PIEDINO Appenn a casa 2021
Treia spalanca le porte ai visitatori, aderendo al Grand Tour dei musei sabato 14 maggio, promosso dall’Assessorato alla Cultura della Regione Marche e dalla Fondazione Marche Cultura, in collaborazione con il MiC – Ministero della Cultura Direzione Regionale Musei Marche e il Coordinamento Regionale Marche di ICOM Italia.

“Terra del cuore e del sogno, camminata attraverso i luoghi di Dolores Prato” è l’iniziativa proposta dall’Amministrazione comunale, dalle ore 10 con partenza dal teatro comunale in pizza Don Arcangeli.

Treia è un museo a cielo aperto. Passeggiare tra le vie del borgo è come passeggiare nei libri della scrittrice, tra i luoghi narrati, i profumi evocati, le sensazioni raccontate.

Un viaggio affascinante che consentirà di rivivere le vie nel cuore del centro storico attraverso le parole di Dolores Prato, da catturare con nuovi occhi grazie a una passeggiata accompagnata da guide e dalla compagnia dei profumi primaverili.

Un nuovo spunto interessante che s’inserisce nel percorso avviato qualche mese fa, proprio con l’intento di valorizzare una delle figure femminili che hanno maggiormente influenzato la letteratura del ‘900 e celebrare il 130esimo anno dalla sua nascita.

Il Gran Tour dei musei offre anche uno spunto per riflettere sul ruolo strategico che i musei possono assumere nel contesto culturale e sociale del territorio e sulla loro capacità di incidere nella realtà che ci circonda e nella vita della comunità. Riconoscere il ‘potere’ dei musei significa infatti sottolineare la loro capacità di proporsi come fattori e strumenti di cambiamento, contesti di formazione e sviluppo della società.

Guardando al turismo è in uscita la guida “I 35 borghi imperdibili delle Marche” insieme ai giornali Il Giorno e la Nazione nella quale è stata inserita anche la città di Treia.

L’amministrazione comunale di Treia è stata premiata a Verona al Motor Bike Expo nel corso della presentazione stampa delle attività di Wonder Italy 2022 come borgo più visitato d’Italia.

Treia è stata scelta nel circuito “Wonder Italy…nei Borghi più belli d’Italia”, il circuito nazionale per amanti delle moto che legherà Marche, Umbria ed Emilia Romagna.

Dopo essere stato il Borgo più Bello d'Italia più visitato con il Trofeo Borghi in Moto, ancora un prestigioso traguardo per la città del bracciale che rappresenterà le Marche nel circuito insieme a Gradara e Sassoferrato; scelti anche Castiglione del Lago, Anghiari, Scarperia, Palazzolo sul Senio, Dozza, Brisighella, San Giovanni in Marignano e Montefalco.

L’evento in programma dal 28 maggio al 2 giugno 2022 vuole ripetere il successo del format Wonder Umbria lanciato da 7 anni; a Treia arrivo il 1 giugno e ripartenza il 2.

L’idea nata dall’associazione Maxi Moto Group 2.0 di Terni, guidata da Sandra Bonafede, è stata lanciata per un tour in Umbria per appassionati delle due ruote (Wonder Umbria). Dopo il crescente successo dal 2015, è nata la collaborazione con I Borghi più Belli d’Italia ed il risultato è Wonder Italy 2022: il giro d’Italia dei motociclisti dei borghi italiani.


presidente Borghi Fiorello Primi

Quattro eventi per quattro sold out, questo è il bilancio finale delle iniziative che si sono svolte a partire dal 10 ottobre nel territorio del Comune di Treia.

Il progetto, fortemente voluto dall’Amministrazione Comunale e realizzato da Marche Active Tourism e Girastorie Racconti in Cammino di Matteo Petracci, ha accompagnato 200 persone provenienti da tutte le Marche e anche da fuori regione alla scoperta di luoghi simbolo e angoli meno conosciuti della cittadina del Pallone col Bracciale.

TreiaSN4

Da Villa Valcerasa fino all’area della “Roccaccia” passando per Villa la Quiete e per San Lorenzo le semplici escursioni, arricchite dal racconto degli aspetti storici e naturalistici, hanno consentito hai partecipanti di conoscere e visitare nel periodo autunnale le straordinarie ricchezze culturali e paesaggistiche dell’area. A conferma che il turismo outdoor ha enormi potenzialità nel maceratese e che può essere uno strumento fondamentale per coniugare attenzione per il territorio e volano economico per tutto il comparto turistico.

TreiaSN2

L’area interessata dal progetto è caratterizzata da sentieri e strada poco trafficate, con dislivello morbidi ed un contesto paesaggistico unico nel suo genere, tutte caratteristiche che ben si prestano a cammini ed attività all’aria aperta. Inoltre le storie che nei secoli si sono accavallate e che con Treia Tra storia e natura sono state riscoperte rendono l’esperienza mai banale o uguale a se stessa. Un connubio perfetto che è stato apprezzato sia da chi è abituato a frequentare questi luoghi che da chi li visitava per la prima volta. Da notare che gli eventi si sono svolti nel mese di ottobre, a conferma che la destagionalizzazione è un elemento centrale di questo tipo di attività, che consentono un afflusso di visitatori anche in periodi tradizionalmente considerati di bassa stagione.

TreiaSN1

Terzo consiglio comunale del 2020 quello che si è tenuto a Treia nell’aula multimediale di via Cavour trasformata in sede consiliare in tempi di Coronavirus. Un’assise comunale che si è svolta con la presenza dei consiglieri, tutti con mascherina e guanti, e che ha visto come punto cruciale della discussione quello relativo alla variazione del programma triennale dei lavori pubblici 2020/2022, che prevede il finanziamento del recupero degli edifici denominati “casa del custode” del Parco di Villa Spada per un importo di circa 800mila euro concesso dall’Ufficio Speciale per la Ricostruzione e un accollo di circa 400mila euro da parte dell’amministrazione comunale con i fondi dell’assicurazione sul sisma. Un argomento importante dal punto di vista politico, punto nodale della “vecchia” maggioranza e che ha determinato la caduta della Giunta guidata dal vice sindaco facente funzioni Edi Castellani. Proprio su questo punto si è registrato il voto contrario del gruppo di minoranza “Prima Treia” che, come dichiarato dal capogruppo Vittorio Sampaolo è “sì favorevole al recupero del Parco di Villa Spada per esigenze legate al turismo e, ma assolutamente contrario al fatto di dover spendere soldi per inserire nel Parco 4 edifici o moduli abitativi, sia pure destinati ad una situazione di emergenza, all’interno di un sito a vocazione turistica con tutte le problematiche che ciò comporta”. “E’ un progetto – chiarisce il vice sindaco Davide Buschittari – che prevede la costruzione di 4 alloggi per le famiglie che hanno avuto l’abitazione distrutta dal sisma e che ci permetterà il recupero dell’intero complesso di Villa Spada. Un luogo che deve essere la casa di tutti i treiesi perché intorno a questo importantissimo bene storico – architettonico gravitano tutti i nostri progetti di rilancio turistico”.


edy castellani




Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo