chANCE banner Appennino 1022 200px

Il Col. Roberti lascia il Comando Provinciale dei Carabinieri

Venerdì, 11 Settembre 2020 16:32 | Letto 316 volte   Clicca per ascolare il testo Il Col. Roberti lascia il Comando Provinciale dei Carabinieri Il Comandante Provinciale Carabinieri di Macerata Colonnello Michele Roberti, domenica 13 settembre dopo tre anni di intenso lavoro, lascia Macerata per andare ad assumere l’incarico di Comandante del reparto operativo del comando provinciale carabinieri di Roma. Nei saluti di commiato ha colto l’occasione per tracciare un bilancio dell’attività operativa del Comando Provinciale negli ultimi 3 anni che nello specifico ha portato a 622 arresti e 7519 denunce in stato di libertà; tra questi in materia di stupefacenti gli arresti sono stati 259, le denunce 577  e 270 i chilogrammi di sostanze stupefacenti sequestrati. “I risultati conseguiti in questi 3 anni di lavoro non possono essere compiutamente sintetizzati in poche righe, anche perché sono ampiamente noti alla collettività, lasciatemi dire però che essi parlano, ancora una volta, di professionalità, abnegazione, entusiasmo ed altruismo- dice  il Colonnello Michele Roberti- Molto è stato reso possibile grazie alla piena sinergia di intenti tra le diverse componenti di quella che più volte ho chiamato “squadra Stato” e che ha visto nel Sig. Prefetto, sul piano del coordinamento dell’azione preventiva, e nel Sig. Procuratore della Repubblica, sul piano della direzione e coordinamento dell’azione repressiva, registi attenti, lungimiranti ed efficaci. La sicurezza, bene primario e prezioso, non è prerogativa di una parte e non può essere affermata solo con l’azione delle forze dell’ordine e della Magistratura, per conseguirla è necessaria l’azione sinergica di tutti. Nel momento del mio commiato, rivolgendomi ai Carabinieri della Provincia di Macerata, a cui va la mia profonda riconoscenza per la leale e fattiva collaborazione- continua Roberti- ricordo che solo rimanendo fedeli alla nostra missione, che è proteggere, ascoltare, suggerire, informare, offrire una presenza vigile e rassicurante attraverso il contatto quotidiano con la gente con l’obiettivo di “penetrare” il territorio, solo così otterremo un ritorno positivo in termini di collaborazione da parte della collettività, solo così continueremo a meritare l’appellativo di “Benemerita” del Paese”.               Nella sua nota di saluto il Colonnello Roberti ha colto loccasione per presentare anche il Tenente Colonnello Massimiliano Mengasini, nuovo comandante del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Macerata che ha assunto l’incarico dal 7 settembre 2020 . L’ufficiale, romano di nascita, 53 anni, coniugato, ha quattro figli e proviene da Ariccia (Rm). E’ laureato in scienze dell’amministrazione e in scienze della sicurezza interna ed esterna. E’ cavaliere dell’ordine al merito della repubblica italiana e decorato di medaglia d’oro di lungo comando.Arruolatosi nell’arma nel 1989, ha prestato servizio a Firenze, e a Frascati dal 1994 al 1999. Dopo la frequenza del corso Ufficiali presso la scuola Ufficiali di Roma, ha comandato una Compagnia della scuola allievi carabinieri di Roma. Dal 2006 al 2011 ha retto la Compagnia Carabinieri di Alatri, nel frusinate, e dal 2011 ha comandato i Carabinieri dell’aeroporto di Ciampino che si occupano della vigilanza e sicurezza del secondo scalo aeroportuale di Roma. Prima di giungere a Macerata ha prestato servizio dal 2016 al 2020 al 2° Reggimento Marescialli e Brigadieri di Velletri (Rm) istituto deputato alla formazione dei Vicebrigadieri e Marescialli dell’Arma,nonchè da due anni anche dei carabinieri effettivi.c.c.
Il Comandante Provinciale Carabinieri di Macerata Colonnello Michele Roberti, domenica 13 settembre dopo tre anni di intenso lavoro, lascia Macerata per andare ad assumere l’incarico di Comandante del reparto operativo del comando provinciale carabinieri di Roma.

Nei saluti di commiato ha colto l’occasione per tracciare un bilancio dell’attività operativa del Comando Provinciale negli ultimi 3 anni che nello specifico ha portato a 622 arresti e 7519 denunce in stato di libertà; tra questi in materia di stupefacenti gli arresti sono stati 259, le denunce 577  e 270 i chilogrammi di sostanze stupefacenti sequestrati.

“I risultati conseguiti in questi 3 anni di lavoro non possono essere compiutamente sintetizzati in poche righe, anche perché sono ampiamente noti alla collettività, lasciatemi dire però che essi parlano, ancora una volta, di professionalità, abnegazione, entusiasmo ed altruismo- dice  il Colonnello Michele Roberti- Molto è stato reso possibile grazie alla piena sinergia di intenti tra le diverse componenti di quella che più volte ho chiamato “squadra Stato” e che ha visto nel Sig. Prefetto, sul piano del coordinamento dell’azione preventiva, e nel Sig. Procuratore della Repubblica, sul piano della direzione e coordinamento dell’azione repressiva, registi attenti, lungimiranti ed efficaci.

La sicurezza, bene primario e prezioso, non è prerogativa di una parte e non può essere affermata solo con l’azione delle forze dell’ordine e della Magistratura, per conseguirla è necessaria l’azione sinergica di tutti.

Nel momento del mio commiato, rivolgendomi ai Carabinieri della Provincia di Macerata, a cui va la mia profonda riconoscenza per la leale e fattiva collaborazione- continua Roberti- ricordo che solo rimanendo fedeli alla nostra missione, che è proteggere, ascoltare, suggerire, informare, offrire una presenza vigile e rassicurante attraverso il contatto quotidiano con la gente con l’obiettivo di “penetrare” il territorio, solo così otterremo un ritorno positivo in termini di collaborazione da parte della collettività, solo così continueremo a meritare l’appellativo di “Benemerita” del Paese”.              

Nella sua nota di saluto il Colonnello Roberti ha colto l'occasione per presentare anche il Tenente Colonnello Massimiliano Mengasini, nuovo comandante del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Macerata che ha assunto l’incarico dal 7 settembre 2020 .

L’ufficiale, romano di nascita, 53 anni, coniugato, ha quattro figli e proviene da Ariccia (Rm). E’ laureato in scienze dell’amministrazione e in scienze della sicurezza interna ed esterna. E’ cavaliere dell’ordine al merito della repubblica italiana e decorato di medaglia d’oro di lungo comando.Arruolatosi nell’arma nel 1989, ha prestato servizio a Firenze, e a Frascati dal 1994 al 1999. Dopo la frequenza del corso Ufficiali presso la scuola Ufficiali di Roma, ha comandato una Compagnia della scuola allievi carabinieri di Roma. Dal 2006 al 2011 ha retto la Compagnia Carabinieri di Alatri, nel frusinate, e dal 2011 ha comandato i Carabinieri dell’aeroporto di Ciampino che si occupano della vigilanza e sicurezza del secondo scalo aeroportuale di Roma.

Prima di giungere a Macerata ha prestato servizio dal 2016 al 2020 al 2° Reggimento Marescialli e Brigadieri di Velletri (Rm) istituto deputato alla formazione dei Vicebrigadieri e Marescialli dell’Arma,nonchè da due anni anche dei carabinieri effettivi.
c.c.




Letto 316 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo