PIEDINO elezioni regionali nostro

Riqualificazione “Monti-Mare”. Sì di Anas e Ministro De Micheli.

Martedì, 09 Giugno 2020 12:33 | Letto 421 volte   Clicca per ascolare il testo Riqualificazione “Monti-Mare”. Sì di Anas e Ministro De Micheli. Ottime notizie per la SS210, avanti tutta con i lavori di ristrutturazione. Si tratta della strada Monti-Mare, che parte da Amandola e arriva a Fermo facilitando così il collegamento anche con la zona costiera. Per il sindaco Marinangeli si tratta di un traguardo importante. E’ l’arteria principale della Provincia di Fermo, l’unica che collega la zona montana all’area costiera. Va salvata e ammodernata”. Lincontro tra la Segreteria del Ministro delle Infrastrutture, l’Anas Nazionale e Regionale, i Comuni dell’Alto Fermano e la Presidente della Provincia Canigola ha portato ad un risultato assolutamente positivo per lentroterra. Il dissesto e la mancata manutenzione mirata hanno aggravato la situazione dell’arteria. I Comuni dell’area montata, già negli anni passati, hanno fatto sentire più volte la propria voce, chiedendone la sistemazione ed inoltre vi è un Progetto preliminare presentato in Regione per un ammodernamento viario, ma nulla si è mai concretizzato. Per un territorio, come quello dell’Appennino Alto Fermano, messo in crisi dal sisma e recentemente dal covid, questa arteria rappresenta la base su cui poggiare la rinascita. Per questo a febbraio oro sindaci dei Comuni Montani si erano uniti e avevano inviato una lettera al Ministro delle Infrastrutture e trasporti De Micheli e da lì c’è stata la svolta. Infatti il Dott. Antonelli, responsabile della Segreteria tecnica del Ministro, dopo aver contattato il Sindaco Marinangeli, portavoce degli otto Comuni montani, ha organizzato un incontro online per risolvere l’annoso problema.  Alla conferenza online hanno preso parte anche la Presidente della Provincia di Fermo Moira Canigola, l’Ing. Paolo Testaguzza Compartimento Anas di Ancona e l’Ingegnere Capuani della Direzione Anas Nazionale. L’incontro è stato molto costruttivo e positivo, infatti c’è stato il si congiunto dell’Anas e di De Micheli per la riqualificazione ed ammodernamento della “Monti-Mare”. “Dapprima si procederà ad interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sul tratto Amandola-Servigliano – spiegano Antonelli e Testaguzza – sono operazioni già programmate, alle quali se ne potranno aggiungere altre relative al rifacimento della pavimentazione stradale per un totale di 1,3 €. A seguire, con un piano triennale, si avvierà la riqualificazione e l’ammodernamento dell’intera arteria, essendo già presente un Progetto preliminare depositato nella Provincia di Fermo ed in  Regione”. Massima collaborazione dagli Enti locali e dalle Istituzioni provinciali: “Abbiamo raggiunto un grande traguardo. L’appoggio della Ministra De Micheli e del Dott. Antonelli è stato immediato dopo la nostra lettera dello scorso Febbraio – osserva il Sindaco Marinangeli – La “Monti-Mare” è l’infrastruttura più importante per il territorio dei Sibillini. Per molti Comuni è l’unico modo per raggiungere le aree costiere e pianeggianti ed allo stesso tempo, per turisti e viaggiatori è l’unica via di accesso alle nostre zone appenniniche . I lavori richiesti di ristrutturazione, riqualificazione ed ammodernamento porterebbero significativi vantaggi dal punto di vista della sicurezza stradale ed aiuterebbero la ripartenza turistico ed economica di questi Comuni, già messi in crisi prima dal sisma poi  dal coronavirus. Da parte di noi Sindaci, l’Anas ed il Ministero delle Infrastrutture avranno pieno appoggio; collaboreremo in tutti i modi  per velocizzare l’iter. Tra Comuni siamo in continuo contatto e segnaleremo, come richiesto, i punti più sensibili e le situazioni più critiche sulle quali poter intervenire fin da subito”. Nei prossimi tre mesi, secondo il “Piano ponti nazionale” da circa 3 miliardi di euro, l’Anas procederà anche alla sistemazione di alcuni ponti che si trovano nel tratto da Amandola verso Servigliano, come il “Ponte di Marnacchia”, segnalato più volte dall’Amministrazione Comunale e già appaltato allimpresa in questi giorni. Questi primi interventi che saranno effettuati, rappresentano il primo passo importante verso la riqualificazione completa dell’intera strada: “Il rilancio e la rinascita della zona dell’Appennino Alto Fermano, passa attraverso questa significativa opera e ci impegneremo fino in fondo affinchè ciò avvenga. Alle popolazioni che scelgono di rimanere in montagna, dobbiamo dare un segnale forte di fiducia e di motivazione per restare. La presenza delle Istituzioni, come segnale di aiuto e solidarietà, è fondamentale” conclude il Sindaco Marinangeli.

Ottime notizie per la SS210, avanti tutta con i lavori di ristrutturazione. Si tratta della strada Monti-Mare, che parte da Amandola e arriva a Fermo facilitando così il collegamento anche con la zona costiera. Per il sindaco Marinangeli si tratta di "un traguardo importante. E’ l’arteria principale della Provincia di Fermo, l’unica che collega la zona montana all’area costiera. Va salvata e ammodernata”. L'incontro tra la Segreteria del Ministro delle Infrastrutture, l’Anas Nazionale e Regionale, i Comuni dell’Alto Fermano e la Presidente della Provincia Canigola ha portato ad un risultato assolutamente positivo per l'entroterra. Il dissesto e la mancata manutenzione mirata hanno aggravato la situazione dell’arteria. I Comuni dell’area montata, già negli anni passati, hanno fatto sentire più volte la propria voce, chiedendone la sistemazione ed inoltre vi è un Progetto preliminare presentato in Regione per un ammodernamento viario, ma nulla si è mai concretizzato. Per un territorio, come quello dell’Appennino Alto Fermano, messo in crisi dal sisma e recentemente dal covid, questa arteria rappresenta la base su cui poggiare la rinascita. Per questo a febbraio oro sindaci dei Comuni Montani si erano uniti e avevano inviato una lettera al Ministro delle Infrastrutture e trasporti De Micheli e da lì c’è stata la svolta. Infatti il Dott. Antonelli, responsabile della Segreteria tecnica del Ministro, dopo aver contattato il Sindaco Marinangeli, portavoce degli otto Comuni montani, ha organizzato un incontro online per risolvere l’annoso problema. 

Alla conferenza online hanno preso parte anche la Presidente della Provincia di Fermo Moira Canigola, l’Ing. Paolo Testaguzza Compartimento Anas di Ancona e l’Ingegnere Capuani della Direzione Anas Nazionale. L’incontro è stato molto costruttivo e positivo, infatti c’è stato il si congiunto dell’Anas e di De Micheli per la riqualificazione ed ammodernamento della “Monti-Mare”. “Dapprima si procederà ad interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sul tratto Amandola-Servigliano – spiegano Antonelli e Testaguzza – sono operazioni già programmate, alle quali se ne potranno aggiungere altre relative al rifacimento della pavimentazione stradale per un totale di 1,3 €. A seguire, con un piano triennale, si avvierà la riqualificazione e l’ammodernamento dell’intera arteria, essendo già presente un Progetto preliminare depositato nella Provincia di Fermo ed in  Regione”. Massima collaborazione dagli Enti locali e dalle Istituzioni provinciali: “Abbiamo raggiunto un grande traguardo. L’appoggio della Ministra De Micheli e del Dott. Antonelli è stato immediato dopo la nostra lettera dello scorso Febbraio – osserva il Sindaco Marinangeli – La “Monti-Mare” è l’infrastruttura più importante per il territorio dei Sibillini. Per molti Comuni è l’unico modo per raggiungere le aree costiere e pianeggianti ed allo stesso tempo, per turisti e viaggiatori è l’unica via di accesso alle nostre zone appenniniche . 

I lavori richiesti di ristrutturazione, riqualificazione ed ammodernamento porterebbero significativi vantaggi dal punto di vista della sicurezza stradale ed aiuterebbero la ripartenza turistico ed economica di questi Comuni, già messi in crisi prima dal sisma poi  dal coronavirus. Da parte di noi Sindaci, l’Anas ed il Ministero delle Infrastrutture avranno pieno appoggio; collaboreremo in tutti i modi  per velocizzare l’iter. Tra Comuni siamo in continuo contatto e segnaleremo, come richiesto, i punti più sensibili e le situazioni più critiche sulle quali poter intervenire fin da subito”. Nei prossimi tre mesi, secondo il “Piano ponti nazionale” da circa 3 miliardi di euro, l’Anas procederà anche alla sistemazione di alcuni ponti che si trovano nel tratto da Amandola verso Servigliano, come il “Ponte di Marnacchia”, segnalato più volte dall’Amministrazione Comunale e già appaltato all'impresa in questi giorni. 

Questi primi interventi che saranno effettuati, rappresentano il primo passo importante verso la riqualificazione completa dell’intera strada: “Il rilancio e la rinascita della zona dell’Appennino Alto Fermano, passa attraverso questa significativa opera e ci impegneremo fino in fondo affinchè ciò avvenga. Alle popolazioni che scelgono di rimanere in montagna, dobbiamo dare un segnale forte di fiducia e di motivazione per restare. La presenza delle Istituzioni, come segnale di aiuto e solidarietà, è fondamentale” conclude il Sindaco Marinangeli.

Letto 421 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo