Denunciati due anconetani per uccisione e maltrattamento di animali

scritto Martedì, 11 Ottobre 2016

Nei giorni scorsi i forestali del NIPAF di Ancona e della Stazione forestale del Conero sono intervenuti in attività di perquisizione presso un’area privata situata in località Monte Baldino nel Comune di Ancona. L’intervento, scaturito a seguito della segnalazione dello smarrimento di due cani, poi rinvenuti mentre abbagliavano insistentemente all’interno di un’area boscata privata, ha consentito ai forestali, insospettiti dall’insolito comportamento dei cani, di individuare alcune trappole di grandi dimensioni installate all’interno di una recinzione.

Constatata l’urgenza di intervenire, non appena individuati i due proprietari del terreno, i forestali hanno proceduto ad effettuare le perquisizioni dell’area e dei numerosi manufatti presenti, rinvenendo 5 trappole, due delle quali avevano catturato rispettivamente un istrice ed un gatto domestico.

 

istrice

L’ istrice, che era ancora vivo ma aveva perduto molti aculei nel tentativo di liberarsi, è stato rilasciato immediatamente dagli agenti in un sito idoneo, mentre il gatto domestico era morto. La liberazione dell’esemplare di istrice, specie particolarmente protetta dalla normativa vigente, è stata piuttosto difficile, a causa dell’elevata pericolosità degli aculei dell’animale.

 

rilascio istrice

La carcassa del gatto è stata sequestrata e verrà sottoposta a perizia presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Ancona per accertare le cause del decesso, dovuto con ogni probabilità alla lunga permanenza nella trappola senza cibo ne acqua.

A seguito delle perquisizioni una ulteriore trappola non innescata è stata rinvenuta e sequestrata all’interno di un manufatto.

I responsabili dei reati, deferiti alla Procura della repubblica di Ancona, rischiano le pesanti pene previste dal Codice Penale per uccisione e maltrattamento degli animali, furto aggravato ai danni dello Stato e bracconaggio.

Le indagini sono dirette dal Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica di Ancona, Dr.Paolo Gubinelli.

 

sequestro trappole

  Clicca per ascolare il testo Denunciati due anconetani per uccisione e maltrattamento di animali scritto Martedì, 11 Ottobre 2016 Nei giorni scorsi i forestali del NIPAF di Ancona e della Stazione forestale del Conero sono intervenuti in attività di perquisizione presso un’area privata situata in località Monte Baldino nel Comune di Ancona. L’intervento, scaturito a seguito della segnalazione dello smarrimento di due cani, poi rinvenuti mentre abbagliavano insistentemente all’interno di un’area boscata privata, ha consentito ai forestali, insospettiti dall’insolito comportamento dei cani, di individuare alcune trappole di grandi dimensioni installate all’interno di una recinzione. Constatata l’urgenza di intervenire, non appena individuati i due proprietari del terreno, i forestali hanno proceduto ad effettuare le perquisizioni dell’area e dei numerosi manufatti presenti, rinvenendo 5 trappole, due delle quali avevano catturato rispettivamente un istrice ed un gatto domestico.   L’ istrice, che era ancora vivo ma aveva perduto molti aculei nel tentativo di liberarsi, è stato rilasciato immediatamente dagli agenti in un sito idoneo, mentre il gatto domestico era morto. La liberazione dell’esemplare di istrice, specie particolarmente protetta dalla normativa vigente, è stata piuttosto difficile, a causa dell’elevata pericolosità degli aculei dell’animale.   La carcassa del gatto è stata sequestrata e verrà sottoposta a perizia presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Ancona per accertare le cause del decesso, dovuto con ogni probabilità alla lunga permanenza nella trappola senza cibo ne acqua. A seguito delle perquisizioni una ulteriore trappola non innescata è stata rinvenuta e sequestrata all’interno di un manufatto. I responsabili dei reati, deferiti alla Procura della repubblica di Ancona, rischiano le pesanti pene previste dal Codice Penale per uccisione e maltrattamento degli animali, furto aggravato ai danni dello Stato e bracconaggio. Le indagini sono dirette dal Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica di Ancona, Dr.Paolo Gubinelli.  

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo