Le biciclette del Giro delle Marche in Rosa, sfrecciano a Camerino.

scritto Mercoledì, 12 Settembre 2018

A Camerino, occhi puntati sul Giro delle Marche in rosa, inedita gara ciclistica riservata alla categoria femminile internazionale Donne Elite e Open. Passaggio a Camerino poco dopo le ore 15.00 con inevitabile blocco del traffico e i numerosi automobilisti  scesi dalle auto, lungo il percorso, per ammirare la carovana in rosa. Proprio la città ducale traguardo di uno dei premi della montagna che, sotto la calura opprimente del primo pomeriggio, ha reso ancora più impegnativo il percorso. Del grintoso gruppo fanno parte atlete da 22 Paesi del mondo (in gara anche le nazionali di Russia, Kazakistan e Nigeria), oltre a forti cicliste nazionali, vistesi  tutte sfrecciare con grande energia sotto alla città, seguite da numerose auto di servizio e grande dispiegamento di auto e moto della Polizia di Stato. Carabinieri e polizia municipale hanno istituito posti di blocco per garantire il sicuro passaggio della corsa

Di 109 chilometri la prima frazione da Amandola a Matelica, per il Giro delle Marche in Rosa, aperta dai due traguardi volanti che hanno viste protagoniste le intrepide cicliste (Caccamo e Castelraimondo). Dopo Camerino, altri due gran premi della Montagna quelli di Collamato e il bivio per l’innesto sulla strada provinciale 256 e, a seguire, l’arrivo nella centralissima Piazza Enrico Mattei di Matelica per salutare la prima vincitrice e capoclassifica della corsa marchigiana a tappe Dalia Muccioli di Cesenatico, campionessa italiana Elite nel 2013; secondo posto per la piemontese Elisa Longo Borghini, bronzo olimpico a Rio nel 2016 e terza Angelica Brogi .

La carovana questi giovedì e venerdì si sposterà prima a Offida e poi a Porto San Giorgio,. Quattro le maglie di leader: rosa (leader della classifica generale), bianca (under 20), azzurra (gran premio della montagna) e verde (traguardi volanti). La manifestazione è organizzata dall’associazione Born to win con il sostegno della Regione Marche (fondi Fesr), della Federazione ciclistica italiana e di Federciclismo Marche, in collaborazione con le città protagoniste. Per i territori colpiti dal terremoto, un’ulteriore occasione per far conoscere e promuovere la bellezza paesaggistica e ambientale.

C.C.

 corsa

 

  Clicca per ascolare il testo Le biciclette del Giro delle Marche in Rosa, sfrecciano a Camerino. scritto Mercoledì, 12 Settembre 2018 A Camerino, occhi puntati sul Giro delle Marche in rosa, inedita gara ciclistica riservata alla categoria femminile internazionale Donne Elite e Open. Passaggio a Camerino poco dopo le ore 15.00 con inevitabile blocco del traffico e i numerosi automobilisti  scesi dalle auto, lungo il percorso, per ammirare la carovana in rosa. Proprio la città ducale traguardo di uno dei premi della montagna che, sotto la calura opprimente del primo pomeriggio, ha reso ancora più impegnativo il percorso. Del grintoso gruppo fanno parte atlete da 22 Paesi del mondo (in gara anche le nazionali di Russia, Kazakistan e Nigeria), oltre a forti cicliste nazionali, vistesi  tutte sfrecciare con grande energia sotto alla città, seguite da numerose auto di servizio e grande dispiegamento di auto e moto della Polizia di Stato. Carabinieri e polizia municipale hanno istituito posti di blocco per garantire il sicuro passaggio della corsa Di 109 chilometri la prima frazione da Amandola a Matelica, per il Giro delle Marche in Rosa, aperta dai due traguardi volanti che hanno viste protagoniste le intrepide cicliste (Caccamo e Castelraimondo). Dopo Camerino, altri due gran premi della Montagna quelli di Collamato e il bivio per l’innesto sulla strada provinciale 256 e, a seguire, l’arrivo nella centralissima Piazza Enrico Mattei di Matelica per salutare la prima vincitrice e capoclassifica della corsa marchigiana a tappe Dalia Muccioli di Cesenatico, campionessa italiana Elite nel 2013; secondo posto per la piemontese Elisa Longo Borghini, bronzo olimpico a Rio nel 2016 e terza Angelica Brogi . La carovana questi giovedì e venerdì si sposterà prima a Offida e poi a Porto San Giorgio,. Quattro le maglie di leader: rosa (leader della classifica generale), bianca (under 20), azzurra (gran premio della montagna) e verde (traguardi volanti). La manifestazione è organizzata dall’associazione Born to win con il sostegno della Regione Marche (fondi Fesr), della Federazione ciclistica italiana e di Federciclismo Marche, in collaborazione con le città protagoniste. Per i territori colpiti dal terremoto, un’ulteriore occasione per far conoscere e promuovere la bellezza paesaggistica e ambientale. C.C.    

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.632.365 / Fax 0737.616.301

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo