POLITEAMA banner beethoven 1022x200

Crisi economica occupazionale, Aguzzi incontra i sindacati

Venerdì, 05 Febbraio 2021 15:42 | Letto 152 volte   Clicca per ascolare il testo Crisi economica occupazionale, Aguzzi incontra i sindacati L’assessore regionale al Lavoro-Formazione, Stefano Aguzzi si è incontrato questa mattina a Pesaro con i rappresentanti regionali delle organizzazioni sindacali CGIL, CISL e UIL. Al centro del confronto, una panoramica su tutti i temi legati alla crisi occupazionale, economica e in generale del mercato del lavoro riconducibili all’emergenza pandemica. Un forte timore è stato espresso da tutti sull’imminente scadenza del blocco dei licenziamenti, problema per il quale tutti sperano in una proroga in proporzione agli stadi di crisi. I Sindacati, salutando con soddisfazione la disponibilità al confronto dell’assessore regionale, hanno ribadito l’esigenza di continuare sulla strada del confronto periodico e di strutturare le occasioni di riflessione comune per studiare e concertare azioni di incentivazione al lavoro con formule innovative, in vista del Recovery Plan e dei prossimi fondi strutturali europei.“Da parte nostra c’è una forte disponibilità al dialogo e all’azione progettuale comune – ha rimarcato l’assessore Aguzzi - perché siamo convinti che le politiche del lavoro, più di altre, siano un settore dove le idee, le buone prassi, la conoscenza del mercato e delle esigenze dei lavoratori, le ricerche e gli studi di tutti vadano valutati con grande ponderazione e disponibilità. Ci sono già iniziative di incentivazione all’occupazione allo studio in questi giorni degli uffici dell’assessorato, sulle quali abbiamo intenzione di chiedere interventi statali mirati. E’ necessario però, ancor prima di una progettualità comune, perché gli interventi siano concreti ed efficaci, avere a disposizione una precisa ricognizione dei fabbisogni lavorativi e delle imprese e su questi bisogni finalizzare anche corsi di orientamento, formazione e aggiornamento. Saranno poi i Centri per l’Impiego, che stiamo rafforzando, a curare e gestire queste azioni di orientamento per l’ingresso al mercato del lavoro. A questo proposito, la Regione Marche sta anche elaborando forme inedite di collaborazione pubblico/privato, in tema di agenzie interinali e ricerca del lavoro per un miglior rapporto domanda/offerta. Massimo sforzo, dunque su questi temi, ben consapevoli che la prospettiva non è ottimistica ma che i prossimi mesi saranno cruciali per una progettazione mirata e qualificata”. (ad’e)
L’assessore regionale al Lavoro-Formazione, Stefano Aguzzi si è incontrato questa mattina a Pesaro con i rappresentanti regionali delle organizzazioni sindacali CGIL, CISL e UIL. Al centro del confronto, una panoramica su tutti i temi legati alla crisi occupazionale, economica e in generale del mercato del lavoro riconducibili all’emergenza pandemica. 

Un forte timore è stato espresso da tutti sull’imminente scadenza del blocco dei licenziamenti, problema per il quale tutti sperano in una proroga in proporzione agli stadi di crisi. I Sindacati, salutando con soddisfazione la disponibilità al confronto dell’assessore regionale, hanno ribadito l’esigenza di continuare sulla strada del confronto periodico e di strutturare le occasioni di riflessione comune per studiare e concertare azioni di incentivazione al lavoro con formule innovative, in vista del Recovery Plan e dei prossimi fondi strutturali europei.

“Da parte nostra c’è una forte disponibilità al dialogo e all’azione progettuale comune – ha rimarcato l’assessore Aguzzi - perché siamo convinti che le politiche del lavoro, più di altre, siano un settore dove le idee, le buone prassi, la conoscenza del mercato e delle esigenze dei lavoratori, le ricerche e gli studi di tutti vadano valutati con grande ponderazione e disponibilità. Ci sono già iniziative di incentivazione all’occupazione allo studio in questi giorni degli uffici dell’assessorato, sulle quali abbiamo intenzione di chiedere interventi statali mirati. E’ necessario però, ancor prima di una progettualità comune, perché gli interventi siano concreti ed efficaci, avere a disposizione una precisa ricognizione dei fabbisogni lavorativi e delle imprese e su questi bisogni finalizzare anche corsi di orientamento, formazione e aggiornamento. Saranno poi i Centri per l’Impiego, che stiamo rafforzando, a curare e gestire queste azioni di orientamento per l’ingresso al mercato del lavoro. A questo proposito, la Regione Marche sta anche elaborando forme inedite di collaborazione pubblico/privato, in tema di agenzie interinali e ricerca del lavoro per un miglior rapporto domanda/offerta. Massimo sforzo, dunque su questi temi, ben consapevoli che la prospettiva non è ottimistica ma che i prossimi mesi saranno cruciali per una progettazione mirata e qualificata”. (ad’e)

Letto 152 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo