Consorzio europeo a guida Unicam, corso dedicato alle famiglie transnazionali

Giovedì, 29 Settembre 2022 09:24 | Letto 307 volte   Clicca per ascolare il testo Consorzio europeo a guida Unicam, corso dedicato alle famiglie transnazionali Si è tenuto nei giorni scorsi presso l’Università di Almeria l’evento di lancio del corso di formazione professionale dedicato ai regimi patrimoniali delle famiglie transnazionali, realizzato dall’e-learning team di Unicam, corso che costituisce il primo esempio di formazione realizzata in Italia multilingue dedicato a questo importante tema. L’attività formativa sarà fruibile in modalità gratuita a partire dal prossimo 15 novembre sulla piattaforma Eduopen e ogni informazione sarà fruibile sul sito del consorzio (www.euro-family.eu). Oltre 12 milioni di europei vivono e lavorano in Paesi diversi da quelli di origine e nella vita quotidiana debbono affrontare molteplici problemi burocratici legati alla gestione del patrimonio. Per fornire un supporto adeguato occorrono professionisti aggiornati che conoscano e sappiano applicare le nuove regole adottate dall’Unione europea. Le Università di Rijeka, Lubiana, Almeria e il Lithuanian Law Istitut del Centro di ricerca in Scienze sociali di Vilnius hanno elaborato i contenuti del corso utilizzando non soltanto la lingua inglese, ma anche le lingue di ogni Paese del Consorzio, coordinato dalla prof.ssa Lucia Ruggeri della Scuola di Giurisprudenza dell’Università di Camerino. Ad Almeria, con il supporto di operatori professionisti, sono stati realizzati dieci video che mettono in scena altrettanti casi giudiziari allo scopo di favorire la conoscenza dei principali orientamenti e delle più consolidate soluzioni adottate dalla Corte di Giustizia e dalle Corti degli stati europei in materia di rapporti patrimoniali e di successioni che coinvolgano coppie cross-border. I video hanno visto impegnati come attori avvocati, giudici, notai e mediatori provenienti dai Paesi del Consorzio, i quali hanno poi dato vita ad un partecipato International Seminar chiuso dalle relazioni di Juan Ignacio Signes de Mesa, Legal Secretary della Corte di Giustizia dell’Unione Europea e da Ramón Herrera de las Heras, Segretario Generale delle Università andaluse. La Conferenza di lancio ha visto la partecipazione di molti stakeholder europei: per l’Italia sono intervenuti l’avv. Cinzia Calabresi, in rappresentanza del Consiglio Nazionale Forense e quale Presidente dell’Associazione Italiana Avvocati di diritto di famiglia, la dott.ssa Federica Anzini, Presidente dell’Associazione Italiana Mediatori familiari, la dott.ssa Valentina Pappamonforte, in rappresentanza del Notariato Nazionale, il prof. Francesco Giacomo Viterbo, in rappresentanza della Scuola di Alta Formazione Giuridica.   Si è tenuto nei giorni scorsi presso l’Università di Almeria l’evento di lancio del corso di formazione professionale dedicato ai regimi patrimoniali delle famiglie transnazionali, realizzato dall’e-learning team di Unicam, corso che costituisce il primo esempio di formazione realizzata in Italia multilingue dedicato a questo importante tema. L’attività formativa sarà fruibile in modalità gratuita a partire dal prossimo 15 novembre sulla piattaforma EDUOPEN e ogni informazione sarà fruibile sul sito del Consorzio (www.euro-family.eu). Oltre 12 milioni di europei vivono e lavorano in Paesi diversi da quelli di origine e nella vita quotidiana debbono affrontare molteplici problemi burocratici legati alla gestione del patrimonio. Per fornire un supporto adeguato occorrono professionisti aggiornati che conoscano e sappiano applicare le nuove regole adottate dall’Unione europea. Le Università di Rijeka, Lubiana, Almeria e il Lithuanian Law Istitut del Centro di ricerca in Scienze Sociali di Vilnius hanno elaborato i contenuti del corso utilizzando non soltanto la lingua inglese, ma anche le lingue di ogni Paese del Consorzio, coordinato dalla prof.ssa Lucia Ruggeri della Scuola di Giurisprudenza dell’Università di Camerino. Ad Almeria, con il supporto di operatori professionisti, sono stati realizzati dieci video che mettono in scena altrettanti casi giudiziari allo scopo di favorire la conoscenza dei principali orientamenti e delle più consolidate soluzioni adottate dalla Corte di Giustizia e dalle Corti degli stati europei in materia di rapporti patrimoniali e di successioni che coinvolgano coppie cross-border. I video hanno visto impegnati come attori avvocati, giudici, notai e mediatori provenienti dai Paesi del Consorzio, i quali hanno poi dato vita ad un partecipato International Seminar chiuso dalle relazioni di Juan Ignacio Signes de Mesa, Legal Secretary della Corte di Giustizia dell’Unione Europea e da Ramón Herrera de las Heras, Segretario Generale delle Università andaluse. La Conferenza di lancio ha visto la partecipazione di molti stakeholder europei: per l’Italia sono intervenuti l’avv. Cinzia Calabresi, in rappresentanza del Consiglio Nazionale Forense e quale Presidente dell’Associazione Italiana Avvocati di diritto di famiglia, la dott.ssa Federica Anzini, Presidente dell’Associazione Italiana Mediatori familiari, la dott.ssa Valentina Pappamonforte, in rappresentanza del Notariato Nazionale, il prof. Francesco Giacomo Viterbo, in rappresentanza della Scuola di Alta Formazione Giuridica.

Si è tenuto nei giorni scorsi presso l’Università di Almeria l’evento di lancio del corso di formazione professionale dedicato ai regimi patrimoniali delle famiglie transnazionali, realizzato dall’e-learning team di Unicam, corso che costituisce il primo esempio di formazione realizzata in Italia multilingue dedicato a questo importante tema.

L’attività formativa sarà fruibile in modalità gratuita a partire dal prossimo 15 novembre sulla piattaforma Eduopen e ogni informazione sarà fruibile sul sito del consorzio (www.euro-family.eu).

Oltre 12 milioni di europei vivono e lavorano in Paesi diversi da quelli di origine e nella vita quotidiana debbono affrontare molteplici problemi burocratici legati alla gestione del patrimonio. Per fornire un supporto adeguato occorrono professionisti aggiornati che conoscano e sappiano applicare le nuove regole adottate dall’Unione europea. Le Università di Rijeka, Lubiana, Almeria e il Lithuanian Law Istitut del Centro di ricerca in Scienze sociali di Vilnius hanno elaborato i contenuti del corso utilizzando non soltanto la lingua inglese, ma anche le lingue di ogni Paese del Consorzio, coordinato dalla prof.ssa Lucia Ruggeri della Scuola di Giurisprudenza dell’Università di Camerino.

Ad Almeria, con il supporto di operatori professionisti, sono stati realizzati dieci video che mettono in scena altrettanti casi giudiziari allo scopo di favorire la conoscenza dei principali orientamenti e delle più consolidate soluzioni adottate dalla Corte di Giustizia e dalle Corti degli stati europei in materia di rapporti patrimoniali e di successioni che coinvolgano coppie cross-border.

I video hanno visto impegnati come attori avvocati, giudici, notai e mediatori provenienti dai Paesi del Consorzio, i quali hanno poi dato vita ad un partecipato International Seminar chiuso dalle relazioni di Juan Ignacio Signes de Mesa, Legal Secretary della Corte di Giustizia dell’Unione Europea e da Ramón Herrera de las Heras, Segretario Generale delle Università andaluse.

La Conferenza di lancio ha visto la partecipazione di molti stakeholder europei: per l’Italia sono intervenuti l’avv. Cinzia Calabresi, in rappresentanza del Consiglio Nazionale Forense e quale Presidente dell’Associazione Italiana Avvocati di diritto di famiglia, la dott.ssa Federica Anzini, Presidente dell’Associazione Italiana Mediatori familiari, la dott.ssa Valentina Pappamonforte, in rappresentanza del Notariato Nazionale, il prof. Francesco Giacomo Viterbo, in rappresentanza della Scuola di Alta Formazione Giuridica.

 

Si è tenuto nei giorni scorsi presso l’Università di Almeria l’evento di lancio del corso di formazione professionale dedicato ai regimi patrimoniali delle famiglie transnazionali, realizzato dall’e-learning team di Unicam, corso che costituisce il primo esempio di formazione realizzata in Italia multilingue dedicato a questo importante tema.

L’attività formativa sarà fruibile in modalità gratuita a partire dal prossimo 15 novembre sulla piattaforma EDUOPEN e ogni informazione sarà fruibile sul sito del Consorzio (www.euro-family.eu).

Oltre 12 milioni di europei vivono e lavorano in Paesi diversi da quelli di origine e nella vita quotidiana debbono affrontare molteplici problemi burocratici legati alla gestione del patrimonio. Per fornire un supporto adeguato occorrono professionisti aggiornati che conoscano e sappiano applicare le nuove regole adottate dall’Unione europea. Le Università di Rijeka, Lubiana, Almeria e il Lithuanian Law Istitut del Centro di ricerca in Scienze Sociali di Vilnius hanno elaborato i contenuti del corso utilizzando non soltanto la lingua inglese, ma anche le lingue di ogni Paese del Consorzio, coordinato dalla prof.ssa Lucia Ruggeri della Scuola di Giurisprudenza dell’Università di Camerino.

Ad Almeria, con il supporto di operatori professionisti, sono stati realizzati dieci video che mettono in scena altrettanti casi giudiziari allo scopo di favorire la conoscenza dei principali orientamenti e delle più consolidate soluzioni adottate dalla Corte di Giustizia e dalle Corti degli stati europei in materia di rapporti patrimoniali e di successioni che coinvolgano coppie cross-border.

I video hanno visto impegnati come attori avvocati, giudici, notai e mediatori provenienti dai Paesi del Consorzio, i quali hanno poi dato vita ad un partecipato International Seminar chiuso dalle relazioni di Juan Ignacio Signes de Mesa, Legal Secretary della Corte di Giustizia dell’Unione Europea e da Ramón Herrera de las Heras, Segretario Generale delle Università andaluse.

La Conferenza di lancio ha visto la partecipazione di molti stakeholder europei: per l’Italia sono intervenuti l’avv. Cinzia Calabresi, in rappresentanza del Consiglio Nazionale Forense e quale Presidente dell’Associazione Italiana Avvocati di diritto di famiglia, la dott.ssa Federica Anzini, Presidente dell’Associazione Italiana Mediatori familiari, la dott.ssa Valentina Pappamonforte, in rappresentanza del Notariato Nazionale, il prof. Francesco Giacomo Viterbo, in rappresentanza della Scuola di Alta Formazione Giuridica.

Letto 307 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo