Truffa del resto a Muccia, denunciati due pregiudicati napoletani

Martedì, 14 Novembre 2023 09:27 | Letto 836 volte   Clicca per ascolare il testo Truffa del resto a Muccia, denunciati due pregiudicati napoletani Truffa del resto in un esercizio commerciale di Muccia, al termine di unarticolata e lunga indagine partita il 6 luglio scorso, i carabinieri della stazione di Serravalle di Chienti hanno denunciato due pregiudicati napoletani di 46 e 51 anni residenti a Somma Vesuviana. La scorsa estate i deu si erano presentati in un noto esercizio commerciale di Muccia per acquistare tabacchi e, creando un po di confusione, avevano cercato di far credere alla cassiera  di aver già pagato le sigarette con banconote di grosso taglio attendendo dunque che venisse dato loro il resto. La cassiera, tuttavia, era stata pronta ad opporsi allontanando i due che si erano velocemente dati alla fuga facendo perdere le loro tracce. A quel punto i militari dellArma si erano messi alla ricerca dei responsabili della truffa. Attraverso le telecamere del bar, quelle poste lungo l’itinerario, lascolto dei testimoni e la descrizione minuziosa dei soggetti, hanno ricostruito sia l’itinerario di arrivo che quello di fuga confrontandola con episodi analoghi accaduti in altre zone. Al termine degli accertamenti i due sono stati identificati e denunciati alla Procura della repubblica di Macerata. 
Truffa del resto in un esercizio commerciale di Muccia, al termine di un'articolata e lunga indagine partita il 6 luglio scorso, i carabinieri della stazione di Serravalle di Chienti hanno denunciato due pregiudicati napoletani di 46 e 51 anni residenti a Somma Vesuviana. La scorsa estate i deu si erano presentati in un noto esercizio commerciale di Muccia per acquistare tabacchi e, creando un po' di confusione, avevano cercato di far credere alla cassiera  di aver già pagato le sigarette con banconote di grosso taglio attendendo dunque che venisse dato loro il resto. La cassiera, tuttavia, era stata pronta ad opporsi allontanando i due che si erano velocemente dati alla fuga facendo perdere le loro tracce. 
A quel punto i militari dell'Arma si erano messi alla ricerca dei responsabili della truffa.
 Attraverso le telecamere del bar, quelle poste lungo l’itinerario, l'ascolto dei testimoni e la descrizione minuziosa dei soggetti, hanno ricostruito sia l’itinerario di arrivo che quello di fuga confrontandola con episodi analoghi accaduti in altre zone. Al termine degli accertamenti i due sono stati identificati e denunciati alla Procura della repubblica di Macerata. 

Letto 836 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo