Intervento video di J-Ax a "Psyco Lab: Menti Indipendenti". In platea 600 studenti

scritto Mercoledì, 05 Dicembre 2018

Le tematiche della Salute Mentale e l’utilizzo di sostanze stupefacenti al centro del Convegno “Psyche Lab: Menti Indipendenti” che ha riempito l’Auditorium Benedetto XIII di Camerino. Davanti ad una platea di 600 ragazzi degli istituti superiori della città, se ne è discusso con l’intervento di esperti. Il convegno è stato organizzato in occasione della Giornata Nazionale Salute Mentale e nell’ambito del Progetto di prevenzione e promozione benessere Menti-Indipendenti che vede coinvolti i Servizi Sollievo ats 17-18 (Personale Cooss Marche), il Dipartimento Salute Mentale AV3 e l’associazione Scacco Matto. I laboratori di prevenzione hanno sensibilizzato gli studenti delle singole classi dell'IPSIA, Licei e ITCG di Camerino.

Platea

L’incontro è stato pensato e realizzato a favore dei giovani e del crescente rischio di comportamenti disfunzionali, legato spesso all’utilizzo di sostanze stupefacenti, ma anche  per la necessità di sensibilizzate il territorio sul tema salute mentale e promuovere  spazi di scambio e condivisione. Sul tema prevenzione e promozione Salute e benessere si è quindi concentrata la serie di interventi del convegno, al quale hanno preso parte il dott. Valerio Valeriani-Coordinatore ATS16-17-18, Angelo Meloni- Direttore Dsm AV3, Ilenia Cittadini-Coordinatore Servizi Sollievo e responsabile Progetto Menti Indipendenti, il dott. Andrea Ballerini dell’Università di Firenze, Annalisa Cambi Coordinatrice del Servizio Sollievo ATS 17 e ATS 18, la psicologa Valeria Cegna che ha illustrato il Progetto Menti Indipendenti. Ad intervallare i contributi sono state le performance musicali del trio rap senigalliese TRB CREWAvere coscienza del rischio che si corre nell'uso continuativo e abuso di cannabis, al centro della relazione del dott. Ballerini il quale  ha parlato della fascia d'età dai 12 ai 22 anni come quella più sensibile a fenomeni che riguardano la riduzione di funzionalità di parti del cervello, modifica delle emozioni, apatia sociale, isolamento, psicosi.

TB CREW

Toccante e significativa la performance teatrale, frutto dell'attività riabilitativa  che ha visto protagonisti gli utenti del Servizio Sollievo, coordinati dalla regista e docente Margherita Caciorgna. Di particolare impatto la testimonianza video del cantante J-Ax prestatosi a rispondere ad una serie di domande riguardanti il suo percorso professionale e la sua vita. Parlando di dipendenze il rapper ha sottolineato che chi più chi meno ne è afflitto; possono presentarsi sotto forma di sostanze stupefacenti ma anche di cioccolato, gioco, orologi; ognuno ha dentro di sé quel buco da colmare; parlarne e cercare di riempire con passione questa cavità che si ha dentro può aiutare. L’aiuto viene dall’essere curiosi, dall’ascoltare le persone e poi fare di testa propria, trovando un proprio stile. “Sviluppare il pensiero critico è la vera sfida – ha detto il dott. Valerio Valeriani- Il titolo dato al progetto è infatti “Menti indipendenti” che viene utilizzato per interventi di prevenzione, sia delle dipendenze sia per la promozione del benessere. E’ un programma che ha a che fare con la capacità di sviluppare un pensiero critico, in quanto la prima forma di difesa dalle droghe o da qualsiasi disagio, è aumentare i propri anticorpi cognitivi, cioè favorire una maggiore capacità di sviluppare pensieri con la propria testa, valutare aldilà, facendo resistenza alla pressione del gruppo di appartenenza, alla sollecitazione del conformismo che è imperante e, lo è soprattutto nel mondo dell’adolescenza. L’adolescente è per definizione persona in fase di individuazione, persona che sta trovando se stesso; individuarsi non vuol dire essere contro gli altri ma è pensarla diversamente dall’altro, magari un genitore o un insegnante e, non per questo non volergli bene. Vera sfida della giornata è dunque sviluppare un pensiero critico” .

Valeriani

La lunga mattinata si è conclusa con una interessante riflessione suggerita da un vivace momento interattivo con gli stessi studenti che hanno formulato una serie di domande . “L’occasione è stata quella della Giornata Nazionale della Salute mentale- ha ricordato Valeriani- ; per noi è stata anche una bella situazione per festeggiare i nostri Servizi di Sollievo che non sono la cura ma, che si riferiscono a tutto quello che c’è prima, a quello che c’è dopo e intorno. Prima c’è la promozione del benessere e dunque tutti gli interventi che hanno a che fare con le emozioni, il disagio e tutto quello che in qualche modo ci fa stare bene. Il dopo e la riabilitazione ha invece a che fare con il reinserimento nel mondo del lavoro , all’autonomia riconquistata dopo che si è stati male per qualche motivo e poi, c'è l’intorno, che ha a che fare con il lavoro con la scuola, con le famiglie e tutte le operazioni che coinvolgono la ricerca del lavoro. Queste le tematiche del Sollievo che prevedono interventi in più contesti che sono quello gruppale con il quale si sviluppano anche stimoli culturali per parlare del tema benessere; lo si fa anche a livello scolastico con gruppi classe, a livello assembleare e poi negli sportelli individuali dei Family Point. Ogni contesto è dunque appropriato e la riprova è venuta da quello odierno, dove abbiamo potuto notare che dalla platea dei ragazzi, sono arrivate ben 100 domande”.

C.C.

  Clicca per ascolare il testo Intervento video di J-Ax a "Psyco Lab: Menti Indipendenti". In platea 600 studenti scritto Mercoledì, 05 Dicembre 2018 Le tematiche della Salute Mentale e l’utilizzo di sostanze stupefacenti al centro del Convegno “Psyche Lab: Menti Indipendenti” che ha riempito l’Auditorium Benedetto XIII di Camerino. Davanti ad una platea di 600 ragazzi degli istituti superiori della città, se ne è discusso con l’intervento di esperti. Il convegno è stato organizzato in occasione della Giornata Nazionale Salute Mentale e nell’ambito del Progetto di prevenzione e promozione benessere Menti-Indipendenti che vede coinvolti i Servizi Sollievo ats 17-18 (Personale Cooss Marche), il Dipartimento Salute Mentale AV3 e l’associazione Scacco Matto. I laboratori di prevenzione hanno sensibilizzato gli studenti delle singole classi dellIPSIA, Licei e ITCG di Camerino. L’incontro è stato pensato e realizzato a favore dei giovani e del crescente rischio di comportamenti disfunzionali, legato spesso all’utilizzo di sostanze stupefacenti, ma anche  per la necessità di sensibilizzate il territorio sul tema salute mentale e promuovere  spazi di scambio e condivisione. Sul tema prevenzione e promozione Salute e benessere si è quindi concentrata la serie di interventi del convegno, al quale hanno preso parte il dott. Valerio Valeriani-Coordinatore ATS16-17-18, Angelo Meloni- Direttore Dsm AV3, Ilenia Cittadini-Coordinatore Servizi Sollievo e responsabile Progetto Menti Indipendenti, il dott. Andrea Ballerini dell’Università di Firenze, Annalisa Cambi Coordinatrice del Servizio Sollievo ATS 17 e ATS 18, la psicologa Valeria Cegna che ha illustrato il Progetto Menti Indipendenti. Ad intervallare i contributi sono state le performance musicali del trio rap senigalliese TRB CREW. Avere coscienza del rischio che si corre nelluso continuativo e abuso di cannabis, al centro della relazione del dott. Ballerini il quale  ha parlato della fascia detà dai 12 ai 22 anni come quella più sensibile a fenomeni che riguardano la riduzione di funzionalità di parti del cervello, modifica delle emozioni, apatia sociale, isolamento, psicosi. Toccante e significativa la performance teatrale, frutto dellattività riabilitativa  che ha visto protagonisti gli utenti del Servizio Sollievo, coordinati dalla regista e docente Margherita Caciorgna. Di particolare impatto la testimonianza video del cantante J-Ax prestatosi a rispondere ad una serie di domande riguardanti il suo percorso professionale e la sua vita. Parlando di dipendenze il rapper ha sottolineato che chi più chi meno ne è afflitto; possono presentarsi sotto forma di sostanze stupefacenti ma anche di cioccolato, gioco, orologi; ognuno ha dentro di sé quel buco da colmare; parlarne e cercare di riempire con passione questa cavità che si ha dentro può aiutare. L’aiuto viene dall’essere curiosi, dall’ascoltare le persone e poi fare di testa propria, trovando un proprio stile. “Sviluppare il pensiero critico è la vera sfida – ha detto il dott. Valerio Valeriani- Il titolo dato al progetto è infatti “Menti indipendenti” che viene utilizzato per interventi di prevenzione, sia delle dipendenze sia per la promozione del benessere. E’ un programma che ha a che fare con la capacità di sviluppare un pensiero critico, in quanto la prima forma di difesa dalle droghe o da qualsiasi disagio, è aumentare i propri anticorpi cognitivi, cioè favorire una maggiore capacità di sviluppare pensieri con la propria testa, valutare aldilà, facendo resistenza alla pressione del gruppo di appartenenza, alla sollecitazione del conformismo che è imperante e, lo è soprattutto nel mondo dell’adolescenza. L’adolescente è per definizione persona in fase di individuazione, persona che sta trovando se stesso; individuarsi non vuol dire essere contro gli altri ma è pensarla diversamente dall’altro, magari un genitore o un insegnante e, non per questo non volergli bene. Vera sfida della giornata è dunque sviluppare un pensiero critico” . La lunga mattinata si è conclusa con una interessante riflessione suggerita da un vivace momento interattivo con gli stessi studenti che hanno formulato una serie di domande . “L’occasione è stata quella della Giornata Nazionale della Salute mentale- ha ricordato Valeriani- ; per noi è stata anche una bella situazione per festeggiare i nostri Servizi di Sollievo che non sono la cura ma, che si riferiscono a tutto quello che c’è prima, a quello che c’è dopo e intorno. Prima c’è la promozione del benessere e dunque tutti gli interventi che hanno a che fare con le emozioni, il disagio e tutto quello che in qualche modo ci fa stare bene. Il dopo e la riabilitazione ha invece a che fare con il reinserimento nel mondo del lavoro , all’autonomia riconquistata dopo che si è stati male per qualche motivo e poi, cè l’intorno, che ha a che fare con il lavoro con la scuola, con le famiglie e tutte le operazioni che coinvolgono la ricerca del lavoro. Queste le tematiche del Sollievo che prevedono interventi in più contesti che sono quello gruppale con il quale si sviluppano anche stimoli culturali per parlare del tema benessere; lo si fa anche a livello scolastico con gruppi classe, a livello assembleare e poi negli sportelli individuali dei Family Point. Ogni contesto è dunque appropriato e la riprova è venuta da quello odierno, dove abbiamo potuto notare che dalla platea dei ragazzi, sono arrivate ben 100 domande”. C.C.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo