Terremoto: i vescovi del cratere incontrano il presidente della Cei Bassetti

Giovedì, 04 Gennaio 2018 21:00 | Letto 1227 volte   Clicca per ascolare il testo Terremoto: i vescovi del cratere incontrano il presidente della Cei Bassetti Un incontro con il presidente della Conferenza Episcopale Italiana, il cardinale Gualtiero Bassetti, e con il direttore dellUfficio nazionale per i beni culturali ecclesiastici, don Valerio Pennasso, dei vescovi delle diocesi colpite dal terremoto del 2016, sollecitato dallarcivescovo di Camerino – San Severino Marche Francesco Giovanni Brugnaro, per fare il punto della situazione alla luce delle ultime disposizioni emanate dal Governo di applicazione della legge sul terremoto in maniera da fornire al Commissario Straordinario alla Ricostruzione Paola De Micheli suggerimenti che rispondano alle esigenze dei territori del cratere. Nuove norme che prevedono la trasformazione delle diocesi in stazione unica appaltante, con conseguente equiparazione agli enti pubblici. In sostanza, stando alla norma, tutte le funzioni relative alla gestione degli incarichi per quanto concerne chiese e beni culturali passano alle diocesi stesse. Un incontro proficuo – lo ha definito larcivescovo Francesco Giovanni – nel corso del quale abbiamo cercato di capire come le diocesi possono diventare enti attuatori e soprattutto quali possano essere le difficoltà al riguardo. In secondo luogo abbiamo cercato di verificare se e come la parte attuativa dei decreti riesca a cogliere tutte le nostre esigenze. Inoltre dovremo fare in modo che quanto il Commissario De Micheli sta preparando sia coerente con gli impegni di partenza in maniera da permettere ad ogni comune, oltre alla messa in sicurezza, lavvio di alcuni appalti che permettano lutilizzo di chiese. Infine abbiamo posto lattenzione sulla rendicontazione e sul controllo dellonestà degli appalti per le pubbliche amministrazioni, essendo le diocesi chiamate ad amministrare secondo legalità il patrimonio affidato. Una riunione che si è conclusa con uno scambio di vedute e di opinioni sulla situazioni delle diocesi che sono state maggiormente colpite dal sisma, prima fra tutte la diocesi camerte-settempedana, ma anche le diocesi di Macerata, Ascoli Piceno, Fermo. Fissata anche una riunione, da tenersi entro il mese di gennaio, fra tutti i tecnici delle diocesi interessate per iniziare ad opere, nel rispetto dei decreti attuativi, sulla base delle urgenze delle singole diocesi.  Fabio Ubaldi      

Un incontro con il presidente della Conferenza Episcopale Italiana, il cardinale Gualtiero Bassetti, e con il direttore dell'Ufficio nazionale per i beni culturali ecclesiastici, don Valerio Pennasso, dei vescovi delle diocesi colpite dal terremoto del 2016, sollecitato dall'arcivescovo di Camerino – San Severino Marche Francesco Giovanni Brugnaro, per fare il punto della situazione alla luce delle ultime disposizioni emanate dal Governo di applicazione della legge sul terremoto in maniera da fornire al Commissario Straordinario alla Ricostruzione Paola De Micheli suggerimenti che rispondano alle esigenze dei territori del cratere. Nuove norme che prevedono la trasformazione delle diocesi in stazione unica appaltante, con conseguente equiparazione agli enti pubblici. In sostanza, stando alla norma, tutte le funzioni relative alla gestione degli incarichi per quanto concerne chiese e beni culturali passano alle diocesi stesse. "Un incontro proficuo – lo ha definito l'arcivescovo Francesco Giovanni – nel corso del quale abbiamo cercato di capire come le diocesi possono diventare enti attuatori e soprattutto quali possano essere le difficoltà al riguardo. In secondo luogo abbiamo cercato di verificare se e come la parte attuativa dei decreti riesca a cogliere tutte le nostre esigenze. Inoltre dovremo fare in modo che quanto il Commissario De Micheli sta preparando sia coerente con gli impegni di partenza in maniera da permettere ad ogni comune, oltre alla messa in sicurezza, l'avvio di alcuni appalti che permettano l'utilizzo di chiese. Infine abbiamo posto l'attenzione sulla rendicontazione e sul controllo dell'onestà degli appalti per le pubbliche amministrazioni, essendo le diocesi chiamate ad amministrare secondo legalità il patrimonio affidato". Una riunione che si è conclusa con uno scambio di vedute e di opinioni sulla situazioni delle diocesi che sono state maggiormente colpite dal sisma, prima fra tutte la diocesi camerte-settempedana, ma anche le diocesi di Macerata, Ascoli Piceno, Fermo. Fissata anche una riunione, da tenersi entro il mese di gennaio, fra tutti i tecnici delle diocesi interessate per iniziare ad opere, nel rispetto dei decreti attuativi, sulla base delle urgenze delle singole diocesi. 

Fabio Ubaldi

 

vescovi roma 2    

Letto 1227 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo