A Camerino, va avanti secondo la prevista tabella di marcia, la realizzazione di un’ala del nuovo campus universitario di Unicam che ospiterà gli alloggi per gli studenti dell’Ateneo, Presentato nel giugno 2019 il progetto di costruzione è frutto di un’adozione oltreoceano, attivatasi e resa possibile grazie all’impegno del Governo del Canada e della Croce Rossa Canadese, che hanno voluto dare il loro concreto supporto. Una folta delegazione canadese aveva partecipato all’incontro che si era tenuto all’università.

FB IMG 1579789590245
E giorno dopo giorno, sta prendendo sempre più forma la struttura che permetterà l’ampliamento degli alloggi disponibili nell’area Campus. Soddisfazione è stata espressa dal presidente della sezione Croce Rossa di Camerino Gianfranco Broglia.
“Tutto sta procedendo come previsto- afferma Broglia -. Il bel tempo ci permette di andare avanti senza intoppi con i lavori. Entro il mese di marzo ci auguriamo che la struttura possa essere inaugurata. Un bellissimo gesto da parte dello Stato del Canada e della Croce Rossa Canadese che ha raccolto i fondi necessari. Siamo rimasti veramente colpiti dalla solidarietà di questa nazione che ci è stata molto vicina, adoperandosi per favorire le nostre richieste e per raccogliere un aiuto economico davvero importante sia per Camerino che per Muccia”.
Nel paese di Muccia duramente colpito dal sisma, Croce Rossa e Governo Canadese, oltre all’’impegno della comunità italo-canadese e in collaborazione con l’Associazione Nazionale Magistrati, renderanno concreto il progetto del Centro Polifunzionale, all’interno del quale verranno ospitati una biblioteca, una sala conferenze e spazi dedicati alle attività dei cittadini. Presso la struttura  sarà presente anche un presidio della Croce Rossa, attrezzato per rispondere alle esigenze sanitarie e a eventuali emergenze. 
C.C.
Posa simbolica della prima pietra per i lavori dell'ampliamento del Campus universitario di Unicam. La cerimonia si è tenuta nella tarda mattinata, presenti i vertici di Croce Rossa Italiana nazionale regionale e locale, della Regione Marche, dell'ateneo e dell'ammnistrazione comunale di Camerino, con la partecipazione delle autorità militari e delle forze di volontariato. Un altro tassello che va ad aggiungersi al polmone vitale cittadino e di tutto il territorio, amplificando l'offerta di ospitalità per gli studenti.
A rendere possibile il progetto, l'unione d'intenti tra Croce Rossa Italiana, Croce Rossa del Canada e Governo Canadese, nell'ambito delle numerose attività iniziate e avviate a  sostegno delle zone colpite dal sisma. Ad aprire la cerimonia l'inno d'Italia e la lettura dei 7 principi ispiratori dell'etica e di ogni azione di Croce Rossa: umanità, imparzialità neutralità, indipendenza, volontariato, unità e universalità.
IMG 20190914 121112
"Festeggiare la prima pietra con i colleghi canadesi- ha detto la sottosegretario di CRI Barbara Contini- vuol dire regalare un sorriso a favore di una svolta, per far nascere dal problema una grande opportunità". Un'idea condivisa e abbracciata con forte determinazione dalla Croce Rossa Canadese inseritasi con convinzione nella rete di solidarietà per dare una mano ai territori colpiti dal sisma del 2016. Un intervento carico di passione quello del Rettore Claudio Pettinari che ha riunito nei ringraziamenti tutte le istituzioni coinvolte, senza dimenticare lo stimolo propulsivo e lungimirante di coloro che lo hanno preceduto nella guida dell'Università di Camerino, a partire dal prof. Ignazio Buti per proseguire con i prof. Fulvio Esposito e Flavio Corradini, le cui azioni concrete sono state ispirate dal garantire continuità della formazione, innovazione e sviluppo.
Sentimenti di gioia e felicità per un altro passo in avanti sono stati espressi dal presidente regionale di CRI Fabio Cecconi e dal sindaco di Camerino Sandro Sborgia che, a nome del governo cittadino, ha rinnovato disponibilità e forte sinergia d'intenti con l'ateneo. Grazie alle due nuove palazzine, l'area del Campus Unicam realizzata nel 2000, arriverà ad assicurare ulteriori 50 posti letto, grazie a Croce Rossa Italiana e al contributo di 1 milione e 200 mila euro venuto da Croce Rossa e Governo Canadese. L'ampliamento totale previsto in zona dovrebbe assicurare in futuro un totale di 150 nuovi posti disponibili. La progettazione, seguita e monitorata nelle varie fasi dal prorettore vicario Graziano Leoni, è opera dell'architetto Raffaelle Mennella della Scuola di architettura e Design di Unicam.

" Il vincitore è solo un sognatore che non si è mai arreso". E' sufficiente questa frase conclusiva, pronunciata dal vice presidente del consiglio degli studenti Alessandro Di Stefano, a sintetizzare  il significato dei piccoli passi che conducono lontano. 
cc
Servizio di approfondimento nel prossimo numero di Appennino Camerte
IMG 20190914 111616


Un centro polifunzionale, dotato di biblioteca, sala conferenze e spazi pubblici. E'quanto  la Croce Rossa canadese,  l'impegno della comunità italo- canadese e del Governo del Canada, in collaborazione con l'Associazione nazionale magistrati, doneranno a Muccia per consentire la ricostruzione e la ripartenza del tessuto sociale. Presso la struttura,sarà presente anche un presidio di Croce Rossa attrezzato per rispondere ad eventuali emergenze e alle esigenze sanitarie. Alla presentazione del progetto, accolta dal sindaco Mario Baroni, una folta delegazione canadese, composta in primis dal già presidente del Congresso Italo canadese Giuseppe Asaro, della Fondazione Comunitaria Italo-Canadese Tony Loffreda, dal vice presidente della Croce Rossa Canadese Pascal Mathieu, dal Minister- counsellor dell'Ambasciata canadese in Italia Marc-Antoine Dumas, dal presidente regionale della CRI Fabio Cecconi, dal vice segretario Generale della CRI Barbara Contini, dal presidente del Comitato di Camerino CRI Gianfranco Broglia e dal progettista della struttura,  l'ingegnere Gustavo Ranalli.  

Muccia Centro polifunzionale 2

 Il centro polifunzionale della superfice di circa 700 metri quadrati, sorgerà nelle immediate vicinanze dell'area Sae Pian di Giove , area che, tramite una passerella che attraverserà il fiume, verrà collegata con le strutture del centro commerciale "Il punto "e con l'altra area Sae di Varano. Tra le infrastrutture previste nell'area anche un attraversamento della strada nazionale,dotato di scale e ascensore, in modo da rendere il più sicuro possibile il transito delle persone che si recano a fare la spesa o nelle altre aree vicine. Il progetto del centro polifunzionale, partito nel dicembre 2016, allorquando il Commissario Errani e il Capo Dipartimento di Protezione Civile Curcio, chiesero al sindaco quali fossero le esigenze più 'urgenti' per la popolazione. " Già allora e, a maggio ragione oggi- ha dichiarato il sindaco Baroni- la necessità più grande abbiamo ritenuto che fosse l'avere una struttura per la comunità. Una costruzione che potesse dare sicurezza a tutti in caso di calamità, da utilizzare anche come dormitorio e mensa. L'idea di partenza era quella; poi una serie di vicende hanno allungato un po' i tempi. Un'accelerazione al progetto è avvenuta proprio ultimamente- continua Baroni- e oggi, la visita della Croce Rossa del Canada con i rappresentanti del Governo e della Fondazione italo-canadese non può che averci fatto immenso piacere. Ne approfitto per ringraziare per questo gesto generoso che rende concreta la realizzazione di un progetto a cui teniamo molto come punto di aggregazione. Una notizia più che positiva che ci dà la spinta a ripartire,  a ritrovare quella pace della quale abbiamo tanto bisogno".  

Carla Campetella

Muccia progetto 1

 

Muccia Progetto 2

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo