Aggiungi unintestazione

Giovedì Santo, Monsignor Brugnaro: “Un giorno di fraternità e di rinnovo dei voti”

Giovedì, 29 Marzo 2018 15:47 | Letto 818 volte   Clicca per ascolare il testo Giovedì Santo, Monsignor Brugnaro: “Un giorno di fraternità e di rinnovo dei voti” Celebrata questa mattina dallarcivescovo di Camerino-San Severino, Francesco Giovanni Brugnaro, la messa del Crisma. Insieme a lui anche il cardinale Edoardo Menichelli al quale larcivescovo ha rivolto il bentornato a casa. A seguire, il consueto pranzo conviviale della curia, con laici e sacerdoti. “Oggi è una giornata importantissima per la Chiesa – ha detto larcivescovo Francesco Giovanni – perché si ricorda listituzione delleucarestia e del sacerdozio nonché la nostra fraternità. Ci siamo ritrovati tutti insieme anche per riprendere con coraggio le nostre vite normali”. Alle domande sul suo futuro in curia, dopo il compimento del 75esimo anno di età, larcivescovo ha fatto sapere di non aver ricevuto ancora alcuna comunicazione da Roma: “Il Papa non mi ha ancora detto nulla sul mio futuro, appena riceverò informazioni, le renderò note a tutti, come ho sempre fatto. A Menichelli rivolgo un bentornato nella sua patria, potrà svolgere attività ministeriali in modo da tenere viva la sua esperienza di sacerdozio e contribuire ad arricchire la nostra diocesi”. “Questo per me – ha detto Menichelli – è un ritorno, un ripasso, una memoria che si resuscita, perché questa chiesa diocesana ha contribuito a costruire la mia fede, lha nutrita e mi ha accompagnato. Tornare – ha concluso – acquista una dimensione particolare”.
Giovedì Santo, Monsignor Brugnaro: “Un giorno di fraternità e di rinnovo dei voti”

Celebrata questa mattina dall'arcivescovo di Camerino-San Severino, Francesco Giovanni Brugnaro, la messa del Crisma. Insieme a lui anche il cardinale Edoardo Menichelli al quale l'arcivescovo ha rivolto il bentornato a casa. A seguire, il consueto pranzo conviviale della curia, con laici e sacerdoti.

“Oggi è una giornata importantissima per la Chiesa – ha detto l'arcivescovo Francesco Giovanni – perché si ricorda l'istituzione dell'eucarestia e del sacerdozio nonché la nostra fraternità. Ci siamo ritrovati tutti insieme anche per riprendere con coraggio le nostre vite normali”.

Alle domande sul suo futuro in curia, dopo il compimento del 75esimo anno di età, l'arcivescovo ha fatto sapere di non aver ricevuto ancora alcuna comunicazione da Roma: “Il Papa non mi ha ancora detto nulla sul mio futuro, appena riceverò informazioni, le renderò note a tutti, come ho sempre fatto. A Menichelli rivolgo un bentornato nella sua patria, potrà svolgere attività ministeriali in modo da tenere viva la sua esperienza di sacerdozio e contribuire ad arricchire la nostra diocesi”.

“Questo per me – ha detto Menichelli – è un ritorno, un ripasso, una memoria che si resuscita, perché questa chiesa diocesana ha contribuito a costruire la mia fede, l'ha nutrita e mi ha accompagnato. Tornare – ha concluso – acquista una dimensione particolare”.

Letto 818 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo