Anselmi elezionI M. s. martino

 

Ultima seduta di mandato per il Consiglio comunale di Camerino

scritto Mercoledì, 15 Maggio 2019

Ultimo consiglio comunale del mandato dell’amministrazione Pasqui.  Presenti per la minoranza i consiglieri Trojani, Caprodossi e Fanelli, all’ordine del giorno dell'assise erano tra gli altri l’approvazione dei verbali dei Consigli comunali del 4 e 10 aprile scorsiin quanto all’epoca assenti,sul primo Fanelli e sul successivo punto  tutti e tre consiglieri dell’opposizione, si sono espressi con l’astensione. La maggioranza non ha ritenuto di inserire invece all’ordine del giorno, le due interrogazioni, presentate nei tempi dal gruppo “ Comunità e territorio”. L’una aveva ad oggetto chiarificazioni sul trattamento dei dati e sulla modalità di reperimento dei numeri di telefonia mobile dei cittadini, chiamati per essere invitati alla presentazione della lista “ Radici al futuro” con la quale il sindaco Pasqui si ricandida. Presentato lo scorso 4 maggio invece il secondo quesito dell'’opposizione riferito al rischio e tutela della salute pubblica sull’ubicazione del Centro Ada di Vallicelle, stante il parere d’incompatibilità che Terna aveva dato nel maggio dello scorso anno, in considerazione della presenza in zona di linee elettriche ad alta tensione. Sul mancato inserimento all’ordine del giorno delle due interrogazioni, Trojani ha ravvisato una grave violazione del regolamento del consiglio comunale, obiettando che la presentazione e trattazione, è  prevista al primo consiglio utile, a patto che, come appunto avvenuto, l’interrogazione pervenga dieci giorni prima della data dell’assise. Non essendo all’’ordine del giorno, sul quesito non si è potuta aprire discussione, ma  il sindaco ha comunque ritenuto riportare il dato della  perizia sul campo elettromagnetico, effettuata da una ditta specializzata e trasmessa all’associazione Ada il 26 giugno 2018, dalla quale si evince che in tutte le aree interessate, le emissioni elettromagnetiche sono entro i limiti di legge, senza che ne derivino rischi sanitari. Voto contrario dell’opposizione sul successivo punto relativo all’approvazione del rendiconto sulla gestione dell’ente per l’anno 2018. Alla data del 31 dicembre 2018 il rendiconto di gestione presenta un risultato e una chiusura in avanzo di amministrazione pari a 297.885 euro. Nelle considerazioni conclusive all’illustrazione, l’assessore al bilancio Roberto Mancinelli, ha ribadito che quello del comune di Camerino è un bilancio difficile che merita la massima attenzione, pur sussistendo comunque i margini per migliorare e non correre rischi di sbandamento. “Per chi si troverà in futuro a gestirlo, posso dire che si tratta di un bilancio che ha in pancia tutte le qualità e potenzialità, anche se occorrerà gestire bene tutte le partite contabili in entrata e in uscita; dovrà effettuarsi un intelligente turn over del personale e guardare con attenzione ad altri particolari, come al fato che nel 2020 si presenterà la questione del pagamento dei mutui sospesi della Cassa Depositi e Prestiti. Diverse le sospensioni che il comune ha dovuto accettare nel post sisma e che riprenderanno nell’anno 2019, tuttavia, riprenderanno anche altre situazioni che apporteranno beneficio all’ente comunale”. Motivando  il voto contrario della minoranza, il consigliere Fabio Trojani, ha sottolineato la "chiusura di una mandatura difficile nel corso della quale abbiamo sempre criticato la politica finanziaria e di bilancio che la maggioranza ha portato avanti. Situazione che oggi, alla luce degli eventi sismici, si presenta ancora più opaca, in quanto le criticità e i dati di consistente indebitamento, mostrano che occorrerà rimettervi mano”. Se all’indomani delle elezioni sarà prioritario pianificare la politica finanziaria dell’ente, altrettanto prioritario secondo Trojani, sarà garantire una decente sede al comune che possa costituire la base per la ripartenza e per lanciare la ricostruzione; il consigliere ha aspramente criticato la maggioranza di non aver pensato ad una sede comunale all'indomani del sisma . “Sarà necessario – ha aggiunto – anche mettere mano alle entrate, operando una seria bonifica. Quello che più mi preoccupa è la gestione delle spese, fatte senza una pianificazione seria e senza una coerenza; sono stati anche rinnovati degli incarichi dei quali o si sarebbe potuto fare a meno, o comunque limitarli alla durata della mandatura senza oltrepassarla, azione che peraltro non è stata neanche troppo corretta da parte della maggioranza”. Quanto alla sede comunale, Lucarelli ha sottolineato che il filtro che non è stato possibile superare è stato quello della Protezione civile regionale; il fatto di non essere riusciti ad avere una sede temporanea idonea per lo svolgimento delle funzioni del comune, più che all’amministrazione comunale che se ne è occupata più volte, reiterando a chi di dovere richiesta di soluzioni alternative all’unica via dei container, è imputabile alla regione Marche che le ha sempre rigettate adducendo l’inesistenza di norme per una delocalizzazione temporanea della sede comunale, diversa da quella dei container. Per la serietà e la professionalità dimostrata, il vice sindaco ha ringraziato l'assessore al bilancio, tutta la macchina comunale e,  in particolare il Contram per aver messo a disposizione i suoi locali già dal 24 agosto 2016. Astensione della minoranza sulla seconda variazione al bilancio di previsione contenente una nota di aggiornamento al Documento Unico di Programmazione. Tra le motivazioni della variazione anche la necessità di recuperare delle economie necessarie a far fronte alla visita del Papa del prossimo 16 giugno le cui spese, sulla base di stime fornite dall’ufficio, sono nell’ordine di 180 mila euro. “ Le economie che siamo andati a cercare nel bilancio di previsione ci hanno permesso di ricoprire questa voce di spesa che è molto vicina. Chi si troverà ad amministrare a quella data, dovrà far fronte un impegno di spesa che questa variazione gli permetterà di fare". Approvazione definitiva a maggioranza con l’astensione dell’opposizione sull’ultimo punto relativo al piano di lottizzazione di iniziativa privata PL8 Montagnano in variante parziale al Piano Regolatore generale vigente. Sulla variante, Lucarelli ha detto che sono stati acquisiti tutti i pareri necessari; con decreto del 18 aprile 2019 è intervenuta anche l’approvazione con prescrizioni da parte della provincia di Macerata .Recepite tutte le prescrizioni e regolarmente trasmesse all’ufficio in data 7-5-2019 il segretario ha attestato che in ordine ad essa non è pervenuto alcun tipo di osservazioni.

  Clicca per ascolare il testo Ultima seduta di mandato per il Consiglio comunale di Camerino scritto Mercoledì, 15 Maggio 2019 Ultimo consiglio comunale del mandato dell’amministrazione Pasqui.  Presenti per la minoranza i consiglieri Trojani, Caprodossi e Fanelli, all’ordine del giorno dellassise erano tra gli altri l’approvazione dei verbali dei Consigli comunali del 4 e 10 aprile scorsi; in quanto all’epoca assenti,sul primo Fanelli e sul successivo punto  tutti e tre consiglieri dell’opposizione, si sono espressi con l’astensione. La maggioranza non ha ritenuto di inserire invece all’ordine del giorno, le due interrogazioni, presentate nei tempi dal gruppo “ Comunità e territorio”. L’una aveva ad oggetto chiarificazioni sul trattamento dei dati e sulla modalità di reperimento dei numeri di telefonia mobile dei cittadini, chiamati per essere invitati alla presentazione della lista “ Radici al futuro” con la quale il sindaco Pasqui si ricandida. Presentato lo scorso 4 maggio invece il secondo quesito dell’opposizione riferito al rischio e tutela della salute pubblica sull’ubicazione del Centro Ada di Vallicelle, stante il parere d’incompatibilità che Terna aveva dato nel maggio dello scorso anno, in considerazione della presenza in zona di linee elettriche ad alta tensione. Sul mancato inserimento all’ordine del giorno delle due interrogazioni, Trojani ha ravvisato una grave violazione del regolamento del consiglio comunale, obiettando che la presentazione e trattazione, è  prevista al primo consiglio utile, a patto che, come appunto avvenuto, l’interrogazione pervenga dieci giorni prima della data dell’assise. Non essendo all’’ordine del giorno, sul quesito non si è potuta aprire discussione, ma  il sindaco ha comunque ritenuto riportare il dato della  perizia sul campo elettromagnetico, effettuata da una ditta specializzata e trasmessa all’associazione Ada il 26 giugno 2018, dalla quale si evince che in tutte le aree interessate, le emissioni elettromagnetiche sono entro i limiti di legge, senza che ne derivino rischi sanitari. Voto contrario dell’opposizione sul successivo punto relativo all’approvazione del rendiconto sulla gestione dell’ente per l’anno 2018. Alla data del 31 dicembre 2018 il rendiconto di gestione presenta un risultato e una chiusura in avanzo di amministrazione pari a 297.885 euro. Nelle considerazioni conclusive all’illustrazione, l’assessore al bilancio Roberto Mancinelli, ha ribadito che quello del comune di Camerino è un bilancio difficile che merita la massima attenzione, pur sussistendo comunque i margini per migliorare e non correre rischi di sbandamento. “Per chi si troverà in futuro a gestirlo, posso dire che si tratta di un bilancio che ha in pancia tutte le qualità e potenzialità, anche se occorrerà gestire bene tutte le partite contabili in entrata e in uscita; dovrà effettuarsi un intelligente turn over del personale e guardare con attenzione ad altri particolari, come al fato che nel 2020 si presenterà la questione del pagamento dei mutui sospesi della Cassa Depositi e Prestiti. Diverse le sospensioni che il comune ha dovuto accettare nel post sisma e che riprenderanno nell’anno 2019, tuttavia, riprenderanno anche altre situazioni che apporteranno beneficio all’ente comunale”. Motivando  il voto contrario della minoranza, il consigliere Fabio Trojani, ha sottolineato la chiusura di una mandatura difficile nel corso della quale abbiamo sempre criticato la politica finanziaria e di bilancio che la maggioranza ha portato avanti. Situazione che oggi, alla luce degli eventi sismici, si presenta ancora più opaca, in quanto le criticità e i dati di consistente indebitamento, mostrano che occorrerà rimettervi mano”. Se all’indomani delle elezioni sarà prioritario pianificare la politica finanziaria dell’ente, altrettanto prioritario secondo Trojani, sarà garantire una decente sede al comune che possa costituire la base per la ripartenza e per lanciare la ricostruzione; il consigliere ha aspramente criticato la maggioranza di non aver pensato ad una sede comunale allindomani del sisma . “Sarà necessario – ha aggiunto – anche mettere mano alle entrate, operando una seria bonifica. Quello che più mi preoccupa è la gestione delle spese, fatte senza una pianificazione seria e senza una coerenza; sono stati anche rinnovati degli incarichi dei quali o si sarebbe potuto fare a meno, o comunque limitarli alla durata della mandatura senza oltrepassarla, azione che peraltro non è stata neanche troppo corretta da parte della maggioranza”. Quanto alla sede comunale, Lucarelli ha sottolineato che il filtro che non è stato possibile superare è stato quello della Protezione civile regionale; il fatto di non essere riusciti ad avere una sede temporanea idonea per lo svolgimento delle funzioni del comune, più che all’amministrazione comunale che se ne è occupata più volte, reiterando a chi di dovere richiesta di soluzioni alternative all’unica via dei container, è imputabile alla regione Marche che le ha sempre rigettate adducendo l’inesistenza di norme per una delocalizzazione temporanea della sede comunale, diversa da quella dei container. Per la serietà e la professionalità dimostrata, il vice sindaco ha ringraziato lassessore al bilancio, tutta la macchina comunale e,  in particolare il Contram per aver messo a disposizione i suoi locali già dal 24 agosto 2016. Astensione della minoranza sulla seconda variazione al bilancio di previsione contenente una nota di aggiornamento al Documento Unico di Programmazione. Tra le motivazioni della variazione anche la necessità di recuperare delle economie necessarie a far fronte alla visita del Papa del prossimo 16 giugno le cui spese, sulla base di stime fornite dall’ufficio, sono nell’ordine di 180 mila euro. “ Le economie che siamo andati a cercare nel bilancio di previsione ci hanno permesso di ricoprire questa voce di spesa che è molto vicina. Chi si troverà ad amministrare a quella data, dovrà far fronte un impegno di spesa che questa variazione gli permetterà di fare. Approvazione definitiva a maggioranza con l’astensione dell’opposizione sull’ultimo punto relativo al piano di lottizzazione di iniziativa privata PL8 Montagnano in variante parziale al Piano Regolatore generale vigente. Sulla variante, Lucarelli ha detto che sono stati acquisiti tutti i pareri necessari; con decreto del 18 aprile 2019 è intervenuta anche l’approvazione con prescrizioni da parte della provincia di Macerata .Recepite tutte le prescrizioni e regolarmente trasmesse all’ufficio in data 7-5-2019 il segretario ha attestato che in ordine ad essa non è pervenuto alcun tipo di osservazioni.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

  appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo