Blitz all'alba, arrestato Giuseppe Cerolini patron della Civitanovese

Giovedì, 21 Luglio 2016 11:57 | Letto 4178 volte   Clicca per ascolare il testo Blitz all'alba, arrestato Giuseppe Cerolini patron della Civitanovese Terremoto a Civitanova Marche e alla Civitanovese. E stato, infatti, arrestato il patron della società rossoblu Giuseppe Cerolini, 49 anni. Con lui in manette è finito anche uno dei suoi più stretti collaboratori, il 66enne Giovanni Aldo Mellino. Il blitz nellabitazione dellimprenditore civitanovese è stato eseguito dagli agenti del Nucleo Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Macerata in collaborazione con i colleghi della compagnia civitanovese in esecuzione di unordinanza disposta dal Gip del tribunale di Macerata. Tra i reati contestati quello di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e di emissione di fatture3 per operazioni inesistenti. Cerolini si trova ora agli arresti domiciliari. Linchiesta, partita alcuni mesi fa con alcune verifiche fiscali nei confronti di una società operante nel commercio allingrosso di calzature, ha visto Cerolini quale dominus assoluto delloperazione. Stando alle investigazioni, infatti, limprenditore avrebbe progettato, organizzato ed eseguito ogni operazione illecita.

Terremoto a Civitanova Marche e alla Civitanovese. E' stato, infatti, arrestato il patron della società rossoblu Giuseppe Cerolini, 49 anni. Con lui in manette è finito anche uno dei suoi più stretti collaboratori, il 66enne Giovanni Aldo Mellino. Il blitz nell'abitazione dell'imprenditore civitanovese è stato eseguito dagli agenti del Nucleo Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Macerata in collaborazione con i colleghi della compagnia civitanovese in esecuzione di un'ordinanza disposta dal Gip del tribunale di Macerata. Tra i reati contestati quello di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e di emissione di fatture3 per operazioni inesistenti. Cerolini si trova ora agli arresti domiciliari. L'inchiesta, partita alcuni mesi fa con alcune verifiche fiscali nei confronti di una società operante nel commercio all'ingrosso di calzature, ha visto Cerolini quale dominus assoluto dell'operazione. Stando alle investigazioni, infatti, l'imprenditore avrebbe progettato, organizzato ed eseguito ogni operazione illecita.

Letto 4178 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo