CORSASPADA 1022X200
Aggiornato alle 10.15 

Si getta dalle mura della Rocca e muore sul colpo. Un quarantunenne originario di Camerino ma residente da tempo fuori città si è suicidato, buttandosi dal punto più alto delle mura di Rocca dei Borgia. Stando alle prime indagini dei carabinieri di Camerino, giunti sul posto per ricostruire gli avvenimenti insieme al 118, poco dopo le 7 di stamattina l'uomo ha raggiunto la Rocca e si è lasciato cadere. Ad accorgersi della tragedia un passante che ha immediatamente allertato i soccorsi, purtroppo vani. 

 
Dramma nelle campagne del camerinese. Un uomo di 73 anni è morto schiacciato sotto il peso del braccio meccanico di una ruspa  che sarebbe piombato sopra di lui mentre questi era intento ad effettuare delle saldature. Una pura fatalità dunque secondo quanto si è potuto riscostruire grazie all'intervento dei Carabinieri della Compagnia di Camerino, sotto il comando del tenente Paolo Rinaldi. L'allerta era partita dalla figlia del settantetrenne preoccupata dall'assenza da casa del padre da ieri, senza riuscire più a contattarlo, Impegnati nelle ricerche i Vigili del fuoco del distaccamento di Camerino che intorno alle 14.00 hanno fatto la macabra scoperta nelle vicinanze del casolare,  Il fatto è avvenuto in località Cugna, tra San Marcello e Sentino di Camerino. Sul posto oltre ai Carabinieri, i sanitari del 118 che non hanno potuto che constatare il decesso del 73enne.  La squadra dei Vigili del Fuoco si è poi occupata dele operazioni di estrazione della vittima.

c.c.
001

Dramma a Camerino nella frazione di Gagliano. Un uomo di 50 anni, R. F., si è tolto la vita sull'uscio della propria abitazione. Solo in casa, l'uomo ha imbracciato un fucile regolarmente detenuto dal figlio, dirigendolo verso il proprio volto. Un gesto disperato del quale i carabinieri della Compagnia di Camerino intervenuti sul posto insieme all'ambulanza del 118, stanno cercando di chiarire i motivi. Sembra che il cinquantenne soffrisse di crisi depressive e da qualche tempo fosse seguito dal locale distretto di salute mentale. Lascia la moglie e un figlio. 

C.C.

Dopo oltre 36 ore di ricerche è stato ritrovato il corpo senza vita di Azzurra Pigotti. Le ricerche intorno al lago delle Grazie di Tolentino, riprese dalle prime ore del mattino, hanno consentito di fare la macabra scoperta, il corpo era nel grande vascone sulla sinistra del ponte che porta al lago, nella parte opposta della diga. Cosa sia successo, se Azzurra dopo aver parcheggiato l'auto sia caduta in acqua nella zona del fiume o se il corpo sia stato trascinato in seguito dalla corrente oltre la diga saranno gli inquirenti a doverlo stabilire.

Il corpo senza senza vita della giovane è stato recuperato dai vigili del fuoco che per diverse ore avevano battuto la zona unitamente a carabinieri e volontari della Protezione civile, anche con l'ausilio di unità cinofile, gommoni, sommozzatori e di un elicottero. L'allarme era stato lanciato nella serata di giovedì 9 quando il titolare dello claet "Da Nuah" aveva avvertito le forze dell'ordine per la presenza di un'auto, una Polo Volkswagen, parcheggiata già da diverse ore nella zona della bocciofila. Giunti sul posto i carabinieri hanno rivenuto nell'auto la borsa della donna con all'interno un biglietto che lasciava poco spazio all'immaginazione.

( luogo del ritrovamento del corpo di Azzurra )

luogo ritrovo del corpo di Azzurra

 

Avvertiti i genitori, che pensavano che la figlia fosse ad Assisi, sono scattate le ricerche concluse, purtroppo, con la scoperta del cadavere. Increduli e distrutti dal dolore il papà Edo, per anni direttore di filiale di Banca Marche ed anche ex presidente di "Casa Amica", ente che gestisce la casa di riposo di Camerino, la mamma Amerina, titolare in passato di un negozio di fiori nella città ducale, il fratello Massimo. Nulla lasciava presagire, infatti, il disperato gesto.

( sotto vigile del fuoco e alcuni volontari della protezione civile durante le ricerche )

vigili ricerche

 

( i vigili sommozzatori che hanno ritrovato il corpo di Azzurra )

vigili sommozzatori

( lago delle Grazie, un momento delle ricerche di venerdì pomeriggio )

 

lago delle grazie verso belforte

 

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo