Sottodimensionamenti scolastici. Piermattei: "Ripristinate classi e personale"

Venerdì, 20 Luglio 2018 16:44 | Letto 1023 volte   Clicca per ascolare il testo Sottodimensionamenti scolastici. Piermattei: "Ripristinate classi e personale" Si ripristino le classi e si mantengano gli organici del personale docente e Ata. Il sindaco di San Severino Rosa Piermattei fa seguito allappello lanciato dallassessore regionale allistruzione Loretta Bravi e alle richieste rivolte dal primo cittadino al direttore dellUfficio scolastico regionale, Marco Ugo Filisetti. Non possiamo - dice Piermattei - ogni anno arrivare a settembre con i dubbi su classi e organici tanto più ora che c’è una norma a tutela delle zone colpite dal sisma”. La questione del sottodimensionamento degli organici e delle classi riguarda sia il comprensivo Tacchi Venturi, dove al momento non è stato accolto il mantenimento della quinta sezione, la primaria Luzio, per la quale è stata chiesta lattivazione di tre sezioni a tempo pieno ma ne sono state assegnate solo due, e infine lItts Divini, per il quale si chiede la sesta sezione come lo scorso anno che però fin ora è stata rifiutata. A farne le spese sarebbero studenti, ai quali in alcuni casi (come per le medie) verrebbe tolta la possibilità di studiare lo spagnolo come seconda lingua straniera, e insegnanti che sarebbero costretti a trasferirsi in altri istituti o che nel peggiore dei casi perderebbero il lavoro. “A queste richieste - torna a dire - non si può dire di no come non si può dire di no alla richiesta di personale Ata. Nelle zone del sisma poi andrebbero stabilizzati docenti e tecnici perché le situazioni di precariato si vanno ad aggiungere alla precarietà delle scuole. Posso assicurare che il mondo della scuola ha garantito realmente un lavoro straordinario in questo periodo di emergenza sopperendo alla carenza di aule e spazi e rispondendo a doppi turni e criticità legate al sovraffollamento. A due anni dal terremoto però, dobbiamo necessariamente tornare alla normalità e garantire ai nostri studenti le migliori condizioni. Come Amministrazione ci siamo impegnati a ricostruire gli edifici, stiamo per portare a termine il cantiere per la realizzazione di una nuova scuola e ne abbiamo avviati altri altrettanto importanti. Adesso - conlcude - chi deve prendere decisioni lo faccia dando certezze a un territorio, compreso quello settempedano, che non può attendere oltre”.

"Si ripristino le classi e si mantengano gli organici del personale docente e Ata". Il sindaco di San Severino Rosa Piermattei fa seguito all'appello lanciato dall'assessore regionale all'istruzione Loretta Bravi e alle richieste rivolte dal primo cittadino al direttore dell'Ufficio scolastico regionale, Marco Ugo Filisetti.

"Non possiamo - dice Piermattei - ogni anno arrivare a settembre con i dubbi su classi e organici tanto più ora che c’è una norma a tutela delle zone colpite dal sisma”. La questione del sottodimensionamento degli organici e delle classi riguarda sia il comprensivo Tacchi Venturi, dove al momento non è stato accolto il mantenimento della quinta sezione, la primaria Luzio, per la quale è stata chiesta l'attivazione di tre sezioni a tempo pieno ma ne sono state assegnate solo due, e infine l'Itts Divini, per il quale si chiede la sesta sezione come lo scorso anno che però fin ora è stata rifiutata. A farne le spese sarebbero studenti, ai quali in alcuni casi (come per le medie) verrebbe tolta la possibilità di studiare lo spagnolo come seconda lingua straniera, e insegnanti che sarebbero costretti a trasferirsi in altri istituti o che nel peggiore dei casi perderebbero il lavoro.

“A queste richieste - torna a dire - non si può dire di no come non si può dire di no alla richiesta di personale Ata. Nelle zone del sisma poi andrebbero stabilizzati docenti e tecnici perché le situazioni di precariato si vanno ad aggiungere alla precarietà delle scuole. Posso assicurare che il mondo della scuola ha garantito realmente un lavoro straordinario in questo periodo di emergenza sopperendo alla carenza di aule e spazi e rispondendo a doppi turni e criticità legate al sovraffollamento. A due anni dal terremoto però, dobbiamo necessariamente tornare alla normalità e garantire ai nostri studenti le migliori condizioni. Come Amministrazione ci siamo impegnati a ricostruire gli edifici, stiamo per portare a termine il cantiere per la realizzazione di una nuova scuola e ne abbiamo avviati altri altrettanto importanti. Adesso - conlcude - chi deve prendere decisioni lo faccia dando certezze a un territorio, compreso quello settempedano, che non può attendere oltre”.

Letto 1023 volte

Radioc1inblu

Radio FM e Internet
P.za Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax 0737.633180
Cellulare: 335.5367709

radioc1inblu@gmail.com

L'Appennino Camerte

Settimanale d'informazione dal 1921
Piazza Cavour, 8
62032 Camerino (MC)

Tel - Fax: 0737.633180
Cell: 335.5367709

appenninocamerte@gmail.com

Scopri come abbonarti

Questo sito utilizza i cookie

Puoi accettare e proseguire la navigazione o per maggiori informazioni Per saperne di piu'

Approvo
Clicca per ascolare il testo