Notizie di politica nelle Marche

Attivo da oggi nelle Marche un link per il cittadino che potrà accedere in tempo reale alla propria pratica di ricostruzionea seguito dei danni subiti dal sisma. Cliccando il link http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Terremoto-Marche/Dati-sul-sisma/Pratiche-presentate-USR ognuno verificherà lo stato di avanzamento del progetto che il tecnico incaricato dal privato ha inserito nella apposita piattaforma (MUDE). "Attraverso il nuovo sistema DOMUS - spiega la Regione Marche - l'utente sarà in grado di individuare lo stadio in cui si trova la propria pratica al momento della consultazione, il soggetto che ha in carico il procedimento (istruttore Usr, comune, professionista, tecnico, conferenza dei servizi) e infine i tempi di pagamento. Per visualizzare facilmente lo step è stato scelto il colore giallo. Il sistema che consente di consegnare al cittadino il profilo dettagliato del suo progetto, è la piattaforma Domus che mette in rete tutte le parti coinvolte nell'iter autorizzativo. Si possono trovare anche i recapiti degli istruttori dell'ufficio speciale"

"DOMUS - dichiara il presidente della regione Luca Ceriscioli - è un impianto che semplifica l'azione di tutti i soggetti, pubblici e privati, e consente di monitorare i passaggi per la ricostruzione privata. Si tratta di un vero servizio che è stato implementato dagli uffici regionali e che valorizza il ruolo dei Comuni per tracciare con chiarezza il percorso. Uno strumento strategico che viene potenziato dall'accordo che Anci Marche e Regione Marche hanno sottoscritto per l'esercizio associato di funzioni, attività e servizi. L'obiettivo di tutti gli enti locali è una efficace istruttoria delle pratiche finalizzata alla riduzione dei tempi di rilascio delle concessioni di contributi. Tutto viene fatto nell'ottica dell'economicità e trasparenza degli atti, anche gestionali, al fine di rendere pienamente conoscibile e diffusamente valutabile lo stato della ricostruzione e impedire fenomeni corruttivi".
"Un altro passo avanti per la semplificazione - conclude Ceriscioli -. A livello nazionale la piattaforma Mude ha caratteristiche di scarsa flessibilità, mentre la piattaforma Domus, integrata con Mude, consente una semplificazione sia per le professionalità che la utilizzano che per gli utenti".

Pubblicato in Politica

san ginesio nuovo polo 8

L'esibizione dei bambini del coro MiniInCanto, formazione canora sorta nell'immediato dopo sisma, ha fatto da cornice a San Ginesio all'inaugurazione del cantiere del nuovo Polo Scolastico, comprendente due edifici scolastici, una palestra omologata Coni per il basket e la pallavolo e un Auditorium, che sorgerà nelle vicinanze delle mura castellane e dell'Ospedale dei Pellegrini, beni architettonici di rilevante valore storico. Un progetto fortemente voluto dall'amministrazione a guida Mario Scagnetti, presente nella sua ultima uscita ufficiale in veste di sindaco, dal momento che il prossimo 10 giugno si voterà per il rinnovo dell'amministrazione comunale ginesina. A fare gli onori di casa il dirigente scolastico Giorgio Gentili, presente anche il Commissario alla Ricostruzione Paola De Micheli, che ha parlato di fiducia. "In questo cratere, ed oggi in particolare a San Ginesio, credo si cominciano a vedere i frutti dell'opera della ricostruzione – le parole dell'onorevole De Micheli – Finalmente ci sono i cantieri aperti, sia quelli privati che quelli pubblici. Sono tutti segnali che ricostruire si può e soprattutto che questo è il nostro unico obiettivo. Vogliamo che le persone continuino a vivere qui nella gioia e nella bellezza di questi luoghi e che le future generazioni continuino ad investire qui. Aprire un cantiere nel nostro Paese è complicato per tanti motivi, che non vogliamo investano i cantieri della ricostruzione – la riflessione del Commissario – ma quando ciò avviene il segnale deve essere chiaro per i cittadini, che cioè la volontò di ricostruire è più forte di tutto. Non ci siamo mai fermati ne ci fermeremo. Daremo il massimo in termini di continuità e credo che San Ginesio rinascerà intorno alla sua bellissima nuova scuola". Circa i tempi di completamento dell'opera il Commissario De Micheli è stato categorico. "Aperto il cantiere, iniziano le attività preliminari alla costruzione delle fondamenta e giorno per giorno, sabato e domenica inclusi, staremo addosso alla ditta aggiudicatrice dell'appalto perchè riesca a completare l'opera nel tempo prefissato di 150 giorni. L'importante, comunque, è stato iniziare perchè quando si comincia poi si arriva fino in fondo".

san ginesio nuovo polo 2san ginesio nuovo polo 3

san ginesio nuovo polo 4

san ginesio nuovo polo 5

san ginesio nuovo polo 6

san ginesio nuovo polo 7

Pubblicato in Politica

Il sindaco Gianluca Pasqui e il presidente dell’Unione Montana di Camerino Alessandro Gentilucci, intervengono in merito alla notizia apparsa sui giornali, riferita all’ordinanza di inagibilità riguardante una porzione del palazzo sede dell’Unione Montana Marca di Camerino in via Venanzio Varano. L’inagibilità leggera di livello B, è riferita ad un’ala dell’edificio attualmente inutilizzata e l’ordinanza di cui si parla, porterebbe la data del 2017.

“Non preclude nulla tale ordinanza- ha detto il sindaco Pasqui - Si tratta in realtà di una ordinanza che risale al 19 aprile 2017 e i lavori di sistemazione riguardano la parte non utilizzata dell'Unione Montana, proprio perché è ancora a grezzo: La lieve problematica riscontrata- prosegue Pasqui- non va assolutamente a creare alcun tipo di problema, lo sottolineo, nessun tipo di problema per qualunque cosa in quei locali ci si voglia fare. Vero è che, in quanto opera non utilizzata e a grezzo già precedentemente alla data del terremoto, non può essere ammessa probabilmente a finanziamento. Ma tutto ciò che andrà fatto lì, anche se ci sono dei piccoli e lievissimi danni che non sono di tipo strutturale, non va a comportare nessun genere di incremento economico. Quindi io ritengo che quella che è girata in queste ore, è una non notizia; la notizia a questo punto-conclude il sindaco- è quella che questa struttura può essere utilizzata per gli scopi che vedremo di poter raggiungere; ci sono delle richieste, ci sono degli interessamenti, c'è una disponibilità che era, è e rimarrà tale.

Sulla stessa linea le dichiarazioni del presidente Gentilucci che, confermando che la lieve problematica insiste sulla porzione grezza dell’immobile, tiene a sottolineare che l’edificio è comunque una sede sicura e totalmente agibile per quel concerne la parte adibita ad uffici, dove non sono mai state riscontrate lesioni o problematiche di alcun genere. “ Da parte mia sono stato partecipato dell’esistenza di questa inagibilità parziale e, non appena possibile, verranno eseguite le opere necessarie. La parte di cui si parla, è quella per la quale io mi sono impegnato insieme a tutto il Consiglio comunitario, per una disponibilità nei confronti delle pubbliche amministrazioni; facendo un passo indietro, sempre per la stessa, avevamo già espresso disponibilità come sede dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione ma sappiamo che poi si sono fatte altre scelte. Da ultimo, la disponibilità dei locali è stata offerta per una sistemazione provvisoria della Caserma della compagnia dei Carabinieri di Camerino e anche altri enti ne hanno fatto richiesta”.

Pubblicato in Politica

Gionata Del Pupo, della Lega, si dimette dal consiglio comunale di Tolentino.

«Le motivazioni sono semplicissime - spiega Del Pupo - . Ho messo sul piatto della bilancia il lavoro e la famiglia e, dall’altra, il grande compito di consigliere. Ho scelto lavoro e famiglia perché ho una attività da 40 anni e non ho il tempo di portare avanti tutto. Io ci tengo a fare le cose al meglio e ultimamente ho visto che non riuscivo più a tenere alto il livello. Il mio socio andrà in pensione e ho anticipato di un po’ la scelta. Una scelta dolorosa perché mi trovavo bene con tutti. Eravamo un grande gruppo. Fare a mezzo servizio la grande missione del consigliere è una cosa che non mi piace».

Motivazioni esclusivamente personali, dunque, e lo conferma anche l’assessore leghista Giovanni Gabrielli che smentisce l’ipotesi che ci siano state discussioni all’interno del gruppo: «Nessuna discussione - conferma - . E’ stata una uscita molto sofferta perché entrare in consiglio è una cosa che Gionata Del Pupo aveva voluto con tutte le sue forte durante la campagna elettorale. Abbiamo avuto un confronto libero nella sezione della Lega a Tolentino, dopo aver avvertito anche la segretaria provinciale, Maria Letizia Marino, e il nostro coordinatore regionale, il senatore Paolo Arrigoni, non ci siamo opposti alla sua decisione. Ea molto combattuto in questa scelta, è andato via con le lacrime agli occhi, ma ha preferito impegnarsi nel lavoro».

Pubblicato in Politica

Salta la manifestazione in Regione. Comune, Provincia e istituto Filelfo attendono un dietro front della Regione sul progetto del nuovo campus a Tolentino.

Era prevista per oggi, infatti, la manifestazione in Regione dopo che l’ufficio sisma aveva annunciato di mettere a disposizione solo 17 milioni di euro per il nuovo polo scolastico in zona Pace a Tolentino. Cinque milioni in meno rispetto a quelli previsti dal progetto inizialmente concordato.

«Abbiamo annullato la manifestazione - spiega il sindaco, Giuseppe Pezzanesi, - perché vogliamo aspettare di illustrare il progetto agli studenti e alle famiglie. Li incontreremo al cinema Giometti della città, il prossimo 7 giugno alle 10, insieme alla Provincia. Fino a quel giorno la Regione avrà la possibilità di tornare sui suoi passi. Altrimenti l’indomani manifesteremo».

Una decisione, quella annunciata dall’ufficio sisma regionale, che negli ultimi giorni ha acceso il dibattito politico e anche l’indignazione dei cittadini che, dopo le dichiarazioni del governatore Luca Ceriscioli in cui mesi fa aveva aveva assicurato di finanziare il progetto, hanno visto scomparire la possibilità di realizzare un nuovo polo scolastico all’avanguardia.

Ma l’intenzione del Comune, della Provincia e degli studenti non è sicuramente quella di arrendersi.

Pubblicato in Politica

Un progetto, pensato per la prima volta dal sindaco Mario Scagnetti (nella foto il giorno dell'elezione) nei momenti immediatamente successivi all'emergenza terremoto, che trova la sua piena realizzazione. Sarà, infatti, dato ufficialmente l'avvio nella mattinata di questo giovedì 31 maggio ai lavori del cantiere del nuovo polo scolastico di San Ginesio alla presenza, tra gli altri, del Commissario straordinario alla ricostruzione Paola De Micheli. Una “vittoria per la comunità ginesina”, soprattutto dopo il voto unanime, espresso in consiglio comunale, alla variante urbanistica necessaria per la costruzione del nuovo polo scolastico, nonostante il clima infuocato della campagna elettorale per il rinnovo dell'amministrazione comunale. “Una scuola autosufficiente a livello energetico e un edificio strategico di protezione civile, essendo stato progettato con numeri di risposta al sisma calcolati appositamente sul terreno dove sarà costruito – ha chiarito il responsabile unico del progetto Benedetto Renzetti - La palestra, regolamentare per partite a livello professionistico, è stato poi uno dei punti su cui il sindaco ha insistito di più. Per tutto questo ci è voluto tempo, ma abbiamo fatto tutto il necessario perché l’impresa ora possa iniziare e finire i lavori in 150 giorni senza doversi fermare per l’insorgere di intoppi di varia natura”.

Pubblicato in Politica

E' arrivata la proroga della scadenza per la restituzione della cd. " busta paga pesante".

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e del Ministro dell’economia e delle finanze Pier Carlo Padoan, ha approvato un decreto legge che introduce disposizioni urgenti relative alla proroga delle misure di sostegno alle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto 2016 e dalle successive scosse sismiche.

Il decreto disciplina la proroga e la sospensione dei termini relativi agli adempimenti e ai versamenti tributari e contributivi, la sospensione del pagamento del canone RAI e la sospensione del pagamento delle utenze.

In particolare, il provvedimento, dispone che la ripresa della riscossione dei tributi sospesi in favore dei soggetti diversi dai titolari di reddito di impresa, di lavoro autonomo, nonché degli esercenti attività agricole decorra dal 16 gennaio 2019, anziché dal 31 maggio 2018, con la contestuale rateizzazione del versamento delle somme oggetto di sospensione in 60 rate mensili di pari importo (invece delle 24 attualmente previste); proroga la sospensione del versamento dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi di assicurazione, posticipando la data di inizio del rimborso dal mese di maggio 2018 al mese di gennaio 2019 e prevedendo, al contempo, la possibilità di estendere il periodo di rateizzazione dagli attuali 24 a 60 mesi; proroga al 1° gennaio 2019 i termini per la notifica delle cartelle di pagamento e per la riscossione delle somme risultanti dagli atti  emessi dall’Agenzia delle entrate e dall’INPS;stabilisce la sospensione del pagamento del canone RAI fino al 31 dicembre 2020 e la ripresa della riscossione – senza applicazione di sanzioni e interessi – dal 1° gennaio 2021;proroga al 1° gennaio 2019 la sospensione dei pagamenti delle fatture relative alle utenze per i soggetti danneggiati.

Pubblicato in Politica

Consegnate a Camerino le chiavi delle 43 casette dell'Area Cortine Ovest. Una nuovissima viabilità dotata di rotatoria, immette a quello che somiglia ad un piccolo villaggio turistico, affacciato su un bellissimo panorama racchiuso tra le montagne; spazi a verde arricchiscono la zona, corredati da panchine, alberelli e altalene. Oltre cento famiglie tornano a toccare da vicino i ricordi di una vita, riappropriandosi delle proprie radici. Appena di fronte, operai e mezzi, continuano a preparare l'area di completamento sulla quale verranno posizionate ulteriori SAE.

 “ Non una festa ma una grande gioia per la comunità;  la gioia è quella di vedere i volti felici di persone che da tempo non si incontravano più “- Così il sindaco Gianluca Pasqui ringraziando i numerosi nuclei familiari in fila, davanti al tavolo approntato  per tutte le procedure del caso “ Vi ringrazio per l'affetto, per l’amore e il sostegno che mi date tutti i giorni.  Siete un popolo silenzioso- ha detto il sindaco prima di procedere alla consegna delle chiavi-  e dal vostro affetto io traggo la forza per affrontare tutte le difficoltà quotidiane. Davvero vi ringrazio per i vostri silenzi e per la sopportazione”.

IMG 20180526 105449807

 

Abbracci e tanta commozione tra le numerosissime persone presenti all'appello, molte delle quali, lontane da Camerino dall’ottobre 2016. Una sofferenza repressa e soffocata nello stomaco ma che riemerge ogni qual volta ci si ritrova insieme, e che, solo le lacrime che non si riesce a trattenere, valgono a descrivere appieno.

IMG 20180526 140854 1

 

 

IMG 20180526 113032757

Duro e difficile è stato il percorso per arrivare alla consegna di questi strumenti che dovevano essere di grande emergenza e che, dopo il periodo che è passato, saranno strumenti di vita importante per le nostre famiglie e per il futuro- ha detto il sindaco- Si potrà dire che si poteva fare meglio; sicuramente si, ma al di là di tante cose che si leggono e che vengono scritte, il rispetto delle norme e di un iter procedurale, sicuramente ha portato a quelle che si chiamano soluzioni abitative emergenziali che non so, considerato il tempo passato, se effettivamente erano lo strumento giusto. Resta il fatto che oggi non si può parlare di momento di festa ma reputo che sia comunque una grande gioia per la comunità e per tutti coloro che hanno lavorato tantissimo su questi argomenti. La gioia è quella di vedere volti che è da tempo che non vedevo più, il che significa che stiamo riacquistando piano piano la nostra comunità. Io spero da qui a un anno e, considerato quello che è successo, di poter contare ancora pochissime persone lontane da questa terra. Ad oggi già siamo passati da 6900 persone in assistenza a 3100 circa Abbiamo fuori 1339 camerinesi e ci sono 311 SAE che vengono consegnate in totale. Ognuno di voi può dunque farsi due conti, per capire quello che riusciremo a riportare insieme.  Mi scuso con tutti coloro che non apprezzano queste aree che sono state scelte per un motivo: insieme alla mia amministrazione che ringrazio insieme a tutti gli uffici che stanno lavorando in maniera incessante, alle ditte che hanno portato a conclusione i lavori, si è cercato di tenere la comunità il più possibile vicino ai centri di interesse. Ho sbagliato?- ha continuato Pasqui- Oggi quasi mi viene da dire, probabilmente sì;  la cosa migliore era forse portare la comunità a Torre del Parco e per me sicuramente sarebbe stato più semplice; avrei guadagnato qualche mese; non avrei scelto su 12 aree SAE;  al massimo ne avremmo realizzate una o due in pianura e la gente probabilmente sarebbe stata più contenta e magari avrebbe avuto prima anche le chiavi; invece io ho fatto l'esatto opposto. Tutte le sere quando vado a casa e mi metto a dormire, mi interrogo su quanti errori ho commesso e sono sempre troppi; la mattina quando mi sveglio mi interrogo su quanti errori commessi  non riesco a sanare e, sono sempre troppi. Da camerinese, da figlio di questa terra da padre di figli che sono su questa terra, non posso non sentire la grande volontà di far rivivere insieme questo territorio e allora, ho voluto tenere la gente vicina ai centri d'interesse, vicino alla città, tenere gente nelle piccole frazioni. Perdonatemi ma questa è stata la mia volontà. Un sindaco deve decidere, perché quello è il suo ruolo, magari decidere anche sbagliando e chiedendo scusa per gli errori".

IMG 20180526 112522663

Poco sopra all'area Cortine Ovest, procedono intanto i lavori per la realizzazione del centro commerciale e- come ha sottolineato il sindaco-  dal quale si riavrà una piazza dove ritrovarsi e rivivere bei momenti. " Ho voluto con grande forza quella progettualità e non i container- ha detto Pasqui-; per i prossimi anni che nessuno sa quanti saranno, lì avremo qualcosa di reale e concreto". Oltre al centro commerciale, sempre in zona, verranno realizzate una scuola, un asilo,  un centro di aggregazione un oratorio, e un' area a verde attesa da vent'anni. " Se pensate a quello che c'era il 23 agosot 2016, - ha dichiarato il primo cittadino- vi renderete conto che nulla si è fermato e che tutto quello che c'è  risponde ad una volontà ed una linea ben precisa dell'amministrazione".  

Prossima consegna tra 15-20 giorni per l'area Cortine centro e a seguire, a cadenza più o meno quindicinale, verranno via via distribuite le chiavi delle altre aree ai piedi della zona rossa. Cortine Est e San Paolo. Tempi più lunghi invece per la consegna delle casette dell'area Cortine Completamento, tuttora interessata dai lavori preparatori.   

 

Pubblicato in Politica

"Se quanto affermato fosse vero, si tratterebbe di un fatto oggettivamente grave, perché esistono due delibere comunali congiuntamente alla sigla di un protocollo d'intesa con il Comune stesso". A dirlo è il presidente della Federazione Nazionale Ada, Alberto Oranges, con riferimento a quanto dichiarato dal consigliere di minoranza Marco Fanelli circa il mancato utilizzo del centro sociale polivalente nel quartiere di Vallicelle, di fatto inutilizzato dal giorno dell'inaugurazione, avvenuta il 18 luglio, in quanto Terna, il gestore della rete di trasmissione italiana in alta tensione (elettrodotti), ha precisato che le opere non sono compatibili con le linee elettriche presenti.

TARGA CENTRO SOCIALE

"La Federazione ADA – continua Oranges - ha osservato tutte le procedure nella massima trasparenza e velocità, realizzando in tre mesi la costruzione, malgrado i tempi della burocrazia.

Abbiamo affrontato tutti i passaggi previsti dalla legge con il Genio Civile, le spese notarili, l'accatastamento e le procedure relative all'agibilità nell'esclusivo interesse dei cittadini di Camerino e della zona limitrofa.

CENTRO SOCIALE VEDUTA CON LINEA ELETTRICA

 

CENTRO SOCIALE CON TRALICCIO ENELE

Siamo pronti a qualsiasi forma di confronto pubblico con i consiglieri comunali e soprattutto con i cittadini e le associazioni che insistono sul territorio, le istituzioni e l'Università, per mettere la parola fine a tutta la vicenda e avviare le attività del centro sociale, consapevoli di avere agito in nome della solidarietà e pronti ad affrontare tutte le necessità per raggiungere tutti gli obiettivi di utilità sociale per il territorio distrutto dal sisma". Ora non resta che attendere la risposta del sindaco Pasqui in merito alla questione.

Pubblicato in Politica
Venerdì, 25 Maggio 2018 15:25

Nuovo Asilo Nido per SARNANO

Dopo la scuola dell'infanzia e la scuola media già realizzate, ed in attesa dell'imminente inizio dei lavori della nuova scuola elementare, un nuovo asilo nido per Sarnano che completa tutto l'arco della crescita scolastica dai piccolissimi ai più grandi. A seguito dell'avviso pubblico effettuato dall'Amministrazione Comunale di Sarnano per la ricerca di sponsorizzazione per la realizzazione di una struttura per la delocalizzazione del centro per l'infanzia "Bimbi a bordo", oggi è stata effettuata l'aggiudicazione dei lavori in favore della Top Costruzioni S.r.l. di Lettomanoppello (PE).  Un progetto che l'assessore Stefania Innamorati e l'Ing. Sabrina Tidei hanno portato avanti in stretta sinergia con Regione Marche, Ufficio Ricostruzione e centro "Bimbi a bordo".

"Un altro passo molto importante nel processo di ricostruzione." -afferma il sindaco di Sarnano - "Il nostro asilo nido, che faceva parte del complesso della scuola media, con il sisma aveva perso la sua sede. Di concerto con il centro per l'infanzia "Bimbi a bordo" che gestiva l'asilo e con la Regione Marche abbiamo fatto un bando per la ricerca di uno sponsor che potesse coprire i costi di realizzazione dell'opera in aggiunta ai fondi regionali e siamo così riusciti a trovare una azienda che farà questa opera di 270 mila euro di valore. Una opera molto importante per il territorio che ci permette di completare tutto l'arco della crescita scolastica dei nostri figli, dai più piccoli fino agli studenti delle medie. Le superiori, invece, essendo più nuove sono già in buono stato".

 

asilo nido sarnano

 

asilo nido sarnano 2

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 4

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

  appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo