Delpriori: "Baldini appena insediato ha screditato noi. Lui che lasciò un buco di 14 milioni"

scritto Mercoledì, 29 Maggio 2019
“La prima uscita sulla stampa di Massimo Baldini è al limite del ridicolo”.

Esordisce così Alessandro Delpriori, ex sindaco di Matelica e oggi capogruppo di “Per Matelica”, al suo primo commento da consigliere di minoranza. Punta il dito contro chi lo ha succeduto, Massimo Baldini: “Appena insediato, non sa far altro che attaccare noi per questioni che nemmeno conosce. Le normative sul sisma vanno studiate e capite fino in fondo, le dichiarazioni in cui lui dice che vuole velocizzare la ricostruzione privata è paradossale, non sa nemmeno che i privati non passano affatto attraverso le pubbliche amministrazioni. Per quanto riguarda la ricostruzione pubblica - aggiunge - dice che non ci sono progetti, anche questo è falso, continue bugie per nascondere la loro palese incapacità di entrare dentro le questioni”. Palazzo Ottoni, dice Delpriori, è in fase di rilievo dei lavori da fare e Matelica sarebbe il primo comune del cratere che è arrivato a questa condizione. Questo perché, sempre secondo l’ex sindaco, l’Ufficio Speciale per la Ricostruzione avrebbe voluto testare il sistema delle opere pubbliche su Matelica.

“Tutto questo insulta non tanto noi che siamo coscienti del grande lavoro svolto, ma soprattutto gli uffici comunali che si sono adoperati come nessun altro per ricostruire Matelica in fretta. Dicevano che usavamo il terremoto come alibi per non fare - incalza - ora ho capito che Baldini non si è nemmeno accorto del sisma e che non hanno alcuna coscienza della normativa e delle procedure. Prevedo tempi molto bui”.

Delpriori attacca anche sulle affermazioni fatte in merito al bilancio: “Da uno che quando era assessore ha lasciato un buco di 14 milioni per finanziare lavori fondamentali come la strada delle Valche e il mattatoio, ancora inutilizzato, non prendo lezioni. Si metta a lavorare seriamente piuttosto”.  

  Clicca per ascolare il testo Delpriori: "Baldini appena insediato ha screditato noi. Lui che lasciò un buco di 14 milioni" scritto Mercoledì, 29 Maggio 2019 “La prima uscita sulla stampa di Massimo Baldini è al limite del ridicolo”. Esordisce così Alessandro Delpriori, ex sindaco di Matelica e oggi capogruppo di “Per Matelica”, al suo primo commento da consigliere di minoranza. Punta il dito contro chi lo ha succeduto, Massimo Baldini: “Appena insediato, non sa far altro che attaccare noi per questioni che nemmeno conosce. Le normative sul sisma vanno studiate e capite fino in fondo, le dichiarazioni in cui lui dice che vuole velocizzare la ricostruzione privata è paradossale, non sa nemmeno che i privati non passano affatto attraverso le pubbliche amministrazioni. Per quanto riguarda la ricostruzione pubblica - aggiunge - dice che non ci sono progetti, anche questo è falso, continue bugie per nascondere la loro palese incapacità di entrare dentro le questioni”. Palazzo Ottoni, dice Delpriori, è in fase di rilievo dei lavori da fare e Matelica sarebbe il primo comune del cratere che è arrivato a questa condizione. Questo perché, sempre secondo l’ex sindaco, l’Ufficio Speciale per la Ricostruzione avrebbe voluto testare il sistema delle opere pubbliche su Matelica. “Tutto questo insulta non tanto noi che siamo coscienti del grande lavoro svolto, ma soprattutto gli uffici comunali che si sono adoperati come nessun altro per ricostruire Matelica in fretta. Dicevano che usavamo il terremoto come alibi per non fare - incalza - ora ho capito che Baldini non si è nemmeno accorto del sisma e che non hanno alcuna coscienza della normativa e delle procedure. Prevedo tempi molto bui”. Delpriori attacca anche sulle affermazioni fatte in merito al bilancio: “Da uno che quando era assessore ha lasciato un buco di 14 milioni per finanziare lavori fondamentali come la strada delle Valche e il mattatoio, ancora inutilizzato, non prendo lezioni. Si metta a lavorare seriamente piuttosto”.  

202 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo