POLITEAMA banner beethoven 1022x200

Pieve Torina: procede il Programma Straordinario di Ricostruzione

Lunedì, 08 Marzo 2021 17:17 | Letto 290 volte   Clicca per ascolare il testo Pieve Torina: procede il Programma Straordinario di Ricostruzione Le condizioni per la ricostruzione privata a Pieve Torina ci sono tutte. Ne è convinto il Sindaco Alessandro Gentilucci. Procedono le tappe del Programma Straordinario di Ricostruzione (PSR). Dopo l’approvazione in consiglio comunale della proposta, proseguono anche gli incontri per accelerare la ricostruzione. Nei giorni scorsi è stata la volta dei tecnici professionisti. “Ci siamo dotati di tutti gli strumenti necessari per far sì che, a cominciare dai nuclei storici del capoluogo e delle frazioni e seguendo le priorità indicate dal PSR come ad esempio gli aggregati edilizi, si possa proseguire celermente nel processo di ricostruzione. Abbiamo deciso di dare uno strumento ulteriore per creare quel percorso, attraverso gli aggregati, che consentisse anche la cantierizzazione e il contingentamento dei tempi. Quando parliamo di contingentare i tempi significa dare un termine a ciascun aggregato composto da più tecnici scelti dai privati cittadini, dire che entro 90 giorni dalla approvazione in conferenza decisoria dovete consegnarci la progettualità. Questo è fondamentale perché ormai le condizioni di ricostruzione sono stabilite. In ordine prioritario bisogna procedere con la ricostruzione privata. Quello che mi interessa da sindaco, come è interesse dei miei colleghi sindaci, è far rientrare la nostra popolazione allinterno dei centri storici e dei nuclei frazionali, avere anche lopportunità di rivivere quel turismo di ritorno. Sulla scorta di tutte queste analisi e dopo una serie di confronti, abbiamo deciso di intraprendere la via del Programma Straordinario di Ricostruzione, nato dallascolto dei ragazzi, dei ragazzini che non hanno mai vissuto e non hanno mai avuto lopportunità di passeggiare per le vie del centro e di conoscere la ricchezza per questi nostri amati luoghi. E’nato anche dall’ascolto degli anziani. C’è stato un approccio non solo di ingegneristica e non solo architettonico ma di tipo psicologico e sociologico. Questa è lanima di un PSR fondamentale che ci ha portato alla approvazione dello stesso e all’ opportunità che abbiamo voluto dare ai cittadini.” Con il Sindaco parliamo di ricostruzione della comunità. Chiedo se è fiducioso. “Se dovessi esprimere un giudizio di merito vedendo anche quante gru sono a Pieve Torina e quale è l’attività dei nostri uffici, non possono che essere fiducioso. Il paletto dei 90 giorni entro il quale ormai i cittadini devono consegnare i progetti è un qualcosa che da un lato garantisce il privato cittadino, dallaltro garantisce la pubblica amministrazione per il rientro in quei territori, dove ormai è necessario fare sintesi.”Barbara Olmai
Le condizioni per la ricostruzione privata a Pieve Torina ci sono tutte. Ne è convinto il Sindaco Alessandro Gentilucci. Procedono le tappe del Programma Straordinario di Ricostruzione (PSR). Dopo l’approvazione in consiglio comunale della proposta, proseguono anche gli incontri per accelerare la ricostruzione. Nei giorni scorsi è stata la volta dei tecnici professionisti.

Ci siamo dotati di tutti gli strumenti necessari per far sì che, a cominciare dai nuclei storici del capoluogo e delle frazioni e seguendo le priorità indicate dal PSR come ad esempio gli aggregati edilizi, si possa proseguire celermente nel processo di ricostruzione. Abbiamo deciso di dare uno strumento ulteriore per creare quel percorso, attraverso gli aggregati, che consentisse anche la cantierizzazione e il contingentamento dei tempi. Quando parliamo di contingentare i tempi significa dare un termine a ciascun aggregato composto da più tecnici scelti dai privati cittadini, dire che entro 90 giorni dalla approvazione in conferenza decisoria dovete consegnarci la progettualità. Questo è fondamentale perché ormai le condizioni di ricostruzione sono stabilite. In ordine prioritario bisogna procedere con la ricostruzione privata.

Quello che mi interessa da sindaco, come è interesse dei miei colleghi sindaci, è far rientrare la nostra popolazione all'interno dei centri storici e dei nuclei frazionali, avere anche l'opportunità di rivivere quel turismo di ritorno. Sulla scorta di tutte queste analisi e dopo una serie di confronti, abbiamo deciso di intraprendere la via del Programma Straordinario di Ricostruzione, nato dall'ascolto dei ragazzi, dei ragazzini che non hanno mai vissuto e non hanno mai avuto l'opportunità di passeggiare per le vie del centro e di conoscere la ricchezza per questi nostri amati luoghi. E’nato anche dall’'ascolto degli anziani. C’è stato un approccio non solo di ingegneristica e non solo architettonico ma di tipo psicologico e sociologico. Questa è l'anima di un PSR fondamentale che ci ha portato alla approvazione dello stesso e all’ opportunità che abbiamo voluto dare ai cittadini.”

Con il Sindaco parliamo di ricostruzione della comunità. Chiedo se è fiducioso. “Se dovessi esprimere un giudizio di merito vedendo anche quante gru sono a Pieve Torina e quale è l’attività dei nostri uffici, non possono che essere fiducioso. Il paletto dei 90 giorni entro il quale ormai i cittadini devono consegnare i progetti è un qualcosa che da un lato garantisce il privato cittadino, dall'altro garantisce la pubblica amministrazione per il rientro in quei territori, dove ormai è necessario fare sintesi.”

Barbara Olmai

Letto 290 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo