Scuola Grandi, il Comune chiarisce di nuovo

Mercoledì, 16 Ottobre 2019 12:36 | Letto 447 volte   Clicca per ascolare il testo Scuola Grandi, il Comune chiarisce di nuovo Prosegue la questione dei lavoratori che sono stati impegnati nell’ampliamento della scuola Grandi di Tolentino e che attendono ancora il pagamento dello stipendio.Ad intervenire, questa volta, è di nuovo l’amministrazione comunale della città ringraziando innanzitutto “le maestranze della poltrona Frau Group – intervenute con una nota a sostegno dei lavoratori della scuola - , per la donazione di una cifra importante che ci ha consentito, insieme ai fondi del Miur, di poter realizzare il nuovo plesso a servizio della scuola Grandi”.Poi interviene nuovamente sulla questione dei compensi: “Ribadiamo ancora una volta che i nostri uffici hanno operato nella massima trasparenza e nel rispetto delle norme. Dai documenti in nostro possesso, infatti, anche a seguito della pubblicazione dellavviso ai creditori da parte dellUfficio e delle segnalazioni pervenute in merito, come alcuni legali tolentinati sanno bene, ci risulta non esserci crediti pendenti, in quanto la ditta ha dimostrato tutti i pagamenti effettuati nei loro confronti. Altro discorso sono eventuali accordi tra i lavoratori e l’impresa che esulano dalle competenze del Comune, così come i contratti applicati e che nel caso specifico riguardano i metalmeccanici in quanto l’impresa principalmente realizza strutture in acciaio”. Una questione, quella della scuola Grandi, dove l’amministrazione si sente toccata “per la scarsa rispondenza al vero delle opinioni – scrive - rispetto ai fatti concreti come avvenuti, perché un conto è dire che il comune deve controllare i cantieri in ogni loro aspetto e questo è stato fatto, un conto è prendere a pretesto la protesta di un dipendente, e che poi la stessa rivendicazione diventi motivo per gettare discredito su un’amministrazione come quella di Tolentino che insieme ai responsabili di settore e ai dipendenti tutti persegue obiettivi e li porta a termine, nel pieno rispetto delle regole e delle normative. Ribadiamo – conclude - , come già comunicato alla CGIL, che siamo a disposizione per istituire un tavolo tecnico in maniera da fare da mediatori fra dipendenti, sindacati e ditta”.GS
Prosegue la questione dei lavoratori che sono stati impegnati nell’ampliamento della scuola Grandi di Tolentino e che attendono ancora il pagamento dello stipendio.
Ad intervenire, questa volta, è di nuovo l’amministrazione comunale della città ringraziando innanzitutto “le maestranze della poltrona Frau Group – intervenute con una nota a sostegno dei lavoratori della scuola - , per la donazione di una cifra importante che ci ha consentito, insieme ai fondi del Miur, di poter realizzare il nuovo plesso a servizio della scuola Grandi”.
Poi interviene nuovamente sulla questione dei compensi: “Ribadiamo ancora una volta che i nostri uffici hanno operato nella massima trasparenza e nel rispetto delle norme. Dai documenti in nostro possesso, infatti, anche a seguito della pubblicazione dell'avviso ai creditori da parte dell'Ufficio e delle segnalazioni pervenute in merito, come alcuni legali tolentinati sanno bene, ci risulta non esserci crediti pendenti, in quanto la ditta ha dimostrato tutti i pagamenti effettuati nei loro confronti. Altro discorso sono eventuali accordi tra i lavoratori e l’impresa che esulano dalle competenze del Comune, così come i contratti applicati e che nel caso specifico riguardano i metalmeccanici in quanto l’impresa principalmente realizza strutture in acciaio”.
Una questione, quella della scuola Grandi, dove l’amministrazione si sente toccata “per la scarsa rispondenza al vero delle opinioni – scrive - rispetto ai fatti concreti come avvenuti, perché un conto è dire che il comune deve controllare i cantieri in ogni loro aspetto e questo è stato fatto, un conto è prendere a pretesto la protesta di un dipendente, e che poi la stessa rivendicazione diventi motivo per gettare discredito su un’amministrazione come quella di Tolentino che insieme ai responsabili di settore e ai dipendenti tutti persegue obiettivi e li porta a termine, nel pieno rispetto delle regole e delle normative.
Ribadiamo – conclude - , come già comunicato alla CGIL, che siamo a disposizione per istituire un tavolo tecnico in maniera da fare da mediatori fra dipendenti, sindacati e ditta”.

GS

Letto 447 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo