Sarnano. Vandali nella grotta di Soffiano

Venerdì, 20 Dicembre 2019 09:29 | Letto 1600 volte   Clicca per ascolare il testo Sarnano. Vandali nella grotta di Soffiano Vandali in azione, a Sarnano, nei pressi della grotta di Soffiano. Un fatto triste, scoperto nei giorni scorsi da un sarnanese che, in quella zona, si era impegnato per segnalare le stazioni della via crucis. Sul sentiero che conduce alla grotta di Soffiano, infatti, lestate scorsa, un devoto a San Liberato aveva installato delle croci per indicare le stazioni della via crucis; non semplici croci, ma lavorate in modo da ricordare la forma della croce di San Damiano. Croci in legno, fissate su ferri ricoperti con canne di bambù che, evidentemente, non sono piaciute a chi ha deciso di romperle, staccarle e buttarle via. Inutile dire che, alla vista degli atti vandalici, il sarnanese è rimasto basito e amareggiato, ammettendo di aver versato anche qualche lacrima per il dispiacere. Non è il primo atto vandalico che si verifica in quella zona. Qualche mese fa, sono stati rotti e buttati via due pannelli dove era incisa la storia della Valle di Rio Terro, dove si trova appunto la grotta. Ad indignare i cittadini è proprio il fatto che, ad essere preso di mira, sia un luogo di preghiera e meditazione, dove si narra sia passato San Francesco.I sarnanesi legati alla grotta di Soffiano, comunque, non si arrendono, e per il 24 dicembre si ritroveranno per la tradizionale santa messa, alle 15.30, nella splendida cornice naturale delleremo, in attesa della notte di Natale.GSuna delle croci primalinizio della Via Crucis lungo il sentierouno dei ferri di supporto delle croci piegatouna delle canne di bambù che rivestiva il ferro buttata nel dirupoun momento della messa dello scorso anno
Vandali in azione, a Sarnano, nei pressi della grotta di Soffiano. Un fatto triste, scoperto nei giorni scorsi da un sarnanese che, in quella zona, si era impegnato per segnalare le stazioni della via crucis.
Sul sentiero che conduce alla grotta di Soffiano, infatti, l'estate scorsa, un devoto a San Liberato aveva installato delle croci per indicare le stazioni della via crucis; non semplici croci, ma lavorate in modo da ricordare la forma della croce di San Damiano. Croci in legno, fissate su ferri ricoperti con canne di bambù che, evidentemente, non sono piaciute a chi ha deciso di romperle, staccarle e buttarle via.
Inutile dire che, alla vista degli atti vandalici, il sarnanese è rimasto basito e amareggiato, ammettendo di aver versato anche qualche lacrima per il dispiacere.

Non è il primo atto vandalico che si verifica in quella zona. Qualche mese fa, sono stati rotti e buttati via due pannelli dove era incisa la storia della Valle di Rio Terro, dove si trova appunto la grotta. Ad indignare i cittadini è proprio il fatto che, ad essere preso di mira, sia un luogo di preghiera e meditazione, dove si narra sia passato San Francesco.

I sarnanesi legati alla grotta di Soffiano, comunque, non si arrendono, e per il 24 dicembre si ritroveranno per la tradizionale santa messa, alle 15.30, nella splendida cornice naturale dell'eremo, in attesa della notte di Natale.

GS

croce
una delle croci prima

whatsApp Image 2019 12 18 at 17.47.29 2
l'inizio della Via Crucis lungo il sentiero

WhatsApp Image 2019 12 18 at 17.47.30
uno dei ferri di supporto delle croci piegato

WhatsApp Image 2019 12 18 at 17.47.30 1
una delle canne di bambù che rivestiva il ferro buttata nel dirupo

IMG 6079
un momento della messa dello scorso anno



Letto 1600 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo