Il vicepresidente Ance nei luoghi del sisma

Venerdì, 14 Ottobre 2022 08:57 | Letto 338 volte   Clicca per ascolare il testo Il vicepresidente Ance nei luoghi del sisma Camminare in mezzo a palazzi e chiese di antica bellezza puntellati da impalcature, circondati da un silenzio irreale che fa impressione, paesi disabitati, l’unico rumore quello della voce che fa eco. Questo lo scenario che si è presentato a Piero Petrucco, vice presidente Ance (Associazione nazionale costruttori edili) delegato per la ricostruzione del Centro Italia  che, accompagnato dal presidente Ance Macerata Carlo Resparambia, ha visitato il luoghi del territorio più colpiti dagli eventi sismici del 2016. Un’occasione importante per vedere e comprendere qual è la situazione reale a sei anni dal terremoto e per individuare, insieme, soluzioni e proposte da presentare poi alle principali Istituzioni competenti al fine di accelerare tutti i processi relativi alla ricostruzione. Il Vice Presidente Petrucco ha espresso la sua ammirazione per un territorio che nella difficoltà, ha mostrato, e mostra, una forza straordinaria e un attaccamento ai valori fondanti che animano la comunità. Nell’incontro che è seguito nel comune di Visso con l’Assessore Filippo Sensi, i Dirigenti Cristiano Farroni e Dario Morosi ed a Camerino con il sindaco Roberto Lucarelli, il consigliere Gianni Fedeli ed il pro Rettore Unicam Graziano Leoni, Petrucco ha ribadito l’impegno dell’Ance a sostenere ed affiancare le imprese per fare in modo che in tempi adeguati i luoghi colpiti da sisma possano ritornare ad essere delle comunità vere. Nell’ambito poi della riunione con una delegazione dell’Ufficio Speciale della Ricostruzione, alla quale hanno partecipato tra gli altri il presidente di Confindustria Macerata Grimaldi ed il direttore Niccolò, il presidente Ance Regionale Violoni, il Presidente Cassa Edile Paci ed i Componenti del Consiglio Generale di Ance Macerata, si è parlato dello stato attuale della ricostruzione. La visita del vice presidente Petrucco si è conclusa con un incontro con alcuni rappresentanti della struttura di coordinamento delle Ance del Cratere sismico 2016 nel corso del quale si è sottolineata la necessità di presentare alle Istituzioni competenti due richieste prioritarie indispensabili per non compromettere la ricostruzione: la proroga dell’utilizzo dei prezzari regionali e del prezzario del cratere, la cui scadenza attualmente è al 31.12.2022; la semplificazione dell’impiego combinato del Superbonus e degli altri incentivi fiscali con il contributo per la ricostruzione, uniformare cioè le procedure di erogazione e gestione dei crediti fiscali a quelle del contributo pubblico ed introdurre strumenti di garanzia per l’ottenimento del credito bancario necessario a finanziare le opere.
Camminare in mezzo a palazzi e chiese di antica bellezza puntellati da impalcature, circondati da un silenzio irreale che fa impressione, paesi disabitati, l’unico rumore quello della voce che fa eco.
Questo lo scenario che si è presentato a Piero Petrucco, vice presidente Ance (Associazione nazionale costruttori edili) delegato per la ricostruzione del Centro Italia  che, accompagnato dal presidente Ance Macerata Carlo Resparambia, ha visitato il luoghi del territorio più colpiti dagli eventi sismici del 2016.

Foto 4 1
Un’occasione importante per vedere e comprendere qual è la situazione reale a sei anni dal terremoto e per individuare, insieme, soluzioni e proposte da presentare poi alle principali Istituzioni competenti al fine di accelerare tutti i processi relativi alla ricostruzione.

Il Vice Presidente Petrucco ha espresso la sua ammirazione per un territorio che nella difficoltà, ha mostrato, e mostra, una forza straordinaria e un attaccamento ai valori fondanti che animano la comunità.

Nell’incontro che è seguito nel comune di Visso con l’Assessore Filippo Sensi, i Dirigenti Cristiano Farroni e Dario Morosi ed a Camerino con il sindaco Roberto Lucarelli, il consigliere Gianni Fedeli ed il pro Rettore Unicam Graziano Leoni, Petrucco ha ribadito l’impegno dell’Ance a sostenere ed affiancare le imprese per fare in modo che in tempi adeguati i luoghi colpiti da sisma possano ritornare ad essere delle comunità vere.

Nell’ambito poi della riunione con una delegazione dellUfficio Speciale della Ricostruzione, alla quale hanno partecipato tra gli altri il presidente di Confindustria Macerata Grimaldi ed il direttore Niccolò, il presidente Ance Regionale Violoni, il Presidente Cassa Edile Paci ed i Componenti del Consiglio Generale di Ance Macerata, si è parlato dello stato attuale della ricostruzione.
Foto 2 3
La visita del vice presidente Petrucco si è conclusa con un incontro con alcuni rappresentanti della struttura di coordinamento delle Ance del Cratere sismico 2016 nel corso del quale si è sottolineata la necessità di presentare alle Istituzioni competenti due richieste prioritarie indispensabili per non compromettere la ricostruzione:
 
la proroga dell’utilizzo dei prezzari regionali e del prezzario del cratere, la cui scadenza attualmente è al 31.12.2022;
 la semplificazione dell’impiego combinato del Superbonus e degli altri incentivi fiscali con il contributo per la ricostruzione, uniformare cioè le procedure di erogazione e gestione dei crediti fiscali a quelle del contributo pubblico ed introdurre strumenti di garanzia per l’ottenimento del credito bancario necessario a finanziare le opere.








Letto 338 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo