PIEDINO Appenn a casa 2021
Notizie di cronaca nelle Marche
Come voltare un'altra pagina di quei libri che, da decenni, la storica cartolibreria Filelfo di Tolentino destina a generazioni di studenti.
Il trasferimento di uno dei locali più longevi della città resterà, infatti, nella memoria non solo come cambiamento, ma soprattutto come esempio di tenacia e passione per un mestiere.
Quel mestiere che Sara Pelliccioni e Giuliano Gentili hanno tramandato ad Adriana Piergiacomi quando, a soli 18 anni, si avvicinò ad un lavoro che oggi è diventata la sua attività.
"Ho cominciato da giovanissima - racconta ai microfoni di Barbara Olmai per RadioC1...inBlu - . Avevo 18 anni quando Sara Pelliccioni mi ha preso sotto la sua ala protettrice e mi ha insegnato un mestiere. Ho lavorato per 22 anni con Sara, fino a quando per lei è arrivata la pensione ed io ho deciso, da commessa, di diventare la titolare della cartolibreria".

Un percorso che ha visto i primi ostacoli fin da subito: "Nel mese stesso in cui ho deciso di acquisre l'attività è arrivato il terremoto - racconta Adriana Piergiacomi - . Un inizio in salita, ma fatto con tanto amore e con il grande aiuto di Sara e Giuliano.
Ora, in tempo di Covid, mi ritrovo a dover cambiare location perchè il palazzo della sede storica, in via della Pace, sarà interessato da lavori di sistemazione".

Un cambio che non tradisce, però, il cuore della città: "Ho trovato un luogo, in piazza della Libertà, che mi ha permesso di trasferirmi senza problemi e senza abbandonare il centro storico - conclude - perchè la cartolibreria Filelfo è nata in centro ed in centro deve rimanere".

Giulia Sancricca

Nella prossima edizione dell'Appennino Camerte sarà pubblicato un approfondimento a cura di Barbara Olmai

*Adriana Piergiacomi nella foto scattata da Barbara Olmai




Pubblicato in Cronaca
È iniziata questa mattina a Camerino la campagna vaccinale anti-Covid per i cittadini di età superiore agli 80 anni.  Per la prima giornata dedicata all'operazione, già di primo mattino, una lunga fila di auto si è vista stazionare nei pressi dell'area appositamente adibita di Vallicelle. La gestione del traffico è stata seguita dalla Polizia municipale. 

Sono stati segnalati al sindaco Sborgia alcuni problemi organizzativi che hanno purtroppo determinato dei disservizi. Il primo cittadino si è immediatamente recato sul posto e ha subito informato l'Asur.dei disagi  L'azienda sanitaria  ha assicurato che verranno prontamente risolti. 
"Oggi l'inizio di questa campagna di vaccinazioni agli ultraottantenni - afferma il sindaco di Camerino Sandro Sborgia-. È il motivo per cui nella zona dei container di Vallicelle impegnata dalle vaccinazioni, al fine di evitare assembramenti, gli operai del comune hanno provveduto a sistemare al meglio l'area adiacente  per lo svolgimento del mercato settimanale del sabato. Mi auguro che nel tempo più veloce possibile si estenda la vaccinazione a tutti per riuscire a superare questo bruttissimo periodo. Si tratta di una campagna importantissima che speriamo dunque si possa concludere nei tempi più rapidi possibili- conclude Sandro Sborgia- proprio per cercare di mettere al sicuro 
il maggior numero di persone dall'eventuale rischio di contagio". Quanto allo spostamento del mercato settimanale nell'area a fianco rispetto alla consueta disposizione apprezzamento è stato espresso all'amministrazione sia da parte degli avventori che dagli stessi ambulanti. 

IMG 20210220 122030
Con modalità alternata, lunedì prossimo 22 febbraio la campagnavaccinale anti Covid-19 per gli over 80 promossa dalla Regione Marche e dall’Asur Marche,  prenderà il via a San Severino Marche,dove è stata  adibita allo scopo la  sala Italia, in via Roma al civico numero 24. 
Dalle ore 8 alle ore 13, e nelle successive settimane a giorni alterni, il Dipartimento di Prevenzione dell’Area Vasta 3 porterà avanti le procedure per la somministrazione dei vaccini alle persone più anziane.

Il Teatro Italia di San Severino
Teatro Italia
La stessa Asur Marche raccomanda, a chi ha prenotato il vaccino, di collegarsi ai siti dei Comuni sede di vaccinazione (nel caso di San Severino Marche www.comune.sanseverinomarche.mc.it) per scaricare la necessaria documentazione ovvero la scheda anamnestica, il modulo di consenso, il consenso al trattamento dei dati personali e la presa visione della nota informativa, comunque disponibili anche in ambulatorio. I moduli, già compilati, andranno consegnati al momento dell’accesso nella sede vaccinale.

Le vaccinazioni per gli over 80 possono ancora essere prenotate sul sito di Poste italiane https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/. Per informazioni ci si può rivolgere anche al contact center 800.009966.

 c.c.


Pubblicato in Cronaca
Uno spiraglio di luce sembra essere apparso dopo lo stato di agitazione proclamato il 15 febbraio e lo sciopero di ieri che ha visto la partecipazione totale delle maestranze che lavorano nel tratto Maceratese della Pedemontana delle Marche.

Lo comunica la Fillea CGIL, intervenuta insieme alle altre sigle sindacali per chiedere che i cntratti applicati dalla Astaldi spa si adeguino alla normativa della Provincia di Macerata.

"Grazie all’azione messa in campo dai lavoratori - dice il segretario Fillea CGIL Matteo Ferretti, nel pieno rispetto delle disposizioni anticontagio, durante la mattinata si è manifestata la volontà dell’azienda di riprendere le trattative, fissando l’incontro per martedì prossimo, 23 Febbraio.

L’ assemblea dei lavoratori, pur apprezzando la decisione dell’azienda di calendarizzare l’incontro, ha comunque ribadito la volontà mantenere il blocco del quarto turno almeno fino a quella data".

GS
Pubblicato in Cronaca
Il Covid si porta via l'ultimo figlio del fondatore della ditta "Marmi Soverchia" di San Severino.
Federico Soverchia aveva 91 anni ed era ricoverato all'ospedale di Macerata dopo aver contratto il virus che non gli ha lasciato scampo. 
L’azienda è stata fondata nel 1941 dal Cavalier Giovanni Soverchia per la lavorazione della pietra naturale che ancora oggi tramandano con la maestria di ieri e le tecnologie di oggi.  
Una delle colonne dell'azienda, Federico Soverchia si è sempre impegnato con passione e dedizione per portare avanti l'attività di famiglia. La stessa azienda che oggi si stringe attorno ai familiari dell'imprenditore che lascia la moglie e i tre figli.
I funerali si terranno oggi pomeriggio, alle 15, nella chiesa di Santa Maria della Pieve.

GS
Pubblicato in Cronaca
Un altro traguardo di prestigio per gli studenti dell'IPSIA "Renzo Frau" di Sarnano. La Commissione giudicatrice della seconda edizione del concorso "Un viaggio nelle Marche", bandito dalla Sezione SIPBC-Onlus (Società italiana per la protezione dei beni culturali) della Regione Marche ha selezionato il progetto dell'Istituto quale vincitore.

Il video, intitolato "Borghi a colori", è stato realizzato dai ragazzi delle classi quarte ad indirizzo Chimico-Biologico e Meccanica. Protagonisti le studentesse Mariachiara Bettucci, Valentina Ciabattoni e Valentina Petrocchi del 4°A e gli studenti Marco Gobbi e Samuele Illuminati del 4°Mat che hanno portato avanti il progetto anche grazie alla fondamentale guida dei docenti Stefania Posa e Cinzia Lattanzi ed all'aiuto tecnico dell'esperto Stefano Sebastianelli.

Un lavoro che mette in evidenza le peculiarità di alcuni dei più bei borghi dell'entroterra marchigiano, con uno sguardo attento sulla città, la natura circostante e gli abitanti che caratterizzano questi luoghi.

L'elaborato video, che ha consentito di conquistare il primo posto, garantirà alle due classi quarte anche la partecipazione ad una lectio magistralis sul Patrimonio del territorio marchigiano, un incontro che si terrà online con il Prof. Rodolfo Bersaglia e che ospiterà anche la cerimonia ufficiale di premiazione.
Pubblicato in Cronaca
Alta tecnologia per l’Istituto di istruzione superiore “Costanza Varano” di Camerino. Nel polo scolastico in località Madonna delle carceri sarà infatti realizzata una infrastruttura Li-Fi che permetterà il contemporaneo accesso alla rete degli studenti e del docente presenti all’interno dell’aula multimediale, annullando le emissioni di campi elettromagnetici nella scuola. Si tratta del primo impianto installato in una scuola della Provincia.

Il progetto innovativo, dal costo di quasi 60mila euro, viene finanziato con il bando regionale “Servizi Scolastici: rete locale Wireless “zero EMF” POR-FESR 2014/2020 Asse 2 Azione 6.2.1B”, che intende conseguire la finalità di sperimentare nuove tecnologie ad alta velocità ed emissione di radiofrequenza nulla o minimale.

Il bando è stato presentato dalla società in house providing Task SRL, incaricata con decreto del Presidente, Antonio Pettinari.

Il Li-Fi (Light Fidelity) è una tecnologia wireless innovativa che, per trasmettere dati e informazioni, utilizza le onde luminose emesse da una lampadina a LED anziché le onde radio.

Grazie alle sue caratteristiche uniche quali velocità di trasmissione dati, connessione senza fili in assenza di onde radio, estrema sicurezza e accuratezza, questa tecnologia potrebbe arrivare presto a sostituire la tecnologia Wi-Fi in molti ambiti applicativi, specialmente in ambienti interni. I vantaggi del Li-Fi rispetto al Wi-Fi sono considerevoli: offre maggiore larghezza di banda (il Li-Fi può raggiungere una velocità di trasmissione datisuperiore ai 10 Gbps), efficienza, disponibilità e sicurezza migliori, trasferimento dei dati più veloce.

La nuova infrastruttura prevede l’installazione di apparecchi di illuminazione Li-Fi a copertura di più postazioni di lavoro. Ogni sistema emettitore ha al suo interno un modem che modula la luce a velocità impercettibile come avviene per i segnali radio; la lampadina funge quindi da Li-Fi router.

La luce viene rilevata da 18 adattatori dongle abilitati che, una volta inseriti nella presa USB del PC, ritrasmettono i dati all’apparecchio di illuminazione tramite un collegamento ad infrarosso. Il flusso dei dati viene codificato e modulato successivamente da un software, che li traduce in impulsi luminosi ad alta frequenza.

A questo punto la lampadina a LED, emettendo migliaia di impulsi luminosi al secondo, garantisce la rapidatrasmissionedeidati.
Pubblicato in Cronaca
Venerdì, 19 Febbraio 2021 16:10

Acquaroli conferma le Marche in zona gialla

C'era il forte timore che, vista l'attuale situazione dei contagi soprattutto nella provincia di Ancona, le Marche tornassero ad essere classificate in zona arancione. Invece, almeno per la prossima settimana la regione sarà ancora "colorata" di giallo. Questa l'anticipazione data dal Governatore Francesco Acquaroli dopo il confronto avuto con il Ministro della Salute Roberto Speranza sulla base dei dati epidemiologici analizzati anche dal Comitato tecnico - scientifico. Così nulla cambia, almeno fino alla fine del mese di febbraio, per quanto riguarda aperture di attività commerciali e spostamenti, salvo quelli già vietati da e per la provincia di Ancona come stabilito dalla recente ordinanza a firma del presidente della regione.
Pubblicato in Cronaca
Somministrata la seconda dose del vaccino agli ospiti e al personale della Casa di Riposo di Camerino, Casa AmicaUna fase considerata particolarmente importante nella lotta contro la diffusione del Covid per tutelare non solo le persone anziane e bisognose di cure, che rappresentano una categoria particolarmente a rischio, ma anche coloro che quotidianamente operano all’interno della struttura.

“Partire il prima possibile con le somministrazioni nelle residenze per anziani è sempre stata una nostra priorità – ha spiegato Sante Elisei, il presidente della Fondazione Casa che gestisce la Casa di riposo - 
Abbiamo seguito tutte le disposizioni in materia di prevenzione e gestione dell’emergenza pandemica. Questo ci ha portato a richiedere la vaccinazione sia al personale che ai nostri ospiti. È un’azione che da una parte ci tranquillizza, dall’altra non deve farci abbassare la guardia. Fino a oggi siamo stati fortunati, oltre che bravi – continua Elisei - e un mio ringraziamento va anche alla responsabile e coordinatrice della Casa di riposo, oltre chea tutto il personale. Stiamo ora lavorando per trovare una soluzione per le visite di persona con i parenti e gli affetti perché ormai sono mesi che non sono aperte le visite. Tutto è stato fatto per tutelare al massimo i nostri ospiti. Tra le soluzioni che stiamo valutando, saranno inseriti, con tutta probabilità, dei pannelli all’ingresso così da consentire almeno di vedersi. È anche da poco passato il Carnevale e abbiamo cercato di organizzare una piccola festa per i nostri anziani, creando dei momenti di svago supportati anche da diverse iniziative. Poter tornare almeno a far incontrare i nostri ospiti con i propri parenti, in maniera più ravvicinata, seppure sempre con la massima precauzione, è il prossimo passo che ci siamo prefissati e che riteniamo importante”.
Pubblicato in Cronaca
Giunge ad un passo cruciale,dopo la sistemazione di buona parte del tracciato, l'iter  di "Valorizzazione Cammini sull'Antica via Romano- Lauretana che, nella parte marchigiana, riguarda i comuni di San Severino Marche, Castelraimondo, Pioraco, Camerino, Serrapetrona, Serravalle di Chienti e Treia. 
Per fare il punto della situazione e coordinare una efficace promozione, proprio ieri si è tenuto un incontro all'Unione Montana Potenza, Esino Musone che è ente capofila del progetto, con la partecipazione dei comuni. Erano presenti anche il rettore di Unicam prof. Claudio Pettinari e la dottoressa Emanuela Di Stefano alla quale si devono le preziose ricerche e l'analisi storica che attesta la presenza dell'antica via medioevale.
"Nel corso della riunione- spiega il presidente dell'Unione Montana Matteo Cicconi - abbiamo affrontato il quadro della situazione attuale di questo nuovo percorso di ampio respiro che appunto va ad inserirsi nell'itinerario complessivo della via Lauretana, progetto interregionale che come tutti i cammini spirituali è di valenza internazionale. Per la nostra parte- continua Cicconi- l'ente montano è capofila  in relazione al tratto dell'antica via medioevale da Serravalle, Serrapetrona e Camerino a scendere verso Castelraimondo, Pioraco, San Severino, Treia e per il quale si è ottenuto un finanziamento regionale di 500 mila euro. Cifra importante ma - prosegue Cicconi- rispetto ai tanti chilometri di percorso, purtroppo limitata. È comunque un inizio: è già stata sistemata buona parte dei fondi stradali e posizionata la relativa segnaletica e dunque ci si sta organizzando adesso per la sua ulteriore valorizzazione, pensando anche ad un momento inaugurale  che potrà dare avvio ad una serie di attività promozionali.  Non posso che esprimere ringraziamento a tutti i sindaci che hanno collaborato  - aggiunge-; ora il compito nostro insieme a tutte le istituzioni, a cominciare dalla Regione Marche che ha elargito il finanziamento, è quello di lavorare  per un ulteriore impulso e sviluppo. Ora più che mai è importante dare stimolo a questi cammini -osserva Cicconi- e, particolarmente quelli di profilo spirituale che si inseriscono in un determinato contesto territoriale architettonico, di pregio anche culturale qual è il nostro territorio. È questo pertanto un ulteriore tassello che integra la nostra attività di promozione turistica del nostro territorio".  
Un ringraziamento particolare il presidente dell'Unione Montana Esino Musone intende rivolgerlo alla dottoressa Di Stefano i cui studi, iniziati da oltre un decennio, hanno avuto un ruolo determinante.  
"Rispetto a tanti altri cammini- sottolinea Cicconi-, il valore aggiunto e l'elemento importante del tracciato è proprio la sua storicità; il grande ringraziamento per un lavoro meticoloso riconosciuto da tutti, va dunque all'Università di Camerino  e in special modo alla prof.ssa Di Stefano  che possiamo considerare la "madre storica" di tutta la via. La sua, una vita dedicata allo studio di questo territorio e le siamo davvero grati perchè ci ha permesso di valorizzare e di riconoscere dal punto di vista anche istituzionale questo tratto della via Lauretana".  

c.c.

Pubblicato in Cronaca
Sono terminati a Frontignano di Ussita i tre giorni di sopralluoghi dell'Ustif per il collaudo delle seggiovie Lo Schiancio-Le Saliere e Pian dell’Arco-Belvedere.

"Come era prevedibile - dice il sindaco Silvia Bernardini - , dopo cinque anni di fermo, i sopralluoghi sono andati abbastanza bene, ma ci sono state diverse prescrizioni, dovute a componenti che non potevano essere verificati prima.
Sia per questo che per tutto il sistema, abbiamo concordato con il funzionario dell'Ustif che faremo il necessario per sistemare ogni cosa affinchè tutto svolto fatto ad arte.
Ce lo aspettavamo - ammette il sindaco - , sarebbe stato un miracolo se non ci fosse stata alcuna prescrizione".

Anche se fino al 5 marzo prossimo non si potrà sciare, la verifica degli impianti permetterà di riattivare le seggiovie dalla prossima primavera per poter rendere fuiribile la montagna ai turisti anche d'estate: "Dovremmo verificarlo con la successiva visita - dice il primo cittadino - perchè se a quel punto si potesse aprire, sempre tenendo conto che alcuni dei nostri impianti sono utilizzabili solo da sicatori, lo faremo. L'obiettivo - conclude - è di poter rendere utilizzabili gli impianti per la prossima stagione estiva, per rimettere in fuznione anche il sistema del bike park".

GS

Pubblicato in Cronaca

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo