Risorse per il sisma usate correttamente. Il tar Marche si esprime a favore della Regione

Sabato, 18 Maggio 2019 16:58 | Letto 366 volte   Clicca per ascolare il testo Risorse per il sisma usate correttamente. Il tar Marche si esprime a favore della Regione Il Tar dà ragione alla Regione. Le risorse del terremoto sono state usate correttamente. Siamo stati accusati di ogni cosa e ce ne hanno dette di tutti i colori. Ma il tempo è galantuomo. A dare notizia della sentenza del tribunale amministrativo è il presidente Luca Ceriscioli: Dopo mesi di polemiche sui fondi europei nelle aree terremotate, dove la Regione ha sempre affermato di aver usato le risorse come previsto e come programmato arriva una sentenza del Tar che conferma questa visione confermata dal Tar. Le mie parole - ha sottolineato - non hanno alcuna nota di trionfalismo, ma piuttosto dellumilta di chi continua a lavorare allemergenza piu importante auspicando un clima costruttivo, positivo e sereno. Insomma la delibera regionale che assegna risorse europee al recupero e al miglioramento sismico del patrimonio edilizio pubblico e privato ma anche a iniziative di valorizzazione turistica è pienamente legittima. Il Tar ha infatti respinto nel merito il ricorso presentato da alcuni comitati per la sospensionde di un provvedimento approvato il 14 gennaio con il quale vengono finanziate alcune iniziative con i fondi PR/FESR Marche 2014-2020. A fronte infatti di una dotazione complessiva di circa 250 milioni di euro destinati alla ricostruzione e prevenzione, 7,5 milioni sono destinati alle iniziative di promozione turistica. Questa sentenza aiutera tutti a ritrovare la strada del dialogo e a comprendere che la Regione ha ben operato. Si potrà quindi continuare a lavorare perché queste risorse possano essere motore di sviluppo per il territorio, mettendo fine alle polemiche e cercando sempre più di trovare strade, metodi, strumenti e semplificazioni per rispondere ai bisogni di tutti i cittadini. In merito al fatto che i beneficiari dei fondi non siano comuni del cratere Il Tar - riferisce la Regione - condivide pienamente il fatto che la promozione turistica passi anche attraverso fiere internazionali o eventi analoghi o tutte le altre iniziative indicate dalla delibera impugnata. 

Il Tar dà ragione alla Regione. Le risorse del terremoto sono state usate correttamente. "Siamo stati accusati di ogni cosa e ce ne hanno dette di tutti i colori. Ma il tempo è galantuomo". A dare notizia della sentenza del tribunale amministrativo è il presidente Luca Ceriscioli: "Dopo mesi di polemiche sui fondi europei nelle aree terremotate, dove la Regione ha sempre affermato di aver usato le risorse come previsto e come programmato arriva una sentenza del Tar che conferma questa visione confermata dal Tar. Le mie parole - ha sottolineato - non hanno alcuna nota di trionfalismo, ma piuttosto dell'umilta di chi continua a lavorare all'emergenza piu importante auspicando un clima costruttivo, positivo e sereno". Insomma la delibera regionale che assegna risorse europee al recupero e al miglioramento sismico del patrimonio edilizio pubblico e privato ma anche a iniziative di valorizzazione turistica è pienamente legittima. Il Tar ha infatti respinto nel merito il ricorso presentato da alcuni comitati per la sospensionde di un provvedimento approvato il 14 gennaio con il quale vengono finanziate alcune iniziative con i fondi PR/FESR Marche 2014-2020. A fronte infatti di una dotazione complessiva di circa 250 milioni di euro destinati alla ricostruzione e prevenzione, 7,5 milioni sono destinati alle iniziative di promozione turistica. "Questa sentenza aiutera tutti a ritrovare la strada del dialogo e a comprendere che la Regione ha ben operato. Si potrà quindi continuare a lavorare perché queste risorse possano essere motore di sviluppo per il territorio, mettendo fine alle polemiche e cercando sempre più di trovare strade, metodi, strumenti e semplificazioni per rispondere ai bisogni di tutti i cittadini". In merito al fatto che i beneficiari dei fondi non siano comuni del cratere "Il Tar - riferisce la Regione - condivide pienamente il fatto che la promozione turistica passi anche attraverso fiere internazionali o eventi analoghi o tutte le altre iniziative indicate dalla delibera impugnata". 

Letto 366 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo