Ussita, la comunità riparte dalle Poste

Martedì, 15 Ottobre 2019 12:44 | Letto 1397 volte   Clicca per ascolare il testo Ussita, la comunità riparte dalle Poste Una grande emozione questa mattina ad Ussita per la riapertura dellufficio postale dopo tre anni dal sisma che distrusse gran parte del borgo dellentroterra.In un centro dove il senso di comunità era stato danneggiato con le stesse crepe delle abitazioni, ritrovare un punto di incontro come quello delle poste è sicuramente un raggio di sole che squarcia le nubi.Presenti, al taglio del nastro, la direttrice provinciale di Poste Italiane Beatrice Bacchiocchi, il direttore del centro recapito di Camerino Antonio Montani, il direttore dellufficio postale di Ussita Marco Dialuce,  Elisabetta Gasparri in rappresentanza del Commissario prefettizio, il maresciallo Lorenzo Librandi e il comandante della stazione dei carabinieri forestali, Giulio Burattini.La nuova struttura è stata benedetta da don Gilberto Spurio.Sono stati tre anni lunghi quelli dopo il sisma del 2016, in cui anche gli operatori di Poste Italiane hanno dovuto adattarsi al cambiamento come spiega il direttore Marco Dialuce. Inizalmente siamo stati 8 mesi in camper - racconta - , poi nel container, ma gli spazi purtroppo erano angusti, non tanto per noi ma per i clienti. Le persone vengono in ufficio anche per relazionarsi. E bello perchè a Ussita è uno spazio dove poter condividere qualcosa.il momento della benedizione di don Gilberto SpurioUn segnale importante anche secondo Elisabetta Gasparri, vice commissario di Ussita: Penso che sia un segno di ritorno alla normalità - dice - . Questa è una realtà che ha bisogno di questi messaggi e di recuperare la quotidianità. Lufficio postale e quindi la comunicazione potrebbe essere il giusto punto da cui partire.La direttrice provinciale di Poste Italiane ricorda perfettamente le difficoltà attraversate nel corso degli anni dopo lemergenza ed oggi dimostra la sua soddisfazione: Un segno importante che vogliamo dare - dice - . Cè un sentimento particolare dentro di noi che è quello di una grande soddisfazione e vicinanza alle persone. Tre anni sono stati lunghi, abbiamo cercato di lavorare per ricostruire, abbiamo cominciato da Ussita e pian piano arriveremo anche agli altri uffici. I colleghi hanno lavorato con tanta energia e passione, senza dimenticare limportanza di essere vicini alle persone.GSKatia Domizi, Beatrice Bacchiocchi, Marco Dialuce, Elisabetta GasparriMarco Dialuce, Katia Domizi
Una grande emozione questa mattina ad Ussita per la riapertura dell'ufficio postale dopo tre anni dal sisma che distrusse gran parte del borgo dell'entroterra.
In un centro dove il senso di comunità era stato danneggiato con le stesse crepe delle abitazioni, ritrovare un punto di incontro come quello delle poste è sicuramente un raggio di sole che squarcia le nubi.
Presenti, al taglio del nastro, la direttrice provinciale di Poste Italiane Beatrice Bacchiocchi, il direttore del centro recapito di Camerino Antonio Montani, il direttore dell'ufficio postale di Ussita Marco Dialuce,  Elisabetta Gasparri in rappresentanza del Commissario prefettizio, il maresciallo Lorenzo Librandi e il comandante della stazione dei carabinieri forestali, Giulio Burattini.
La nuova struttura è stata benedetta da don Gilberto Spurio.
Sono stati tre anni lunghi quelli dopo il sisma del 2016, in cui anche gli operatori di Poste Italiane hanno dovuto adattarsi al cambiamento come spiega il direttore Marco Dialuce. "Inizalmente siamo stati 8 mesi in camper - racconta - , poi nel container, ma gli spazi purtroppo erano angusti, non tanto per noi ma per i clienti. Le persone vengono in ufficio anche per relazionarsi. E' bello perchè a Ussita è uno spazio dove poter condividere qualcosa".

WhatsApp Image 2019 10 15 at 13.09.16 1 Copia
il momento della benedizione di don Gilberto Spurio

Un segnale importante anche secondo Elisabetta Gasparri, vice commissario di Ussita: "Penso che sia un segno di ritorno alla normalità - dice - . Questa è una realtà che ha bisogno di questi messaggi e di recuperare la quotidianità. L'ufficio postale e quindi la comunicazione potrebbe essere il giusto punto da cui partire".
La direttrice provinciale di Poste Italiane ricorda perfettamente le difficoltà attraversate nel corso degli anni dopo l'emergenza ed oggi dimostra la sua soddisfazione: "Un segno importante che vogliamo dare - dice - . C'è un sentimento particolare dentro di noi che è quello di una grande soddisfazione e vicinanza alle persone. 
Tre anni sono stati lunghi, abbiamo cercato di lavorare per ricostruire, abbiamo cominciato da Ussita e pian piano arriveremo anche agli altri uffici. I colleghi hanno lavorato con tanta energia e passione, senza dimenticare l'importanza di essere vicini alle persone".

GS

WhatsApp Image 2019 10 15 at 13.09.17 Copia

WhatsApp Image 2019 10 15 at 13.09.16 Copia
Katia Domizi, Beatrice Bacchiocchi, Marco Dialuce, Elisabetta Gasparri

WhatsApp Image 2019 10 15 at 13.09.16
Marco Dialuce, Katia Domizi



Letto 1397 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo