- ha aggiunto- il clima gioioso, positivo e propositivo di questa manifestazione, ci ha permesso di lanciare un messaggio luminoso e delle proposte turistiche, valide nono soltanto nel denso week end dell’Infioratama che, rimanendo ben visibili fino alla fine di novembre sulla piattaforma del Grand Tour delle Marche e sulla App di Tipicità, valorizzeranno per tutto l’anno le strutture ricettive del territorio”.
A portare altra attenzione sull’Infiorata, sarà inoltre un singolare “Cocktail dei fiori”, segno che una sentita tradizione piena di entusiasmo e fermento, è in grado di lanciarsi nel futuro con stimolo innovativo e, farsi sempre più appetibile anche al difuori dei confini territoriali. Prevista per sabato 22 giugno, la proposta enogastronomica di alto livello, avrà come ospite speciale la chef Serena D’alesio, patrone del relais Marchese del Grillo, la quale sfoggerà la sua arte partendo dal tema dei fiori edibili suggerito dall’Accademia di Tipicità. Supportata dal project partner Mediolanum, la serata vedrà la partecipazione di una cinquantina tra clienti e imprenditori del gruppo bancario. 
Nutrito il programma delle manifestazioni collaterali del week end fiorito di Castelraimondo, illustrato dall’assessore comunale Elisabetta Torregiani.
Si parte giovedì 20 giugno con il tradizionale taglio dei fiori e il ritrovo di tutte le 23 associazioni in piazza Dante.. Contemporaneamente presso il pub Ludwig Strass l’associazione Aido incontrerà i giovani per sensibilizzare alla donazione di organi. Dalle ore 21.00 di venerdì 21 giugno, ci si addentra nella realizzazione dei quadri fioriti lungo Corso Italia che, in contemporanea, sarà teatro delle esibizioni dei gruppi partecipanti in città al Festival internazionale del folcklore. Dal mattino di sabato, sarà possibile ammirare le 23 opere che, rincorrendosi lungo il corso di Castelraimondo su una superfice di oltre 1000 metri quadrati, formeranno un unico tappeto floreale; piazza della Repubblica ospiterà dalle ore 18 la seconda edizione del Castelrock Festival allietato da tanti giovani gruppi musicali del territorio.
Alle 21.00, sempre in piazza della Repubblica, è in programma il concerto della Banda Gazoldo degli Ippoliti, gemellata con il corpo bandistico locale. Gran finale a partire dalla mattinata di domenica 23 giugno, quando Castelraimondo sarà invasa da fotografi e turisti in ammirazione; alle ore 18.30, nella chiesa della Sacra Famiglia, Santa Messa presieduta dall’arcivescovo Francesco Massara alla quale seguirà la solenne processione . Concluderanno l’intensa tre giorni , gli spettacoli musicale e comico di l’estrazione della Lotteria Italia e i fuochi d’artificio, in piazza della Repubblica
C.C.

Letto 1062 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo