Vaccini ai caregivers, Berardinelli: "Nessuna risposta dalla Regione"

Venerdì, 07 Maggio 2021 12:54 | Letto 698 volte   Clicca per ascolare il testo Vaccini ai caregivers, Berardinelli: "Nessuna risposta dalla Regione" Sono rimaste inascoltate, finora, le richieste della presidente di Alzheimer Uniti Italia, Manuela Berardinelli, sulla priorità da riservare ai caregivers per le vaccinazioni anticovid.La sua voce è stata quella unanime di tanti familiari di persone che hanno bisogno di assistenza e che sono preoccupati del contagio che non permetterebbe loro di continuare a restare vicini ai malati.Una di loro che, per motivi di privacy chiameremo Giorgia, ha di nuovo lanciato l’allarme su una situazione davvero preoccupante: “Ho chiamato il numero verde questa mattina – dice – mi hanno risposto da Roma spiegandomi che la Regione Marche non ha ancora avviato le prenotazioni per le vaccinazioni dei caregivers. Per noi è stato solo possibile aderire alla “pre” lista di attesa per la vaccinazione, ma i canali ufficiali sono ancora tutti chiusi al momento”.Un problema che interessa molte famiglie e che la presidente Berardinelli aveva proposto di risolvere aprendo le vaccinazioni ai caregiver prima della fascia 60-65.Ora che invece l’assessore alla Sanità regionale, Filippo Saltamartini, ha annunciato di avviare le vaccinazioni anche per quella fascia di età, il grido di allarme dei familiari dei malati si è fatto più forte e disperato.“Non sappiamo davvero più cosa fare – commenta Manuela Berardinelli - . Si tratta di una priorità fondamentale non solo per l’Alzheimer, ma ovviamente per i tanti che si prendono cura delle molteplici patologie che danno disabilità e che non consentono autonomia.Se si ammala uno di loro, anche se la persona malata è vaccinata, si rischia ugualmente la tragedia perché nessuno se ne potrà occupare.GS
Sono rimaste inascoltate, finora, le richieste della presidente di Alzheimer Uniti Italia, Manuela Berardinelli, sulla priorità da riservare ai caregivers per le vaccinazioni anticovid.

La sua voce è stata quella unanime di tanti familiari di persone che hanno bisogno di assistenza e che sono preoccupati del contagio che non permetterebbe loro di continuare a restare vicini ai malati.

Una di loro che, per motivi di privacy chiameremo Giorgia, ha di nuovo lanciato l’allarme su una situazione davvero preoccupante: “Ho chiamato il numero verde questa mattina – dice – mi hanno risposto da Roma spiegandomi che la Regione Marche non ha ancora avviato le prenotazioni per le vaccinazioni dei caregivers. Per noi è stato solo possibile aderire alla “pre” lista di attesa per la vaccinazione, ma i canali ufficiali sono ancora tutti chiusi al momento”.

Un problema che interessa molte famiglie e che la presidente Berardinelli aveva proposto di risolvere aprendo le vaccinazioni ai caregiver prima della fascia 60-65.

Ora che invece l’assessore alla Sanità regionale, Filippo Saltamartini, ha annunciato di avviare le vaccinazioni anche per quella fascia di età, il grido di allarme dei familiari dei malati si è fatto più forte e disperato.

“Non sappiamo davvero più cosa fare – commenta Manuela Berardinelli - . Si tratta di una priorità fondamentale non solo per l’Alzheimer, ma ovviamente per i tanti che si prendono cura delle molteplici patologie che danno disabilità e che non consentono autonomia.

Se si ammala uno di loro, anche se la persona malata è vaccinata, si rischia ugualmente la tragedia perché nessuno se ne potrà occupare".

GS


Letto 698 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo