Casa di riposo Lazzarelli: l'appello del sindaco Piermattei

Martedì, 17 Novembre 2020 17:46 | Letto 708 volte   Clicca per ascolare il testo Casa di riposo Lazzarelli: l'appello del sindaco Piermattei Grande preoccupazione a San Severino Marche per lalto numero di contagi da Covid 19 registrati presso la casa di riposo Lazzarelli è stata espressa dal sindaco Rosa Piermattei, che ha chiesto addirittura lintervento dellesercito a tutela degli 85 degenti e dei 50 operatori della struttura. I numeri, infatti, parlano di 35 anziani positivi, 5 dei quali trasferiti, e di 16 casi tra il personale sanitario e assistenziale.Una richiesta motivata dalla drammaticità della situazione - le parole del primo cittadino settempedano - visto che non riusciamo più a coprire i turni di assistenza. Una circostanza che provoca molti disagi ai nostri ospiti e che rende inapplicabile il piano previsto dallAsur di dividere allinterno della struttura gli ospiti presenti, con il personale che non riesce a garantire più assistenza a causa dei numeri ridotti. La stessa Asur ha cercato di venire incontro a queste esigenze fornendo unità di personale che, però, non sono sufficienti. Preoccupata del fatto che la situazione possa peggiorare mi sono rivolta alle strutture sanitarie dellesercito, dopo aver fatto tutto il possibile per tamponare la situazione.Necessità di dottori e di infermieri, anche per evitare continue chiamate al 118. nel caso di aggravamento delle condizioni di salute di qualcuno degli anziani ospiti.Viviamo quasi un inferno e siamo impotenti nel fronteggiare lemergenza nella nostra casa di riposo - conclude il sindaco che lamenta anche una mancata risposta al suo appello - nonostante diverse rassicurazioni e impegni assunti, almeno a parole, nei fatti ancora non è stato fatto nulla. Mi auguro che questo appello trovi pronta risposta prima che la situazione precipiti definitivamente
Grande preoccupazione a San Severino Marche per l'alto numero di contagi da Covid 19 registrati presso la casa di riposo "Lazzarelli" è stata espressa dal sindaco Rosa Piermattei, che ha chiesto addirittura l'intervento dell'esercito a tutela degli 85 degenti e dei 50 operatori della struttura. I numeri, infatti, parlano di 35 anziani positivi, 5 dei quali trasferiti, e di 16 casi tra il personale sanitario e assistenziale.

"Una richiesta motivata dalla drammaticità della situazione - le parole del primo cittadino settempedano - visto che non riusciamo più a coprire i turni di assistenza. Una circostanza che provoca molti disagi ai nostri ospiti e che rende inapplicabile il piano previsto dall'Asur di dividere all'interno della struttura gli ospiti presenti, con il personale che non riesce a garantire più assistenza a causa dei numeri ridotti. La stessa Asur ha cercato di venire incontro a queste esigenze fornendo unità di personale che, però, non sono sufficienti. Preoccupata del fatto che la situazione possa peggiorare mi sono rivolta alle strutture sanitarie dell'esercito, dopo aver fatto tutto il possibile per tamponare la situazione".

Necessità di dottori e di infermieri, anche per evitare continue chiamate al 118. nel caso di aggravamento delle condizioni di salute di qualcuno degli anziani ospiti.

"Viviamo quasi un inferno e siamo impotenti nel fronteggiare l'emergenza nella nostra casa di riposo - conclude il sindaco che lamenta anche una mancata risposta al suo appello - nonostante diverse rassicurazioni e impegni assunti, almeno a parole, nei fatti ancora non è stato fatto nulla. Mi auguro che questo appello trovi pronta risposta prima che la situazione precipiti definitivamente"

Letto 708 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo