Notizie di cronaca nelle Marche
Lunedì, 30 Aprile 2018 17:24

Rischio crolli- Chiusa un’altra strada

A Camerino, si dovrà attendere ancora qualche giorno di verifica puntuale, per la riapertura al pubblico di piazza Cavour. Sabato scorso la piazza era stata chiusa in via precauzionale, a seguito della segnalazione che la tenuta della messa in sicurezza, a suo tempo realizzata sui due campanili della cattedrale , andrebbe forse ulteriormente verificata per la presenza di nuove fessurazioni o comunque di peggioramento del danno preesistente.

” Non appena ricevuta la segnalazione su un possibile peggioramento dello stato dei due campanili della cattedrale – spiega l’ingegnere Marco Orioli , abbiamo immediatamente provveduto a mettere in sicurezza la zona e ad interdire il passaggio delle persone; stiamo facendo tutte le verifiche e, qualora fossero confermate le ulteriori fessurazioni , provvederemo nei prossimi giorni, a fare tutte le opere provvisionali necessarie sulle due torri.

crepa muro

 

Per quanto riguarda il resto della zona rossa, al momento i controlli su possibili aggravi della situazione, hanno dato esito negativo, tutttavia- evidenzia l’ingegnere- nelle ultime ore una nuova segnalazione , ha reso purtroppo necessaria la chiusura dell’ultimo tratto di strada di viale Giacomo Leopardi.

Il problema riscontrato riguarda per la precisione un edificio in pietra incombente su Largo Et poi si more.

L’alta struttura che si trova proprio sopra l’antica fonte, denota infatti un aggravamento dello stato di danno che ho potuto anche constatare di persona. Subito quindi si è provveduto a chiudere quel tronco di strada, in corrispondenza dell'incrocio con Largo et Poi si More e, contestualmente, ci siamo già attivati per eseguire mercoledì 2 maggio le operazioni di messa in sicurezza sull’edificio”.

20180430 164244

20180430 164141

.

 

Pubblicato in Cronaca

"Purtroppo dobbiamo provvedere ad una nuova chiusura della nostra Piazza Cavour". Lo afferma in una nota il sindaco di Camerino Gianluca Pasqui, spiegando le motivazioni della decisione.  "In vista di alcune manifestazioni, infatti, avevamo pensato di utilizzare gli spazi riaperti della piazza. Dopo la scossa del 10 Aprile abbiamo effettuato un nuovo sopralluogo con i Vigili del Fuoco dal quale non sono emerse problematiche che suggeriscano di ampliare il perimetro della zona rossa. Nel pomeriggio di ieri- continua Pasqui- , per quanto riguarda la Cattedrale, l'ingegnere responsabile dell'ufficio Ricostruzione dell'Arcidiocesi di Camerino ci ha segnalato che la tenuta delle messe in sicurezza, attuate a suo tempo da squadre specializzate dei Vigili del Fuoco, relativamente ai due campanili, andrebbe ulteriormente verificata poiché i due campanili presentano nuove fessurazioni. A seguito della comunicazione, il responsabile dell'Ufficio Tecnico del Comune di Camerino ha disposto che, in via precauzionale e in attesa di individuare tempi e modi di un eventuale ulteriore intervento di messa in sicurezza, è necessario sin da oggi chiudere al pubblico l'accesso a Piazza Cavour".

Pubblicato in Cronaca

Grave incidente stradale lungo la provinciale 361 Septempedana alle porte di San Severino Marche. Ad avere la peggio un giovane ragazzo che è stato trasportato in eliambulanza all'ospedale regionale di Torrette. Immediata la richiesta di soccorso con i sanitari del 118 che viste le condizioni del ragazzo ne hanno disposto il trasferimento in elicottero ad Ancona. Stando alle prime ricostruzioni il ragazzo, che viaggiava a bordo di un'Alfa 147 in direzione Macerata, ha urtato una Ford che viaggiava in senso opposto e sulla quale si trovavano due quarantenni e un bimbo di 10 anni, tutti fortunatamente rimasti illesi. La carambola ha provocato l'uscita di strada della Ford, mentre l'Alfa, come impazzita, ha impattato frontalmente contro un'altra Alfa 147 che proveniva da San Severino alla guida della quale si trovava un altro ragazzo che è stato trasportato in ospedale. Ad avere la peggio, come detto, il giovane che ha innescato l'incidente e che si trova ricoverato nel nosocomio di Torrette. 

IMG 1255

IMG 2493

IMG 2491

Pubblicato in Cronaca

Dopo il successo dello scorso anno in cui, ad aprile, oltre 130 persone di tutte le età e provenienti da ogni parte d’Italia si sono messe in cammino condividendo passi, emozioni, sorrisi e spazi comuni per mostrare la propria vicinanza alle popolazioni dell’Alto Maceratese colpite dal sisma, l’iniziativa si ripete nel ponte del Primo maggio.

Un movimento nato dal basso, da un gruppo di amici amanti del turismo a passo lento, desiderosi di fare qualcosa per far conoscere la bellezza e le ferite del fragile entroterra al resto d'Italia.

Una camminata tra i borghi dell'Alto Maceratese, una terra di straordinaria bellezza ancora duramente ferita dal sisma. Alla riscoperta di luoghi ricchi di suggestione a contatto diretto con realtà ambientali e naturalistiche di straordinario pregio e interesse, dando un aiuto concreto alla micro economia locale con l’acquisto di prodotti nei bar, ristoranti, negozi presenti lungo il percorso.

Il cammino si svolge nel ponte del Primo maggio, in concomitanza con la manifestazione "Cortili in fiore", un appuntamento fisso per la città di Camerino, che da oltre 10 anni richiama un numero di visitatori in costante crescita.

Sessantacinque chilometri che si snoderanno da San Severino Marche, passando per Serrapetrona, Belforte del Chienti, Camporotondo di Fiastrone, Caldarola, Pievefavera e Camerino.
Sentieri segnalati, strade di campagna con meravigliose viste panoramiche sulle dolci colline marchigiane, boschi, gole ed in prossimità dei paesi alcuni tratti di strade asfaltate. Questo lo sfondo dell’evento.

Il percorso di sabato prevede 25 chilometri da San Severino a Camporotondo.

Domenica sarà la volta di Caldarola e Camerino, poi lunedì si ritornerà al punto di partenza.

Pubblicato in Cronaca

Sorrisi e grida gioiose di bambini in tenera età, hanno salutato a Sefro la donazione che i Lions di Matelica hanno consegnato alla scuola dell’infanzia Rinaldo Astolfi. Una quindicina di giochi fanno bella mostra all’interno e all’esterno della scuola, regalando una bella macchia di colore al bellissimo spazio verde. Alla breve cerimonia istituzionale, arricchita dallo scambio di guidoncini e omaggi, hanno preso parte il sindaco Giancarlo Temperilli, il presidente dei Lions di Matelica Endrio Pataracchia, il personale docente e i piccoli alunni. Un altro atto di generosità che, come sottolineato dal sindaco, riscalda il cuore dell’intera comunità.

IMG 20180426 101608501

“Da parte dell'amministrazione comunale di Sefro- spiega Endrio Pataracchia - abbiamo ricevuto questa richiesta di aiuto a favore della scuola dell’infanzia e, noi come Lions Club Matelica, sempre disponibili ad aiutare quando possiamo, abbiamo risposto presente. I bambini del resto sono il futuro di questi paesi ed è importante dedicare attenzione anche alle loro seppur piccole necessità. E’ soltanto uno di una lunga serie di service che costantemente ci vedono impegnati nell’azione di arrecare sollievo alle situazioni problematiche della collettività e anche a favore dei giovanissimi, con attività che portiamo avanti sia a livello di infanzia che di scuole superiori. Tra le iniziative- ricorda Pataracchia- quelle di informazione e prevenzione dei tumori e, quest’anno, il service “Viva Sofia domani per la vita” rivolto alle scuole dell’infanzia e materna , attraverso il quale è stato possibile illustrare ad insegnanti e genitori, le manovre salvavita e di corretto intervento, nelle situazioni di ostruzione alle vie respiratorie”.

“Ringrazio di cuore gli amici Lions per il loro bellissimo gesto” Così il sindaco Giancarlo Temperilli . “Doni bellissimi che faranno la gioia dei 13 bambini della scuola dell’infanzia del paese e che accogliamo come un bellissimo segnale di speranza per il quale ringrazia l’intera comunità; per me il piacere è doppio- aggiunge - tra le mie prime azioni da sindaco c’è stata infatti quella di riuscire a far riaprire l'asilo. All'inizio, c’erano solo 5 bambini e oggi sono diventati 13 per cui, atti di generosità come questo, rappresentano un segnale forte per qualcosa che mi sta particolarmente a cuore e mi fa provare emozione. Ritengo che bisogna sostenere l'asilo di questa comunità e, chi fa gesti come quello di oggi diventa automaticamente amico del cuore. L'asilo- sottolinea il sindaco- è anche uno dei primissimi punti di aggregazione e socialità dei bambini e, essendo la nostra una bella realtà multietnica, anche il luogo da cui può nascere davvero una “comunità nuova”. E’ il primo approccio per far crescere una comunità, che mi auguro possa andare avanti in maniera prospera e compatta, per un futuro migliore”.

Alla cerimonia di consegna ha voluto essere presente anche Pierina Spurio, dirigente dell’Istituto Comprensivo Strampelli: ”Non possiamo che ringraziare per le numerose azioni di solidarietà e testimonianze d'affetto che ci hanno raggiunto in ogni modo. – dichiara la preside- Quella di oggi è l’ennesima conferma che non siamo stati lasciati soli e che le difficoltà possono superarsi. Questa è una piccola scuola di montagna e, anche se i bambini non sono molti, è una realtà molto vivace dove le insegnanti lavorano con molta passione. Il sostegno e la generosità dei Lions che ha donato dei giochi , saranno sicuramente ben graditi e ben accetti dai 13 bambini di varie nazionalità che frequentano il plesso scolastico in un contesto che possiamo definire anche molto familiare. Bambini che apprezzano e godono sia della struttura, sia del magnifico ambiente naturale che la circonda”.

IMG 20180426 101548783

 

IMG 20180426 102847774

IMG 20180426 101800296

 

Pubblicato in Cronaca

25 aprile caldo non solo per il bel tempo, ma anche sulle strade. Il traffico che lo scorso anno aveva fatto discutere durante il periodo estivo, a causa dei numerosi automobilisti dell’entroterra che approfittavano del nuovo tratto di superstrada Valdichienti per andare al mare, è tornato a colmare la superstrada. Già da questa mattina, infatti, lunghe code e rallentamenti sono stati registrati, soprattutto in direzione monti. In questa bella giornata di festa, in cui il sole è il protagonista, in molti hanno approfittato per una gita fuori porta, senza però fare i conti con una strada che non è ancora pronta ad accogliere un così grande numero di automobilisti.

Pubblicato in Cronaca

Chiusa una sala scommesse a Camerino perchè non in regola con la recente normativa emanata dal Ministero dell'Interno. Il provvedimento, primo in Italia dopo la pubblicazione del decreto dello scorso 19 marzo a norma del quale le sale in questione debbono rispettare distanze minime rispetto a luoghi cosiddetti sensibili (scuole, bancomat...), è stato eseguito a seguito di controlli effettuati dagli agenti della Polizia Locale e dai carabinieri che hanno provveduto ad effettuare le previste misurazioni. Nella fattispecie la sala era troppo vicina ad un bancomat. Da qui l'annullamento della licenza e l'immediata chiusura.

Pubblicato in Cronaca

Taglio del nastro per la nuova sede dell’Area Segreterie Studenti e Area Servizi agli studenti e mobilità internazionale dell’università di Camerino. In via Gentile III da Varano n. 26 i nuovi confortevoli locali che occupano una superficie di 534 mq, in una postazione  vicinissima agli edifici sede dei principali corsi di laurea dell’ateneo. All’inaugurazione hanno preso parte i dipendenti impiegati nella struttura, insieme ad un folto gruppo di studenti Unicam. Presenti il rettore Pettinari, il DG Tedesco , il vicesindaco Lucarellli, le autorità militari e il vicario dell’arcidiocesi Mons. Tranzocchi che ha benedetto i locali. “ Una struttura per gli studenti e centrale per l’ateneo - ha evidenziato Pettinari nel suo saluto ai presenti- E’ la prima che inauguriamo a favore di chi si interfaccia quotidianamente con lo studente già iscritto e con la matricola Unicam ”. Sede degli uffici, una serie di edifici tinteggiati di giallo facilmente accessibili, con ampi spazi esterni e possibilità di parcheggio . “Quello che auspico- ha sottolineato il rettore- è che migliorando le condizioni lavorative dei dipendenti, possano ottimizzarsi le performance già altissime di questo comparto.”

“ Partire dalle Segreterie studenti è segnale importante - ha detto Lucarelli- ; l’accoglienza che ci ha contraddistinti negli anni, deve continuare ad essere tale anche per il domani. Ogni taglio del nastro è una conquista , una tappa per il futuro”.

IMG 20180424 120645911

 

IMG 20180424 122709021 1

 

IMG 20180424 122745238

 

Pubblicato in Cronaca

Denunciati 20 “falsi residenti” a Pieve Torina. Avrebbero percepito indebitamente circa 100mila euro di contributo per l’autonomia sistemazione. L’inchiesta, condotta dai Carabinieri della Compagnia di Camerino, va avanti da diversi mesi ormai è le prime 20 denunce potrebbero rappresentare solo l’inizio di una lunga serie. Ovviamente i controlli non riguarderanno solo il comune di Pieve Torina. 

L’accusa per loro è di falso ideologico, poiché tutti avevano presentato falsa documentazione dichiarando di risiedere nel comune gravemente colpito dal sisma, e percezione indebita di denaro pubblico. Per l’esattezza, la cifra si aggirerebbe poco oltre i 100mila euro. 

Pubblicato in Cronaca

"Easy Job", l'operazione del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Macerata a tutela della spesa pubblica: denunciati 53 dirigenti della Regione Marche per aver assunto, indebitamente, 776 lavoratori a tempo indeterminato. 

I militari, in stretto coordinamento con la Procura di Ancona, a seguito di una autonoma attività d’iniziativa orientata alla repressione delle frodi in danno dei bilanci locali, hanno concluso un’operazione di servizio segnalando all’autorità giudiziaria dorica 53 dirigenti regionali che, nel tempo, violando le disposizioni in tema di previsione del fabbisogno organico delle pubbliche amministrazioni, hanno permesso l’assunzione a tempo indeterminato di 776 lavoratori, contravvenendo anche alla norma che prevede l'assunzione tramite concorso pubblico, con ciò integrando la fattispecie delittuosa di abuso d’ufficio. 

Nel dettaglio, le attività investigative svolte hanno permesso di acclarare che i dirigenti denunciati, con le loro condotte illecite, hanno causato una spesa per l’ente regionale stimata in circa 121milioni e 792mila euro.

La complessa attività operativa, che si è sviluppata per oltre 18 mesi su tutto il territorio regionale, attraverso lunghi e articolati esami testimoniali e documentali, riscontrati con una minuziosa analisi normativa, ha infatti permesso di far emergere sistematiche e diffuse violazioni.

In particolare, i dirigenti denunciati hanno, prima di tutto, eluso la normativa di settore, omettendo di predisporre i previsti “Piani triennali del fabbisogno del personale”, documento fondamentale per consentire alla Regione di preventivare le necessità di personale da assumere. 

Tale omissione, determinando la mancata verifica preventiva delle effettive esigenze di assunzioni, ha consentito la stabilizzazione dei 776 dipendenti fino a quel momento impiegati a tempo determinato. 

In molti casi, inoltre, non sono state attivate le necessarie procedure di concorso pubblico, mentre in altri si è proceduto alla predisposizione di “bandi fotografia”, cioè veri e propri provvedimenti illeciti, formati esclusivamente per assumere dipendenti predeterminati. In tali bandi, infatti, i requisiti previsti sono stati “fotografati” su quelli effettivamente posseduti dai lavoratori interessati, arrivando persino a pubblicare il relativo bando di concorso il giorno successivo a quello in cui il dipendente da stabilizzare aveva maturato i requisiti indicati. Con l'indagine è stato anche accertato che 11 lavoratori hanno perino falsamente attestato in atti il possesso di requisiti in realtà non posseduti, e sono stati denunciati per falso ideologico e, in un caso, per truffa aggravata.

La proiezione trasversale delle indagini svolte, ha portato, infine, a segnalare l’intero contesto delineato alla Procura Regionale della Corte dei Conti, presso la Sezione Giurisdizionale per la Regione Marche di Ancona, per le valutazioni di competenza, ai fini dell’accertamento delle eventuali condotte causative di danno erariale in capo ai responsabili. 

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 7

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo