Nuova Accademia della Musica. Bocelli: "Spingiamo sulla ricostruzione"

Giovedì, 01 Ottobre 2020 16:12 | Letto 1164 volte   Clicca per ascolare il testo Nuova Accademia della Musica. Bocelli: "Spingiamo sulla ricostruzione" Ripartire dalla cultura, in particolare dalla musica, spingendo sullacceleratore con lo sguardo rivolto ai giovani. E il messaggio lanciato dal maestro Andrea Bocelli nel giorno dellinaugurazione dellAccademia della Musica di Camerino, il terzo progetto realizzato dalla  Andrea Bocelli Foundation nel territorio del cratere maceratese dopo le scuole di Sarnano e Muccia. Un progetto che risponde in pieno agli obiettivi di creare ponti e guardare con attenzione ai giovani che la Andrea Bocelli Foundation si è posta fin dalla sua costituzione nel 2011. Così, fin dai primi momenti successivi al terremoto che ha sconvolto l’Italia centrale, il maestro Andrea Bocelli ha chiesto alla Fondazione che porta il suo nome di adoperarsi per la ricostruzione, iniziando appunto dalle scuole. “Nel momento in cui siamo venuti a conoscenza che l’Accademia della Musica di Camerino era stata distrutta dal terremoto – continua Bocelli – non abbiamo voluto perdere l’opportunità di impegnarci per la ricostruzione di una struttura fondamentale per la vita e le tradizioni della città”. Un rapporto particolare quello che lega Bocelli alle Marche, come lui stesso ha tenuto a raccontare. Le Marche - conclude il maestro - sono molto vicine alla Toscana, non soltanto geograficamente. Poi è una regione che ha dato i natali a persone che hanno fatto bella la mia vita inziando dai cantanti che hanno fatto la storia come Beniamino Gigli e Franco Fiorelli, che è stato la mia musa ispiratrice e che, se non avessi ascoltato, probabilmente nella vita avrei fatto altro. Infine, non meno importante, le Marche sono anche la terra di orgine della mia compagna di vita. E’ stato, così, compiuto un ulteriore, importante passo che testimonia la vicinanza dellABF al territorio maceratese. “Come sempre è una grande emozione veder realizzata una nuova e moderna struttura – le parole di Laura Biancalani, direttore generale della Fondazione e moglie di Andrea Bocelli – per di più dotata di importanti innovazioni tecnologiche. Questo, però, non è che l’inizio. Ora comincia davvero il nostro progetto insieme all’amministrazione comunale e alle associazioni della città e del territorio con cui cercheremo, attraverso questo luogo, di formare le nuove generazioni alla musica, di far crescere nuovi talenti, ma anche di portare i talenti e il mondo internazionale nelle Marche. Camerino, per la sua bellezza, per la sua università, per le sua storia merita una vocazione internazionale che vorremo contribuire a dare”. Come detto è questo il terzo progetto realizzato nelle terre colpite dal sisma dalla Fondazione, unopera realizzata nel breve arco temporale di 5 mesi. “In questi anni abbiamo investito come Fondazione circa 6 milioni di euro nel territorio marchigiano e questa, forse, è l’opera più importante che siamo riusciti a realizzare, quasi un simbolo – così il presidente della ABF Stefano Aversa - L’Accademia, infatti, diventerà sempre di più un’eccellenza nel mondo dell’arte musicale per il suo respiro internazionale. Un simbolo di bellezza che si aggiunge alla bellezza di Camerino. Questa nuova Accademia, inoltre, rappresenta un segnale che la ricostruzione può davvero giungere a compimento. Il fatto che, purtroppo, servano ben 22 passaggi burocratici per iniziare un’opera, mentre questa ha visto la luce in appena 148 giorni dimostra che è possibile operare concretamente. Un segno che dà soprattutto ai giovani la fiducia nel poter ripartire”Un giorno di festa, dunque, per Camerino che da oggi può vantare una nuova struttura moderna, funzionale, dotata delle più moderne tecnologie al servizio della musica e di un intero territorio. “Una giornata memorabile e un segno di rinascita per la città – ha definito l’evento inaugurale il sindaco Sandro Sborgia - Un segnale di speranza non solo per Camerino, ma anche per tutti coloro che sono stati colpiti dal terremoto e, successivamente, dal Covid. Un progetto importante che testimonia il fatto che quando c’è la volontà ogni progetto può essere realizzato. Bisogna assolutamente crederci”.  
"Ripartire dalla cultura, in particolare dalla musica, spingendo sull'acceleratore con lo sguardo rivolto ai giovani". E' il messaggio lanciato dal maestro Andrea Bocelli nel giorno dell'inaugurazione dell'Accademia della Musica di Camerino, il terzo progetto realizzato dalla  Andrea Bocelli Foundation nel territorio del cratere maceratese dopo le scuole di Sarnano e Muccia.

Un progetto che risponde in pieno agli obiettivi di creare ponti e guardare con attenzione ai giovani che la Andrea Bocelli Foundation si è posta fin dalla sua costituzione nel 2011. Così, fin dai primi momenti successivi al terremoto che ha sconvolto l’Italia centrale, il maestro Andrea Bocelli ha chiesto alla Fondazione che porta il suo nome di adoperarsi per la ricostruzione, iniziando appunto dalle scuole.

“Nel momento in cui siamo venuti a conoscenza che l’Accademia della Musica di Camerino era stata distrutta dal terremoto – continua Bocelli – non abbiamo voluto perdere l’opportunità di impegnarci per la ricostruzione di una struttura fondamentale per la vita e le tradizioni della città”. Un rapporto particolare quello che lega Bocelli alle Marche, come lui stesso ha tenuto a raccontare. "Le Marche - conclude il maestro - sono molto vicine alla Toscana, non soltanto geograficamente. Poi è una regione che ha dato i natali a persone che hanno fatto bella la mia vita inziando dai cantanti che hanno fatto la storia come Beniamino Gigli e Franco Fiorelli, che è stato la mia musa ispiratrice e che, se non avessi ascoltato, probabilmente nella vita avrei fatto altro. Infine, non meno importante, le Marche sono anche la terra di orgine della mia compagna di vita".

taglio


E’ stato, così, compiuto un ulteriore, importante passo che testimonia la vicinanza dell'ABF al territorio maceratese.

“Come sempre è una grande emozione veder realizzata una nuova e moderna struttura – le parole di Laura Biancalani, direttore generale della Fondazione e moglie di Andrea Bocelli – per di più dotata di importanti innovazioni tecnologiche. Questo, però, non è che l’inizio. Ora comincia davvero il nostro progetto insieme all’amministrazione comunale e alle associazioni della città e del territorio con cui cercheremo, attraverso questo luogo, di formare le nuove generazioni alla musica, di far crescere nuovi talenti, ma anche di portare i talenti e il mondo internazionale nelle Marche. Camerino, per la sua bellezza, per la sua università, per le sua storia merita una vocazione internazionale che vorremo contribuire a dare”.

nastro


Come detto è questo il terzo progetto realizzato nelle terre colpite dal sisma dalla Fondazione, un'opera realizzata nel breve arco temporale di 5 mesi.

“In questi anni abbiamo investito come Fondazione circa 6 milioni di euro nel territorio marchigiano e questa, forse, è l’opera più importante che siamo riusciti a realizzare, quasi un simbolo – così il presidente della ABF Stefano Aversa - L’Accademia, infatti, diventerà sempre di più un’eccellenza nel mondo dell’arte musicale per il suo respiro internazionale. Un simbolo di bellezza che si aggiunge alla bellezza di Camerino. Questa nuova Accademia, inoltre, rappresenta un segnale che la ricostruzione può davvero giungere a compimento. Il fatto che, purtroppo, servano ben 22 passaggi burocratici per iniziare un’opera, mentre questa ha visto la luce in appena 148 giorni dimostra che è possibile operare concretamente. Un segno che dà soprattutto ai giovani la fiducia nel poter ripartire”

bocelli palco

Un giorno di festa, dunque, per Camerino che da oggi può vantare una nuova struttura moderna, funzionale, dotata delle più moderne tecnologie al servizio della musica e di un intero territorio.

“Una giornata memorabile e un segno di rinascita per la città – ha definito l’evento inaugurale il sindaco Sandro Sborgia - Un segnale di speranza non solo per Camerino, ma anche per tutti coloro che sono stati colpiti dal terremoto e, successivamente, dal Covid. Un progetto importante che testimonia il fatto che quando c’è la volontà ogni progetto può essere realizzato. Bisogna assolutamente crederci”.

benedizione massara

palco

massara con
 


accademia chiusura

Letto 1164 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo