Paolo Todini: “Perché parlare solo del negativo?”

Sabato, 28 Marzo 2020 16:00 | Letto 1942 volte   Clicca per ascolare il testo Paolo Todini: “Perché parlare solo del negativo?” Interruzione di pubblico servizio o addirittura vera e propria truffa. Così i sindaci di Fiuminata, Vincenzo Felicioli, Sefro, Pietro tapanelli, Pioraco, Matteo Cicconi, definiscono l’ormai cronica situazione della scarsa ricezione nei propri comuni dei segnali di telefonia mobile e dei segnali televisivi. I primi cittadini addirittura minacciano di ricorrere all’autorità giudiziaria per cercare di risolvere un problema che sussiste ormai da tempo. Al riguardo interviene anche Paolo Todini, amministratore delegato della NewTec, che sottolinea l’attenzione al territorio fornita, a cominciare dal periodo post terremoto, dalla propria azienda. “Pur convenendo con quanto chiedono i sindaci dei comuni citati che sostanzialmente invocano più attenzione da parte dello Stato [ricostruzione in primis] – le parole di Todini - vengono alla ribalta, anche nazionale, stupendi esempi di laboriosità e dedizione tutta italiana [piccole aziende che si mettono a fare mascherine, a stampare in 3D respiratori, camici per gli addetti sanità e via dicendo]. Mi sembra, così, opportuno rimarcare che nelle nostre piccole zone – e non da adesso – qualcuno si muove per il benessere delle popolazioni montane, lo ha fatto durante il terremoto del 2016 e continua a farlo anche oggi, in piena emergenza sanitaria. Se infatti il servizio Rai, grandi gestori telefonia come Vodafone, gestori di banda internet wi-fi che hanno avuto accesso a milioni di Euro di finanziamento nazionali e regionali risultano praticamente assenti nel servizio alle piccole comunità del nostro entroterra, l’azienda che mi pregio di aver fondato e di mandare avanti, non ha mai lasciato sole queste realtà! Sefro, nel paese e perfino nelle frazioni di Agolla, Sorti e parte di contrada Valle, è interamente coperto da servizio internet (una nota azienda, solo per fare un esempio, sta usufruendo di una connessione da 100Mb/100Mb da diverso tempo). Pioraco fruisce di copertura totale, anche con servizi da 50Mb e perfino il comune naviga con la nostra connessione.Per cui – pur sostenendo a pieno le richieste ‘sacrosante’ dei sindaci di una maggiore e dovuta attenzione all’entroterra – mi piacerebbe che venisse dato spazio anche alle “cose belle”, all’impegno produttivo, al lavoro quotidiano di chi, senza alcun aiuto pubblico e investendo in prima persona perché nato e cresciuto in mezzo a queste stupende montagne, continua a potenziare le infrastrutture per portare internet e telefono in tutte le frazioni con velocità di almeno 20Mb e fino a 50Mb.f.u.  
Interruzione di pubblico servizio o addirittura vera e propria truffa. Così i sindaci di Fiuminata, Vincenzo Felicioli, Sefro, Pietro tapanelli, Pioraco, Matteo Cicconi, definiscono l’ormai cronica situazione della scarsa ricezione nei propri comuni dei segnali di telefonia mobile e dei segnali televisivi. I primi cittadini addirittura minacciano di ricorrere all’autorità giudiziaria per cercare di risolvere un problema che sussiste ormai da tempo. Al riguardo interviene anche Paolo Todini, amministratore delegato della NewTec, che sottolinea l’attenzione al territorio fornita, a cominciare dal periodo post terremoto, dalla propria azienda.
“Pur convenendo con quanto chiedono i sindaci dei comuni citati che sostanzialmente invocano più attenzione da parte dello Stato [ricostruzione in primis] – le parole di Todini - vengono alla ribalta, anche nazionale, stupendi esempi di laboriosità e dedizione tutta italiana [piccole aziende che si mettono a fare mascherine, a stampare in 3D respiratori, camici per gli addetti sanità e via dicendo]. Mi sembra, così, opportuno rimarcare che nelle nostre piccole zone – e non da adesso – qualcuno si muove per il benessere delle popolazioni montane, lo ha fatto durante il terremoto del 2016 e continua a farlo anche oggi, in piena emergenza sanitaria. Se infatti il servizio Rai, grandi gestori telefonia come Vodafone, gestori di banda internet wi-fi che hanno avuto accesso a milioni di Euro di finanziamento nazionali e regionali risultano praticamente assenti nel servizio alle piccole comunità del nostro entroterra, l’azienda che mi pregio di aver fondato e di mandare avanti, non ha mai lasciato sole queste realtà! Sefro, nel paese e perfino nelle frazioni di Agolla, Sorti e parte di contrada Valle, è interamente coperto da servizio internet (una nota azienda, solo per fare un esempio, sta usufruendo di una connessione da 100Mb/100Mb da diverso tempo). Pioraco fruisce di copertura totale, anche con servizi da 50Mb e perfino il comune naviga con la nostra connessione.
Per cui – pur sostenendo a pieno le richieste ‘sacrosante’ dei sindaci di una maggiore e dovuta attenzione all’entroterra – mi piacerebbe che venisse dato spazio anche alle “cose belle”, all’impegno produttivo, al lavoro quotidiano di chi, senza alcun aiuto pubblico e investendo in prima persona perché nato e cresciuto in mezzo a queste stupende montagne, continua a potenziare le infrastrutture per portare internet e telefono in tutte le frazioni con velocità di almeno 20Mb e fino a 50Mb".


f.u.
 

Letto 1942 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo