Il dibattito, condito da molte polemiche, seguito all'intervento di Andrea Bocelli qal convegno sul Covid organizzato in Senato spinge il sindaco di Sarnano Luca Piergentili ad intervenire in favore di un uomo che tanto ha fatto per la comunità sarnanese e non solo dopo il terremoto del 2016.

Due giorni fa il Maestro Andrea Bocelli ha partecipato ad un convegno organizzato al Senato sul Covid-19. Dopo il suo intervento il maestro Bocelli è stato letteralmente linciato da una parte della stampa e sui social media: l'intervento del maestro Bocelli è stato evidentemente travisato ed è stato tacciato di essere un negazionista del Covid e di non aver rispettato i morti.


Nulla di più lontano dalla realtà, in quanto l'intervento del maestro Bocelli altro non voleva essere che un inno alla vita, soprattutto pensando ai più piccoli e alla grande sofferenza derivata dal fatto di non poter giocare all'aria aperta, di non potersi abbracciare tra amici e magari di dover frequentare la scuola dietro vetri in plexiglass e con le mascherine.

L'amministrazione comunale di Sarnano è, senza se e senza ma, vicina al maestro Bocelli e stigmatizza tutte le critiche strumentali che gli sono piovute addosso, forse causate dal fatto che quel convegno era stato organizzato da un parlamentare della Lega e ciò nonostante il maestro Bocelli avesse premesso che il suo intervento era e voleva essere assolutamente lontano da ogni finalità politica.

Esprimiamo pertanto la nostra vicinanza al Maestro Andrea Bocelli e questo per due ulteriori motivi: il primo è che ogni persona deve essere libera di poter esprimere il proprio pensiero, anche se esso sia diverso da quanto spesso il conformismo vorrebbe imporre.

Il secondo è che conosciamo la grandissima umanità di Andrea Bocelli, della sua famiglia e di tutti lo staff della sua Fondazione che da anni opera in silenzio e con grandissimo impegno per lenire le sofferenze dei bambini meno fortunati.

Andrea Bocelli e la sua Fondazione sono stati vicinissimi ai nostri territori martoriati dal sisma, realizzando edifici scolastici (tra cui la scuola secondaria di primo grado di Sarnano) ed iniziative a sostegno della popolazione colpita dal terremoto, allo stesso modo con cui è stato vicino alle persone colpite dal Covid.

Il Maestro infatti si è speso fin dal primo giorno dell’emergenza Covid per aiutare chi era in difficoltà, sia attraverso la Fondazione che porta il suo nome, sia personalmente. Sono stati acquisiti respiratori per le terapie intensive, mascherine, presidi medici, etc..

Per questi motivi sono ancora più inaccettabili gli attacchi subiti dal Maestro Bocelli, un artista, un uomo che in trenta anni di carriera internazionale, si è guadagnato rispetto e stima incondizionati.

Il nostro auspicio è che non ci si soffermi a giudicare superficialmente le parole del Maestro Bocelli, basandosi su quanto faziosamente estrapolato dal contesto e riportato dai media e si dia il dovuto rispetto a chi, per il proprio vissuto personale, ha sempre dimostrato sensibilità e vicinanza verso i meno fortunati.
Il protrarsi della crisi sanitaria legata al Coronavirus ha stravolto tutte le attività sportive e con il pubblico. Le cronoscalate automobilistiche non si sottraggono naturalmente alle problematiche generali ed alle prescrizioni sanitarie. Malgrado gli encomiabili sforzi di Acisport per produrre il protocollo necessario da adottare per le manifestazioni automobilistiche 2020, non si può prescindere dal necessità di vietare le gare al pubblico, parte essenziale delle gare in montagna, attrazioni suggestive per i percorsi utilizzati, oltre che spettacolo unico da vivere a contatto con i protagonisti nelle aree paddock, lungo il percorso di gara e le premiazioni. Per lo staff organizzatore del Trofeo Scarfiotti, l’Automobile Club Macerata, il Comune di Sarnano, l’Associazione Sportiva AC Macerata e Sarnano In Pista, non ci sono le condizioni essenziali per poter operare al meglio, non ultime le difficoltà economiche che investono il tessuto locale sempre attento alla gara, l’inevitabile maggiorazione dei costi organizzativi ed il ristretto spazio temporale di fine stagione per un possibile recupero.
Pertanto all’unanimità ma con grande amarezza, si è scelto di annullare l’evento 2020 per concentrare tutti gli sforzi nel dare appuntamento a piloti ed appassionati al 2021 con un rinnovato Trofeo Lodovico Scarfiotti. La cronoscalata Sarnano-Sassotetto si correrà infatti sul percorso previsto per quest’anno, allungato fino a circa 10 km, mantenendo le titolazioni per l’Italiano Montagna CIVM, il Trofeo Nazionale TIVM e l’Italiano Autostoriche CIVSA.

riconoscimenti 50anniversario
Riconoscimenti nel 50° anniversario

Il sindaco di Sarnano Luca Piergentili: “E’ stata una decisione sofferta ma inevitabile. La cronoscalata è uno degli appuntamenti più importanti dell’anno per la nostra cittadina che viene coinvolta tutta per tre giorni con le aree paddock. Con le restrizioni delle normative vengono meno i punti di forza dell’evento, oltre ad aumentare l’impegno organizzativo ed anche le problematiche legate alla ricettività. Meglio concentrarsi al meglio sull’edizione 2021 con la garanzia delle titolarità.”

Il presidente dell’AC Macerata Enrico Ruffini: “E’ una decisione che non avrei mai voluto prendere, ma è stata inevitabile. Non possiamo permetterci un flop, considerando di dover blindare ampie zone del centro di Sarnano per le aree paddock, ridurre ad una sola la giornata di gara, avere una forte flessione di partecipanti, vedere aumentare i costi per i protocolli da seguire. Preferiamo organizzare bene l’edizione 2021, anche per rispetto dei cittadini e dei volontari di Sarnano che ci hanno sempre dimostrato disponibilità.”
paddock LucaTambella 1
paddock



L’emergenza sanitaria e le conseguenti misure adottate dal Governo costringono gli organizzatori a rinviare anche la tradizionale corsa automobilistica Sarnano – Sassotetto “Trofeo Scarfiotti”, che avrebbe visto la 30à edizione disputarsi nel fine settimana 1-3 maggio, e la terza prova tricolore auto storiche. “L’attuale stop – spiega il presidente ACI Angelo Sticchi Damiani - non troverà soluzione in tempi brevi. Pertanto al termine dell’emergenza dovremo tutti insieme cercare un modo ordinato per riprendere l’attività, riorganizzando i calendari delle varie specialità”. Un altro duro colpo, dopo l’annullamento della Tirreno-Adriatico di ciclismo che avrebbe visto la tappa regina terminare in cima alla salita di Sassotetto, per il turismo a Sarnano. “Purtroppo la situazione non consente di fare neppure questa manifestazione – le parole del sindaco Luca Piergentili – Ci adeguiamo aspettando che la gara venga ricollocata dopo l’estate e restiamo fiduciosi che alla fine riusciremo ad organizzarla. Una volta risolta l’emergenza sanitaria riprenderemo tutto quello che è stato sospeso e faremo anche nuove manifestazioni”. 

f.u.
Vandali in azione, a Sarnano, nei pressi della grotta di Soffiano. Un fatto triste, scoperto nei giorni scorsi da un sarnanese che, in quella zona, si era impegnato per segnalare le stazioni della via crucis.
Sul sentiero che conduce alla grotta di Soffiano, infatti, l'estate scorsa, un devoto a San Liberato aveva installato delle croci per indicare le stazioni della via crucis; non semplici croci, ma lavorate in modo da ricordare la forma della croce di San Damiano. Croci in legno, fissate su ferri ricoperti con canne di bambù che, evidentemente, non sono piaciute a chi ha deciso di romperle, staccarle e buttarle via.
Inutile dire che, alla vista degli atti vandalici, il sarnanese è rimasto basito e amareggiato, ammettendo di aver versato anche qualche lacrima per il dispiacere.

Non è il primo atto vandalico che si verifica in quella zona. Qualche mese fa, sono stati rotti e buttati via due pannelli dove era incisa la storia della Valle di Rio Terro, dove si trova appunto la grotta. Ad indignare i cittadini è proprio il fatto che, ad essere preso di mira, sia un luogo di preghiera e meditazione, dove si narra sia passato San Francesco.

I sarnanesi legati alla grotta di Soffiano, comunque, non si arrendono, e per il 24 dicembre si ritroveranno per la tradizionale santa messa, alle 15.30, nella splendida cornice naturale dell'eremo, in attesa della notte di Natale.

GS

croce
una delle croci prima

whatsApp Image 2019 12 18 at 17.47.29 2
l'inizio della Via Crucis lungo il sentiero

WhatsApp Image 2019 12 18 at 17.47.30
uno dei ferri di supporto delle croci piegato

WhatsApp Image 2019 12 18 at 17.47.30 1
una delle canne di bambù che rivestiva il ferro buttata nel dirupo

IMG 6079
un momento della messa dello scorso anno



Max Giusti arriva a Sarnano il giorno di ferragosto, al campo sportivo Della Vittoria con il suo one man Show Cattivissimo Max: un viaggio comico dato da un susseguirsi di monologhi e aneddoti vissuti che rimbalzano in un continuo ping pong fra ieri e oggi. L'alternarsi tra i ritmi lenti del passato e la vita frenetica e smart dei giorni nostri mette in luce i cambiamenti della quotidianità: dal bombardamento pubblicitario online che influenza le nostre scelte agli innumerevoli programmi televisivi di cucina che hanno rivoluzionato il concetto di casareccio; dai social alle nuove mode che hanno cambiato il nostro modo di relazionarci con gli altri.
Accompagnato dalla storica SuperMax Band, il comico romano proporrà una performance dal ritmo incalzante e dai contenuti travolgenti che trasformerà gli spettatori in protagonisti e li trascinerà in un turbinio di risate e sorprese che lasceranno a bocca aperta.
Lo spettacolo di Giovedì 15 agosto alle 21.30, è a ingresso gratuito. In caso di maltempo la serata si terrà al Palasport di Sarnano.


Inaugurata questo pomeriggio al Loggiato di Sarnano, la Mostra FotograficaViaggiando la Marca, storie di viaggi e viaggiatori che attraversano il territorio marchigiano”, curata dal gruppo fotografico SenzaFiltri e organizzato dall’Associazione Tamburini del Serafino con il patrocinio del Comune di Sarnano.
IMG 20190803 WA0030
Viaggiando la Marca“ espone una selezione di scatti inerenti “il viaggio”, tema centrale della XII edizione di Castrum Sarnani, il medioevo che ritorna. L’obiettivo è quello di valorizzare il patrimonio naturalistico e storico-artistico regionale attraverso il potere evocativo dell’immagine.
Il collettivo fotografico “SenzaFiltri” nasce dall’idea di un gruppo di amici, tutti accomunati dall’amore per la fotografia coltivato frequentando i corsi promossi dall’Associazione Tamburini del Serafino. Sotto la guida del Prof. Stefano Ciocchetti, a partire dal 2016, inizia così un percorso formativo, per alcuni, e diperfezionamento, per altri. 
Con questa mostra il gruppo ha voluto  dare il proprio contributo alla rievocazione storica sarnanese, quest’anno intitolata “Itinere”.
IMG 20190803 WA0033
Il neonato gruppo fotografico SenzaFiltri ha già collaborato a eventi del Comune di Sarnano realizzando servizi fotografici, in particolare nell’amnito di Sarnano Comix e Guerrino e il Meschino organizzati dall’associazione Culturale sarnanese Il Circolo di Piazza Alta. 
La mostra, a ingresso gratuito, resterà aperta dal 13 al 18 agosto, tutti i giorni dalle 21:00 alle 23:00, presso il Loggiato di Via Roma.
IMG 20190803 WA0034

IMG 20190803 WA0032







Sabato 27 e domenica 28 luglio il centro storico di Sarnano sarà teatro di un’originale manifestazione dedicata al mito della Sibilla dell’Appennino. La manifestazione, curata dall’Associazione Il Circolo di Piazza Alta, è nata nel 2015 come spettacolo itinerante nel centro storico. «Il testo è ispirato al Guerrin Meschino di Andrea da Barberino, a Le Paradis de La Reine Syibille di Antoine de La Sale e ai racconti popolari dei Sibillini» racconta Isabella Tomassucci, una delle ideatrici dell’evento. «Non volevamo limitarci a far conoscere queste storie, ma cercare di farne emergere il senso profondo: l’importanza di tramandare il patrimonio culturale della nostra comunità. Dopo il terremoto questa esigenza è diventata ancora più forte e ci ha spinto ad ampliare il format dell’evento. Quest’anno lo spettacolo, sempre diretto da Francesco Facciolli, si svolge tutto in Piazza Alta. Abbiamo abbandonato l’ambientazione medievale per creare un’atmosfera surreale, fuori dal tempo, che ben si addice al mondo fantastico di cui parla la leggenda. Si tratta di un’operazione di riscrittura del mito che, senza snaturarlo, cerca di indagarne l’essenza più intima».

L’aspetto itinerante della manifestazione, che è stato tanto apprezzato nelle edizioni precedenti, verrà comunque mantenuto grazie alla mostra di installazioni artistiche dedicata ai quattro elementi naturali, allestita per tutto il centro storico. «Aria, acqua, terra e fuoco sono alla base del pensiero alchemico medievale e la grotta della Sibilla è stata a lungo meta di pellegrinaggio degli alchimisti» continua Isabella Tomassucci. «Da qui, l’idea di un viaggio simbolico tra i vicoli del centro storico di Sarnano che conduce gli spettatori allo spettacolo finale e, idealmente, alla meravigliosa grotta della Sibilla. La mostra sarà interattiva: i visitatori potranno limitarsi a osservare le installazioni luminose oppure, utilizzando i loro smartphone, potranno attivare dei contenuti sonori. L’ideatore, Simone Porfiri, ha aggiunto un ulteriore livello di significato e, attraverso il percorso, ha voluto toccare anche il tema della ricostruzione post-sisma: le installazioni, infatti, sono realizzate con materiali edili e raccontano una sorta di cantiere itinerante».

Guerrino Meschino 2018 Mirta Principi 41

La manifestazione ha ricevuto il patrocinio del Comune di Sarnano ed è stata realizzata anche grazie al contributo di molte aziende del territorio. Anche moltissime attività commerciali di Sarnano hanno espresso grande interesse nei confronti della manifestazione: i ristoranti hanno aderito ideando menu a tema e molti negozianti esporranno nelle loro vetrine delle pergamene con brani tratti dal romanzo del Guerrin Meschino, costruendo un percorso che unisce simbolicamente il presente al passato e introduce gli spettatori nel mondo fantastico e surreale dello spettacolo.
Entrambe le giornate si aprono con un momento divulgativo e prevedono due conferenze per approfondire la conoscenza del mito sibillino e delle leggende di questo territorio: gli ospiti della manifestazione sono la dottoressa Tea Fonzi, iconologa e divulgatrice, il dottor Diego Mecenero, giornalista e autore per ragazzi, e Marco Squarcia, autore della raccolta di racconti “Quasi grandi. Novelle dai Monti Sibillini al Mare Adriatico”.
Un weekend dedicato alle storie più belle dei Monti Sibillini, ma soprattutto un evento che testimonia la volontà delle comunità locali di preservare la propria identità, la propria storia e la propria cultura.
Guerrino Meschino 2018 Mirta Principi 1
Due giorni di solidarietà all’insegna dello stare insieme. E’ il week end organizzato dall’Eremo di San Liberato con il patrocinio del Comune di Sarnano per sabato e domenica prossimi.
Due giorni dedicati alla raccolta fondi per l’Eremo e per le popolazioni terremotate che nasce dall’obiettivo di trascorrere due giorni in compagnia, senza dimenticare le difficoltà che hanno attraversato e continuano a vivere i centri colpiti dal terremoto.
Al via sabato, alle 13:00, con il ritrovo dei partecipanti a San Ginesio per un pranzo conviviale prima di cominciare la visita del paese e il contributo musicale. Subito dopo si partirà per Visso con l’obiettivo di visitare il paese e di dar vita ad un flash mob al centro commerciale.
Nella terra degli insaccati non può mancare la merenda in una nota azienda del posto che nel 2016 venne gravemente colpita dal sisma.
Si prosegue domenica a Sarnano, in piazza Perfetti, dove alle 16.30 andrà in scena lo spettacolo a sorpresa del Mago Dream e subito dopo si esibiranno le Verdi Note dell’Antoniano di Bologna, con la partecipazione di Nicole Marzaroli, seconda classificata al 60° Zecchino d’oro.

In caso di maltempo l’evento si terrà nella chiesa di Santa Maria di piazza Alta.

GS

Screenshot 259
A Sarnano la sfida tra i Piergentili va a favore di Luca che vince con 40 voti in più rispetto a Giacomino. “E’ stata dura ma ha vinto la continuità – commenta il sindaco eletto - . Noi andremo avanti con il nostro lavoro, porteremo avanti i nostri progetti. Siamo felici di aver vinto e di poter continuare. E’ stato difficile non contrattaccare a qualche brutto episodio durante la campagna elettorale, ma noi andiamo avanti comunque”.

Soddisfatto anche il sindaco uscente tra i nuovi consiglieri, Franco Ceregioli: “Sapevamo che non sarebbe stato facile – ammette noi abbiamo fatto una campagna elettorale assolutamente limpida, cercando di far capire le incongruenze che avevamo visto. Ora porteremo avanti il nostro lavoro come abbiamo sempre fatto”.

Ed è stato proprio Ceregioli a consegnare, non in maniera ufficiale, ma simbolicamente, la fascia tricolore all'amico Piergentili. Commosso il nuovo primo cittadino ha indossato la fascia davanti agli applausi dei suoi e, piccola nota di colore, il sindaco uscente ha fatto notare la doppia misura della fascia: "Come potete vedere - ha detto - ci sono due misure, quella più piccola era per me e quella più abbondante è per Luca".

GS

20190527 171417

20190527 171820

Luca Piergentili con il sindaco di San Ginesio Giuliano Ciabocco
Luca Piergentili con il sindaco di San Ginesio Giuliano Ciabocco

NEL VIDEO SOTTO Franco Ceregioli sindaco uscente consegna ufficiosamente la fascia al neo sindaco Luca Piergentili
freccia in giù











SI trovavano lungo la statale 78, in località Pianello, a bordo di una Peugeot 206. Forse per l’alta velocità, nei pressi di Sarnano, l’autista, A.A. ha perso il controllo e l’auto è finita contro una macchina che sopraggiungeva dall’altro lato, una Citroen C3. A bordo della Peugeot 5 ragazzi (G.P. di Sarnano, M.C., V.P., A.C. tutti e tre di Porto San’Elpidio) che sono finiti contro la C3 condotta dalla giovane candidata della lista di Luca Piergentili, Lucia Gentili. Quest’ultima sembra non aver riportato gravi conseguenze. Sul posto i vigili del fuoco, eliambulanza per due dei passeggeri che hanno riportato rispettivamente diverse fratture e la lesione della milza che ora dovrà essere asportata con intervento chirurgico, e tre ambulanze. Nessuno comunque è in pericolo di vita.

 Il traffico è stato deviato sopra Sarnano, nella zona di Palura

 

 

Pagina 1 di 2

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo