"Pasta di Camerino" apre le porte agli accademici di San Paolo del Brasile

scritto Sabato, 12 Gennaio 2019

Una delegazione di docenti e dottorandi della ESPM, prestigiosa università di San Paolo del Brasile, è stata ospitata ieri nella sede dell’azienda Entroterra S.P.A. della famiglia Maccari, titolare del marchio “Pasta di Camerino”. Il gruppo di esperti in comunicazione e strategie di mercato dell’ateneo privato brasiliano, è in regione per un corso intensivo sul Made in Italy nell’ambito di un progetto che ha ottenuto il finanziamento europeo, coordinato dall’Università di Macerata e dal CIAS, Centro Italiano Analisi Sensoriale di Matelica. Guidata dai fratelli  Federico e Lorenzo Maccari, nel corso della loro tappa nell’azienda fiore all’occhiello della realtà territoriale camerte, la delegazione ha potuto conoscere le modalità di realizzazione, commercializzazione e promozione dell’unica pasta prodotta in chiave artigianale con materie prime 100 per cento italiane e con filiera tracciabile.

Lorenzo Maccari spiega le fasi di lavorazione del prodottoPasta di Camerino

 Non sono mancate domande circostanziate da parte degli accademici, interessati ad approfondire e carpire tante più informazioni possibili, utili al loro percorso di ricerca. Un’occasione di confronto e scambio definita molto interessante e costruttiva dallo stesso Federico Maccari, AD di Entroterra S.P.A. “ Un’opportunità significativa sotto tutti i punti di vista- ha commentato- ; non dimentichiamo infatti che ci stiamo affacciando con i nostri prodotti proprio sul mercato brasiliano le cui potenzialità di sviluppo sono davvero molto interessanti”. Nel percorso che è stato predisposto per loro in terra marchigiana, gli accademici brasiliani della ESPM hanno potuto testare numerosi esempi che testimoniano la caparbietà e la forte determinazione a proseguire nella sfida delle produzioni di eccellenza, nonostante le tante avversità del post sisma. E il progetto di UNIMC e CIAS rappresenta un’opportunità in più per accendere i riflettori internazionali sulle aziende marchigiane resilienti del territorio, tra le quali l’azienda della famiglia Maccari di Camerino si inserisce a pieno titolo. Non era ancora trascorso un anno dalle prime scosse dell’ottobre 2016 quando il  padiglione produttivo di Torre del Parco è stato raddoppiato, passando da 5 mila metri quadrati a 10 mila, aumentando la produzione di pasta e assumendo 14 nuovi dipendenti. 

C.C.

Un momento del focus in azienda

  Clicca per ascolare il testo "Pasta di Camerino" apre le porte agli accademici di San Paolo del Brasile scritto Sabato, 12 Gennaio 2019 Una delegazione di docenti e dottorandi della ESPM, prestigiosa università di San Paolo del Brasile, è stata ospitata ieri nella sede dell’azienda Entroterra S.P.A. della famiglia Maccari, titolare del marchio “Pasta di Camerino”. Il gruppo di esperti in comunicazione e strategie di mercato dell’ateneo privato brasiliano, è in regione per un corso intensivo sul Made in Italy nell’ambito di un progetto che ha ottenuto il finanziamento europeo, coordinato dall’Università di Macerata e dal CIAS, Centro Italiano Analisi Sensoriale di Matelica. Guidata dai fratelli  Federico e Lorenzo Maccari, nel corso della loro tappa nell’azienda fiore all’occhiello della realtà territoriale camerte, la delegazione ha potuto conoscere le modalità di realizzazione, commercializzazione e promozione dell’unica pasta prodotta in chiave artigianale con materie prime 100 per cento italiane e con filiera tracciabile.  Non sono mancate domande circostanziate da parte degli accademici, interessati ad approfondire e carpire tante più informazioni possibili, utili al loro percorso di ricerca. Un’occasione di confronto e scambio definita molto interessante e costruttiva dallo stesso Federico Maccari, AD di Entroterra S.P.A. “ Un’opportunità significativa sotto tutti i punti di vista- ha commentato- ; non dimentichiamo infatti che ci stiamo affacciando con i nostri prodotti proprio sul mercato brasiliano le cui potenzialità di sviluppo sono davvero molto interessanti”. Nel percorso che è stato predisposto per loro in terra marchigiana, gli accademici brasiliani della ESPM hanno potuto testare numerosi esempi che testimoniano la caparbietà e la forte determinazione a proseguire nella sfida delle produzioni di eccellenza, nonostante le tante avversità del post sisma. E il progetto di UNIMC e CIAS rappresenta un’opportunità in più per accendere i riflettori internazionali sulle aziende marchigiane resilienti del territorio, tra le quali l’azienda della famiglia Maccari di Camerino si inserisce a pieno titolo. Non era ancora trascorso un anno dalle prime scosse dell’ottobre 2016 quando il  padiglione produttivo di Torre del Parco è stato raddoppiato, passando da 5 mila metri quadrati a 10 mila, aumentando la produzione di pasta e assumendo 14 nuovi dipendenti.  C.C.

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (Macerata)

Tel. 0737.633.180 / 335.536.7709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione
Piazza Cavour, 12
62032 Camerino (MC)

Tel. 0737.633180 / Cell: 335.5367709

Fax 0737.633180

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo