Anselmi elezionI M. s. martino

 

Morìa di carpe al lago di Caccamo. Dalle analisi emerge positività all'edema della carpa

scritto Sabato, 20 Aprile 2019

Dopo la morìa di carpe che dal 29 marzo sta interessando il Lago di Caccamo, l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Tolentino ha emesso i dati emersi dalle analisi sulla prima carcassa

campionata dai Carabinieri Forestali di Camerino. In quel caso non sono stati riscontrati né patogeni né sostanze tossiche ma le verifiche sono proseguite con ulteriori carcasse campionate l'11 aprile e da uno dei referti è emersa la positivà al virus dell’edema della carpa (CEV). Si tratta di un patogeno che non è trasmissibile all'uomo, comparso di recente nel continente europeo e che colpisce solo le carpe determinandone una sindrome letargica, oltre ad una condizione edematosa generalizzata, che conduce l’animale alla morte. 

Solitamente il CEV, qualora presente, persiste in forma latente e diventa virulento, determinando i sintomi patologici, anche attivandosi in seguito a variazioni termiche delle acque. Si attende la fine delle analisi per poter avere un quadro preciso sulla causa della morte delle carpe, fin'ora 50 esemplari. Nel frattempo i Carabinieri Forestali stanno ancora monitorando la situazione e la notizia della possibile presenza di CEV è stata comunicata agli enti preposti per eventuali provvedimenti. 

  Clicca per ascolare il testo Morìa di carpe al lago di Caccamo. Dalle analisi emerge positività all'edema della carpa scritto Sabato, 20 Aprile 2019 Dopo la morìa di carpe che dal 29 marzo sta interessando il Lago di Caccamo, lIstituto Zooprofilattico Sperimentale di Tolentino ha emesso i dati emersi dalle analisi sulla prima carcassa campionata dai Carabinieri Forestali di Camerino. In quel caso non sono stati riscontrati né patogeni né sostanze tossiche ma le verifiche sono proseguite con ulteriori carcasse campionate l11 aprile e da uno dei referti è emersa la positivà al virus dell’edema della carpa (CEV). Si tratta di un patogeno che non è trasmissibile alluomo, comparso di recente nel continente europeo e che colpisce solo le carpe determinandone una sindrome letargica, oltre ad una condizione edematosa generalizzata, che conduce l’animale alla morte.  Solitamente il CEV, qualora presente, persiste in forma latente e diventa virulento, determinando i sintomi patologici, anche attivandosi in seguito a variazioni termiche delle acque. Si attende la fine delle analisi per poter avere un quadro preciso sulla causa della morte delle carpe, finora 50 esemplari. Nel frattempo i Carabinieri Forestali stanno ancora monitorando la situazione e la notizia della possibile presenza di CEV è stata comunicata agli enti preposti per eventuali provvedimenti. 

390 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

  appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo