Marinelli: "Difendere la montagna, ma prima ancora la vita delle persone"

Giovedì, 19 Novembre 2020 16:05 | Letto 1207 volte   Clicca per ascolare il testo Marinelli: "Difendere la montagna, ma prima ancora la vita delle persone" Difendere il territorio montano, ma prima ancora difendere la vita delle persone. Questo il parere del consigliere regionale di maggioranza della Lega Renzo Marinelli con riferimento allipotesi, sulla quale si sta ancora discutendo, della riconversio dellospedale di Camerino in presidio Covid.Le scelte vanno fatte sulla base dellevolversi dellemergenza - le parole dellex sindaco di Castelraimondo - Pertanto bisgona essere tutti responsabili e cercare le soluzioni migliori. Fino a quando è stato possibile si è riusciti a tenere libero lospedale di Camerino, ma se la situazione lo dovesse richiedere e non si riuscisse più a trovare una sistemazione per i malati Covid in altri ospedali bisognerà percorrere, sia pure malvolentieri, anche questa strada, come già avvenuto la scorsa primavera. Al di là dellemergenza una delle preoccupazioni maggiori è che questa sia la strada per una futura chiusura del presidio ospedaliero camerte, ipotesi che il consigliere Marinelli respinge con assoluta decisione.Su tale ipotesi mi sento di dire che in consiglio regionale, dove abbiamo discusso anche di sanità, siamo stati tutti concordi nel prevedere il mantenimento delle strutture sanitarie periferiche, che dovremo anzi potenziare - risponde al riguardo il consigliere - Su questo vorrei rassicurare i cittadini che si procederà nella direzione opposta una volta superata lemergenza. Nellottica di un piano sanitario generale lospedale di Camerino avrà sicuramente un punto di rilievo e per poter essere uneccellenza avrà bisogno indubbiamente del potenziamento dei servizi che ne aumenti funzionalità e attrattività.f.u.
"Difendere il territorio montano, ma prima ancora difendere la vita delle persone". Questo il parere del consigliere regionale di maggioranza della Lega Renzo Marinelli con riferimento all'ipotesi, sulla quale si sta ancora discutendo, della riconversio dell'ospedale di Camerino in presidio Covid.

"Le scelte vanno fatte sulla base dell'evolversi dell'emergenza - le parole dell'ex sindaco di Castelraimondo - Pertanto bisgona essere tutti responsabili e cercare le soluzioni migliori. Fino a quando è stato possibile si è riusciti a tenere libero l'ospedale di Camerino, ma se la situazione lo dovesse richiedere e non si riuscisse più a trovare una sistemazione per i malati Covid in altri ospedali bisognerà percorrere, sia pure malvolentieri, anche questa strada, come già avvenuto la scorsa primavera". 

Al di là dell'emergenza una delle preoccupazioni maggiori è che questa sia la strada per una futura chiusura del presidio ospedaliero camerte, ipotesi che il consigliere Marinelli respinge con assoluta decisione.

"Su tale ipotesi mi sento di dire che in consiglio regionale, dove abbiamo discusso anche di sanità, siamo stati tutti concordi nel prevedere il mantenimento delle strutture sanitarie periferiche, che dovremo anzi potenziare - risponde al riguardo il consigliere - Su questo vorrei rassicurare i cittadini che si procederà nella direzione opposta una volta superata l'emergenza. Nell'ottica di un piano sanitario generale l'ospedale di Camerino avrà sicuramente un punto di rilievo e per poter essere un'eccellenza avrà bisogno indubbiamente del potenziamento dei servizi che ne aumenti funzionalità e attrattività".

f.u.

Letto 1207 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo